Secondo le stime dell’Ufficio parlamentare di bilancio (Upb) inerenti al decreto Rilancio, presentate nella sala del Mappamondo alla Camera, davanti alla commissione Bilancio dal presidente Giuseppe Pisauro, è stato stabilito che circa un terzo delle famiglie italiane beneficerà delle misure di sostegno al reddito dei due decreti, il decreto Cura Italia e il decreto Rilancio, che le prevedono. Pisauro ha affermato che le analisi sulla corposa manovra, valutata in 55 miliardi di spese per l’anno in corso, sono “un work in progress e saranno valutate in modo più approfondito nel rapporto di primavera”.

Gli interventi stanziati dal governo – continua Pisauro, si concentrano nell’anno 2020 e hanno coperture molto ridotte“. “La parte preponderante dei provvedimenti adottati – secondo il presidente dell’Upb – riguarda misure di spesa“.

Ha poi aggiunto: “Dovremo fare una analisi comparata sugli interventi degli altri Paesi europei ma ho l’impressione che quanto a sostegno al reddito dei lavoratori l’Italia non abbia messo in campo, come ammontare, interventi minori dagli altri Paesi europei, anzi penso abbia effettuato uno stimolo più ampio. Mentre sugli aiuti di Stato siamo distanti. Altra cosa – ha aggiunto Pisauro – è vedere se e quando arriveranno a distribuzione questi aiuti al reddito”

Si attendono però ancora i decreti attuativi, che ad oggi tardano ad arrivare.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.