Sono oltre 43 mila contagi sul lavoro denunciati all’Inail tra la fine di febbraio e il 15 maggio, lo rende noto lo stesso Ente per gli infortuni su lavoro, ricordando che sono circa seimila in più rispetto alla rilevazione del 4 maggio.

I casi di infezione con esito mortale registrati nello stesso periodo sono invece 171, 42 in più rispetto al monitoraggio precedente. La stragrande maggioranza, circa il 73%, riguarda il personale sanitario e socio-assistenziale di ospedali e case di cura con i tecnici della salute e i medici al primo posto tra le categorie più colpite.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.