Resta sintonizzato

Società

La fortuna premia Salerno: “5” al Superenalotto da 78 mila euro

Pubblicato

il

Ancora nessun sei da ben 52 milioni di euro al Superenalotto, ma abbiamo un cinque da 78.201,74 euro.

La schedina vincente è stata giocata a Salerno, in via Michele Pironti 4, l’uomo nonostante abbia sfiorato il “6” milionario ha comunque agguantato una somma di tutto rispetto.

La fortuna ancora una volta ha baciato la Campania, in attesa di quel tanto sperato “sei” milionario

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Alessia Marcuzzi saluta Mediaset dopo 25 anni: “Ringrazio tutti per quello che mi hanno dato”

Pubblicato

il

Alessia Marcuzzi lascia Mediaset dopo 25 anni. Questa la notizia, trapelata nella giornata di ieri e confermata dalla diretta interessata poco fa, con un annuncio sui suoi profili Instagram e Twitter. Ecco le sue dichiarazioni:

“Ho deciso di prendermi un momento per me, perché non riesco più ad immaginarmi nei programmi che mi venivano proposti. È per questo motivo – non vi nascondo con grandissima sofferenza – che ho deciso di comunicare all’Editore e all’Azienda di voler andare via, salutandoli con stima ed affetto e ringraziandoli per aver avuto fiducia in me in tutti questi anni”.

E, quindi, ringrazierò sempre tutti per la crescita professionale che mi hanno fatto fare. Credo però, che questa pandemia, oltre a tutto il male che ha portato, ha dato la possibilità ad alcuni di noi di guardarci dentro e di capire davvero chi siamo e chi vogliamo diventare. Io lo sto facendo e spero di non deludere me stessa e quella che sono”.

Continua a leggere

Afragola

Afragola. Reliquie di Sant’Antonio in Piazza Municipio

Pubblicato

il

Domani, mercoledì 30 giugno, alle ore 12, in Piazza Municipio, ad Afragola, ci sarà la Celebrazione Religiosa in onore delle Reliquie di Sant’Antonio.

Uno dei luoghi privilegiati per la devozione al Taumaturgo Antonio è, infatti, il Santuario di Afragola (nel 2004 elevato al titolo e alla dignità di Basilica).

In questo luogo, nel corso degli anni, sono state conservate numerose e diverse Reliquie considerate appartenenti al corpo del venerato e amato Sant’Antonio.

Secondo la storia, così come riportata anche sul testo “Il Santuario di S.Antonio in Afragola” (1968) di Padre Gioacchino D’Andrea, la Serva di Dio Suor Maria Diletta, nel 1928, ottenne dai Frati Conventuali di Padova, custodi di quel sacro luogo, un cospicuo frammento di calotta cranica, una tibia e una vertebra.

Queste reliquie furono solennemente autenticate da Mons. Giuseppe Petrone, Vescovo di Pozzuoli, che nel 1931, in occasione del settimo centenario della morte del Santo, le ripose in un artistico e prezioso reliquiario d’argento costituito da una custodia sormontata da una Croce gemmata con un’ametista al centro, sostenuta da una statua dorata del Santo, sotto cui si vedeva un grosso topazio.

La custodia aveva forma amigdalina ed era composta da tredici gigli ognuno dei quali si dischiudeva intorno ad un topazio. L’importante reliquiario arrivò al Pontificio Oratorio del SS. Cuore di Gesù a Napoli e il prof. Mario Di Martino Conservatore di quell’istituto lo donò ad personam al Ministro Provinciale pro tempore della provincia francescana napoletana, fu cosi che il Ministro Provinciale Padre Emanuele Lombardi lo donò al Santuario di Afragola il 24 marzo del 1968.

L’autenticità di queste reliquie venerate negli anni ’70 è stata però successivamente smentita. Tuttavia negli anni ’90 dello scorso secolo in Santuario era conservato, in un piccolo reliquiario, un frammento osseo che si riteneva (per devozione) fosse, anche quello, un ossicino del cranio del Santo.

In preparazione all’ottavo centenario della nascita del Santo arrivarono ad Afragola, e vi sostarono per alcuni giorni, delle reliquie provenienti da Padova. In quei giorni, che sono rimasti memorabili nella storia antoniana della città, migliaia di persone affluirono in Santuario per venerare le sacre reliquie e cosi per espressa richiesta ed interessamento del Ministro Provinciale Padre Rufino Di Somma e con il benestare dei Frati di Padova fu donata al Santuario una insigne reliquia del Santo: un pezzo di massa muscolare toracica di circa 6 cm. Nell’anno dell’ottavo centenario (1995), nel mese di febbraio, i fedeli afragolesi si recarono a Padova (oltre 600) per ricevere in consegna la sacra reliquia che ancora oggi viene venerata dai cittadini.

Continua a leggere

Cultura e spettacolo

Nola. Festival delle lettere d’amicizia e delle arti in onore di San Paolino: l’iniziativa della Fondazione Festa dei Gigli

Pubblicato

il

La Fondazione Festa dei Gigli presenta, mercoledì 30 giugno alle ore 18.00, presso la Sala dei Medaglioni della Curia Vescovile, il progetto del Festival delle lettere d’amicizia e delle arti in onore di San Paolino.

Nel corso dell’incontro saranno illustrati i particolari del Festival che ha l’obiettivo di coinvolgere, in un’ampia iniziativa culturale, studenti, scrittori emergenti, artisti. Un percorso che favorirà una maggiore conoscenza e divulgazione del pensiero e dell’opera di San Paolino.

Dopo i saluti istituzionali del Vescovo Francesco Marino, del sindaco Gaetano Minieri, e del Presidente della Fondazione Festa dei Gigli, Nicola Argenziano, don Lino D’Onofrio, vice presidente della Fondazione Festa dei Gigli, presenterà il progetto.

A seguire gli interventi del professore Ruggiero DoronzoImago epistolae: la comunicazione epistolare nell’arte” e della professoressa Maria Carolina Campone Sussurrare la fede: Paolino di Nola e la nascita dell’epistola moderna”.

Durante la presentazione saranno esposte alcune opere dell’artista Luigi Cicchetti.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante