Resta sintonizzato

Attualità

Allarme piromane in provincia di Napoli

Pubblicato

il

Un 43enne pregiudicato è accusato di essere il piromane del Vesuviano. La notte tra sabato e domenica, questi si è reso autore di un incendio ai danni di alcune autovetture parcheggiate in strada. Le modalità sono risultate simili a quelle riscontrate in diversi episodi che negli ultimi mesi stavano letteralmente terrorizzando gli abitanti vesuviani.

I militari avevano da tempo avviato le indagini, articolando una serie di servizi mirati alla caccia del piromane. Le aree più controllate sono state Sant’Anastasia, Pollena Trocchia, Massa di Somma e San Sebastiano al Vesuvio.

E’ stato l’ultimo suo folle gesto a tradirlo: l’incendio di quattro vetture nei Comuni di Pollena Trocchia e Massa di Somma. L’episodio ha aiutato i carabinieri  ad arrestarlo.

In particolare, il 17 maggio scorso, l’ennesimo incendio innescato in un’autovettura Fiat Panda si è propagato immediatamente ed irrefrenabilmente coinvolgendo altre autovetture parcheggiate lì vicino. Due di esse, alimentate con impianto a gpl, andate completamente distrutte, hanno procurato fiamme altissime che lambivano diverse abitazioni civili, una villetta ed un fabbricato occupato da dodici famiglie.

Solo grazie al rapido intervento dei carabinieri e dei vigili del fuoco di Napoli si sono evitate più esplosioni la cui forte deflagrazione avrebbe sicuramente causato ingenti danni agli immobili ed un grave pericolo per l’incolumità pubblica. Fortunatamente non si è reso necessario lo sgombero di alcuna palazzina. La paura ha comunque coinvolto i residenti, svegliandoli nel pieno della notte per le fiamme e le esplosioni.

Le indagini, immediatamente attivate dai militari e sviluppate con l’esame di immagini di sistemi di videosorveglianza pubblici e privati presenti in zona, la conoscenza delle aree interessate dai roghi ed il modus operandi adottato in altri episodi, hanno permesso di ricostruire in breve tempo il percorso seguito dal piromane.

I carabinieri hanno rintracciato l’uomo subito dopo a Sant’Anastasia, nei pressi del Santuario della Madonna dell’Arco. Girovagava ancora con gli abiti intrisi di fumo, le mani annerite e con addosso l’accendino utilizzato per appiccare l’incendio.

Il Tribunale di Nola, tenendo conto della pericolosità sociale del soggetto e della gravità dei reati consumati, che ne facevano presupporre una reiterazione di condotta, ne ha disposto la custodia in carcere, presso la Casa circondariale di Napoli Poggioreale. Le indagini proseguono per verificare la responsabilità dell’uomo nei precedenti episodi.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Tenta la fuga dopo aver investito un minorenne: identificato da un poliziotto fuori servizio

Pubblicato

il

Nel pomeriggio di ieri, un agente del Commissariato Posillipo, libero dal servizio, è intervenuto in via Manzoni per soccorrere un minore, il quale era stato investito da un’autovettura, che ha proseguito la sua marcia senza fermarsi. Tuttavia, poco dopo, un altro poliziotto, anch’egli libero dal servizio, ha riconosciuto e fermato in via Michelangelo da Caravaggio la vettura segnalata, con a bordo una persona che ha confessato il suo comportamento. Pertanto, l’uomo, un 55enne napoletano con precedenti di Polizia, è stato denunciato per omissione di soccorso e lesioni personali. Inoltre, gli sono state contestate 3 violazioni del Codice della Strada per mancata copertura assicurativa, mancata revisione e guida con patente scaduta e l’auto, è stata sottoposta a sequestro.

Continua a leggere

Attualità

Sorpreso con 13 mila euro in tasca, nei guai 47enne nigeriano

Pubblicato

il

Nella serata di ieri, gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato, nel transitare in via Venezia, hanno notato una persona che, alla loro vista, ha tentato la fuga per eludere il controllo. Tuttavia, è stata raggiunta e bloccata poco dopo. L’uomo, è un 47enne nigeriano, sorpreso con circa 13 mila euro in tasca, di cui non ha saputo giustificare la provenienza e pertanto, è stato denunciato per ricettazione.

Continua a leggere

Attualità

Poggioreale, i carabinieri blindano il quartiere: eseguiti 2 arresti e 4 denunce

Pubblicato

il

Controlli serrati da parte dei carabinieri della Compagnia Poggioreale, che nel corso di un servizio straordinario nel quartiere, hanno tratto in arresto 2 persone, denunciandone 4 a piede libero. In totale, sono 49 le persone identificate, di cui 20 pregiudicati, oltre a 31 veicoli controllati. A finire in manette, un 48enne del posto già noto alle forze dell’ordine. In particolare, l’uomo, aveva violato la misura del divieto di avvicinamento alla parte offesa e i carabinieri, lo hanno condotto in carcere.

Inoltre, durante le operazioni, i militari dell’Arma, hanno denunciato per guida senza patente mai conseguita, un autista recidivo nel biennio e un 36enne, poiché risultato irregolare sul territorio nazionale. Infine, è stato denunciato un parcheggiatore abusivo, mentre un 20enne, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico.


Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante