Resta sintonizzato

Meteo

Meteo. Tra poche ore forti temporali e grandine.

Pubblicato

il

Domenica 24 maggio, come riportato da Meteo.it, il tempo sarà a tratti coperto al Nordest e sulle regioni adriatiche con occasionali temporali e calo termico di qualche grado.

Una raffica di temporali nelle prossime ore condizioneranno il meteo su alcuni angoli d’Italia. Molti rovesci temporaleschi continueranno a colpire tutto l’arco alpino anche se col passare delle ore il grosso dei fenomeni si sposterà dai settori ovest a quelli centro-orientali. Qui ci saranno anche forti rovesci, nubifragi e qualche grandinata. Sul resto del Paese il tempo continuerà invece a restare tranquillo e soleggiato praticamente per tutto il giorno.

Sulle regioni del sud il bel tempo sarà prevalente e il sole splenderà in un cielo sereno o poco nuvoloso. Le temperature minime saranno in aumento con punte di 26°C in Campania.

A Napoli e in provincia al mattino ci sarà bel tempo con cielo sereno o poco nuvoloso. Nel pomeriggio tempo soleggiato, a parte qualche modesto annuvolamento in transito. Alla sera nubi in aumento nelle zone settentrionali della Regione. I venti saranno in prevalenza deboli con locali rinforzi. Mari poco mossi.

 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Campania, scatta l’allerta meteo: la situazione

Pubblicato

il

Scatta l’allerta meteo in Campania, almeno questo è quanto emanato dalla Protezione Civile, che ha posto il livello di criticità idrogeologica per temporali di colore giallo, valevole dalle 10 alle 22 di domani. Pertanto, sono da tenere d’occhio diverse zone, tra cui l’Area Vesuviana e la Penisola Sorrentino-Amalfitana, dove si prospettano precipitazioni repentine e anche molto intense. Tuttavia, tali fenomeni temporaleschi, sono difficilmente prevedibili in termini spaziali e temporali, poiché caratterizzati da una grande rapidità di evoluzione. A questo quadro, sono associati possibili fenomeni d’impatto al suolo, come:

  • Caduta massi ed occasionali fenomeni franosi, anche in assenza di precipitazioni;
  • Ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale;
  • Inondazioni delle aree limitrofe a corsi d’acqua anche per effetto di criticità locali;
  • Allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno;
  • Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche, con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse;
  • Caduta di rami o alberi.

Continua a leggere

Meteo

Meteo. Weekend a rischio piogge su tutta Italia

Pubblicato

il

Weekend a rischio piogge. Nel corso del prossimo fine settimana, il passaggio di una goccia fredda minaccerà parte dell’Italia provocando, tra l’altro, precipitazioni localmente abbondanti.

Dalle analisi per sabato 18 e domenica 19 settembre emerge che l’autunno sta avanzando a grandi passi sull’Europa centro-settentrionale dove, già dai prossimi giorni, una serie di impulsi atlantici riuscirà a farsi strada nel campo anticiclonico, a suon di piogge temperature decisamente più fresche.

Questa configurazione è destinata a condizionare il tempo del prossimo weekend soprattutto nella giornata di sabato 18 quando ci aspettiamo un brusco peggioramento con l’irruzione di un fronte temporalesco che andrà a interagire con il caldo umido preesistente nei bassi strati dell’atmosfera. Lo scontro tra masse d’aria diverse rischierà di provocare precipitazioni intense sotto specie di temporali, grandinate e locali nubifragi al Nord e localmente anche sulle regioni tirreniche.


Altrove avremo invece una sorta di alternanza tra nubi ed ampie schiarite per buona parte della giornata, con maggiori spazi soleggiati al Sud.

Per domenica 19 settembre la nostra attenzione si concentra in particolare sul Trivenetodove il passaggio della goccia fredda, una sorta di area di bassa pressione ricolma di aria instabile e fresca, provocherà precipitazioni abbondanti anche a carattere di nubifragio tra Veneto e Friuli Venezia Giulia.
Con l’ingresso del fronte freddo, è previsto anche un deciso calo termico che porterà le temperature a scendere, avvicinandosi alle medie climatiche di inizio autunno al Centro-Nord.
Al Sud, invece, grazie alla presenza dell’anticiclone africano, sembrerà ancora di essere in pieno agosto, con tanto sole e con temperature massime fin verso i 30/32°C durante le ore più calde.

Insomma, una raffica di sorprese per il prossimo fine settimana, come peraltro nella tradizione del mese di settembre. Ma attenzione, per un cambio stagionale vero e proprio bisognerà attendere ancora, probabilmente la prossima settimana.

Continua a leggere

Meteo

Meteo: da martedì 14 piogge battenti su tutta Italia

Pubblicato

il

ROMA – Ormai non ci sono più dubbi, nel corso della prossima settimana cambierà tutto, con le condizioni meteo che peggioreranno da martedì 14 settembre, sotto i colpi di una forte perturbazione atlantica. Prepariamoci dunque ad un assaggio autunnale con piogge battenti, stavolta pronte a colpire tutta l’Italia.

Ma facciamo il punto della situazione per capire meglio cosa aspettarci tracciando una tendenza aggiornata su precipitazioni e temperature.

Dopo un inizio di settimana tutto sommato tranquillo, caratterizzato da poche e isolate precipitazioni a carico solamente sulle coste tirreniche del Sud, la nostra attenzione si concentra da martedì 14, quando le prime avvisaglie di un vasto fronte atlantico interesseranno le regioni del Nordovest, provocando piogge intense già durante il pomeriggio/sera, in particolare su Liguria e Piemonte.

Ma sarà da mercoledì 15 settembre in poi che la perturbazione riuscirà a sfondare definitivamente sull’Italia, dando il via ad una fase di diffuso e intenso maltempo. Il vortice ciclonico, in discesa dal Nord Atlantico, si approfondirà ulteriormente sul mar Tirreno, richiamando intense e umide correnti meridionali che andranno ad esaltare i contrasti tra masse d’aria diverse.

Ecco quindi che potrebbero prender vita imponenti celle temporalesche in grado di scaricare al suolo ingenti quantità d’acqua nel giro di poche ore: le tanto temute alluvioni lampo. Secondo gli ultimi aggiornamenti andrà prestata massima attenzione soprattutto su LiguriaAlpi e Prealpi lombarde e piemontesi e successivamente anche sui settori tirrenici di Toscana, Lazio e Campania dove potrebbero cadere fino ad oltre 100 litri per metro quadrato in pochissimo tempo.

Nei giorni successivi il peggioramento si estenderà a tutto il nostro Paese. Insomma, ecco servito il primo generale impulso instabile prettamente autunnale.

Anche le temperature infatti sono previste in sensibile calo e, specie dove insisteranno le precipitazioni, si porteranno fin sotto le medie climatiche di riferimento.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante