Resta sintonizzato

Attualità

De Luca chiude la movida alle 23

Pubblicato

il

La prima pagina del Mattino riporta della nuova disposizione di De Luca su bar e vinerie.

Il Governatore della Campania chiude la movida alle 23: « l Comuni chiudano le aree pubblici Bar e vinerie: stop anche all’asporto dove non si rispetta il distanziamento.

Sarà quindi adíeu movida. Almeno per ora. Una doccia fredda per gli operatori e il popolo della notte per la decisione del presidente De Luca: bar e vinerie devono chiudere inderogabilmente alle 23. Niente cocktail e calici di vino, nemmeno da asporto, dopo quell’ora. Perché a De Luca non sono passate inosservate le immagini di quello che è accaduto in questi giorni: frotte di ragazzi, nelle strade della movida delle città della Lombardia e del Veneto. Sui social circolano decine di video e foto che ritraggono piazze e vicoli pieni di ragazzi, molti senza mascherina.

Tutto come se nulla fosse o, peggio, come se tutto fosse ormai alle spalle. Lo ha chiaro anche il premier Conte che afferma «nessuno pensi che siano saltate le regole di precauzione». «Chiariamolo, non è il tempo dei party e della movida, altrimenti la curva risale», uscendo ¡eri dal Senato. E così ieri il presidente De Luca ha deciso di giocare di anticipo ed eliminare subito il problema alla radice fermando tutto sul nascere e fissando la chiusura alle 23. Solo per i bar. L’ordinanza arriva solo in tarda serata. Verso le 20 gli uffici regionali diramano una nota che disciplina le aperture previste a partire da oggi .

«Con l’Unità di Crisi è stata decisa da domani (oggi, ndr) la riapertura di ristoranti e pizzerie senza limiti di orario. L’orario di chiusura dei locali dove si svolge la cosiddetta movida, e in particolare bar, “baretti”, vinerie, gelaterie, pasticcerie, chioschi ed esercizi di somministrazione ambulante di bibite, resta fissato inderogabilmente alle ore 23», scrivono da palazzo Santa Lucia frenando gli entusiasmi degli operatori costretti dopo quasi tré mesi di stop a chiudere le saracinesche alle ore 23. Da domani, invece, riapriranno le aree marcatali non più soltanto per i generi alimentari e possono riprendere le attività anche le autoscuole. Ma attenzione perché la Regione avverte come «gli orari fissati per i locali pubblici saranno soggetti a periodica valutazione relazione alla situazione epidemiologica e al rispetto delle misure di sicurezza». E, sempre nell’ordinanza, si raccomanda ai Comuni <<l’adozione, laddove necessario, di provvedimenti di chiusura temporanea>> Infine viene confermata la zona rossa a Letino, nel Casertano.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Si introducono abusivamente a bordo di uno yacht, consumando cibo e bevande: due giovani nei guai

Pubblicato

il

Nella mattinata di ieri, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, sono intervenuti al molo Luise in via Mergellina, per la segnalazione di alcune persone che si erano introdotte abusivamente a bordo di uno yacht. I poliziotti, una volta giunti sul posto, sono stati avvicinati dal capitano dell’imbarcazione il quale, ha riferito di alcuni ragazzi saliti a bordo senza permesso e che hanno anche consumato cibi e bevande, lasciando briciole, cenere e mozziconi di sigarette a prua, danneggiando inoltre, in vari punti, la zona del tetto. Tuttavia, grazie alle informazioni fornitegli, gli agenti, sono riusciti a rintracciare due giovani romani di 17 e 20 anni, già noti alle forze dell’ordine, che li hanno denunciati per violazione di domicilio.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, scippo a Corso Umberto: due giovani rubano il cellulare ad una ragazza

Pubblicato

il

Nella serata di ieri, i Falchi della Squadra Mobile di Napoli, nel transitare in Corso Umberto, hanno sorpreso due giovani a bordo di uno scooter, mentre rubavano un cellulare dalle mani di una ragazza, dandosi poi alla fuga. Da qui, l’inseguimento, che ha visto i poliziotti riuscire a bloccarli in via Pietro Colletta, trovandoli in possesso del telefonino appena scippato. Pertanto, i due, entrambi napoletani di 18 anni, sono stati arrestati per furto con strappo e sanzionati per mancato utilizzo del casco protettivo; inoltre, il conducente, è stato sanzionato per guida senza patente poiché mai conseguita e il motociclo, è stato sequestrato.

Continua a leggere

Attualità

Grecia, violenta scossa di terremoto 6.1 sull’isola di Creta: almeno un morto

Pubblicato

il

Una violenta scossa di terremoto di magnitudo 6.1 della scala Richter, è stata registrata sull’isola di Creta, in Grecia. Il sisma, è avvenuto intorno alle 8 di questa mattina e ha portato con sé una vittima. Si tratta di un operaio che stava lavorando all’interno di una chiesa, il cui tetto è crollato dopo la scossa. Sul posto, è arrivato il Ministro della Protezione Civile Christos Stylianidis, insieme ai Vigili del Fuoco che, hanno definito la situazione come ‘molto difficile’, visto che ci sono altre tre persone rimaste intrappolate all’interno delle loro case.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante