Resta sintonizzato

Attualità

“Noi dobbiamo reinventare il Paese che vogliamo”. Le dichiarazioni di Conte a conclusione degli Stati Generali

Pubblicato

il

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, si è espresso a conclusione dei lavori per la consultazione nazionale.

Sono stati lavori molto intensi. Ci siamo aperti alla società civile, al mondo produttivo,  al mondo della cultura. Abbiamo iniziato sabato, incontrando tutte le massime autorità europee e nazionali“.

L’obiettivo era la riprogettazione, degli enti pubblici ma anche del privato. A conclusione sono stati ascoltati i rappresentanti delle varie associazioni delle professioni sanitarie. Ciò che è stato messo in risalto è la creatività, la resilienza e la forza.

“Parlando di forza permettetemi di mandare un abbraccio ad Alex Zanardi, per il suo coraggio, la sua forza d’animo, la sua resilienza. E’ l’esempi della migliore Italia, è un eroe del quotidiano che in questo momento sta affrontando un’altra grande prova. Siamo con lui” ha detto il Presidente rivolgendo il suo pensiero al campione.

Per poi continuare “E’ stato un confronto all’insegna della concretezza, della franchezza, della operosità. Abbiamo parlato di progetti concreti“.

Sono stati incontrati singoli commercianti, estetiste, operatori del turismo, scegliendoli tra le tante mail arrivate. Si è parlato così di alcune misure che servirebbero nell’immediato ma è stato presentato anche il piano del rilancio.

Ci siamo confrontati su quello che abbiamo attraversato, su quello che abbiamo vissuto, ma abbiamo rivolto anche lo sguardo tutti insieme al futuro” ha detto il Presidente del Consiglio-

Alessandro Baricco ha fatto un discorso molto suggestivo ed il premier ha scelto di riutilizzare le sue parole: “Abbiamo, attraversando questi mesi, aperto all’impossibile il panorama della nostra mente. Abbiamo allargato all’impensabile il raggio della nostra azione. Il piano di rilancio non è una semplice raccolta di riforme. […] Non è affatto sufficiente riformare il paese. Noi dobbiamo reinventare il Paese che vogliamo. Perchè quella che abbiamo vissuto è stata un’esperienza troppo dura e quella che stiamo affrontando una sfida troppo impegnativa per accontentarci di qualche semplice riforma“.

Il dialogo ha rafforzato gli obiettivi d’intervento: “Sono stati condivisi tre grandi obiettivi: dobbiamo rimodernizzare il Paese, dobbiamo lavorare per una robusta transizione energetica, dobbiamo lavorare per rendere l’Italia più inclusiva“.

Tra i progetti che hanno ricevuto più ampio consenso quelli dell’alta velocità e delle infrastrutture. Ampio consenso ha ricevuto anche il piano cashless: “dobbiamo favorire i pagamenti digitali per contrastare l’economia sommersa” ha detto Conte in merito a quest’ultimo.

Altro grande obiettivo è quello della realizzazione di una rete di fibra ottica, per appianare il divario digitale vissuto in questi mesi: “Dobbiamo rendere accessibile a tutti, con poco costo, l’accesso ad internet“.

Il più grande consenso è stato quello verso il progetto del governo di rivedere l’abuso d’ufficio, oltre al progetto di semplificazione e di riduzione della burocrazia.

Per quanto riguardo il secondo progetto, quello della transizione energetica, molto apprezzata l’impresa 4.0 plus, per cercare di rendere strutturali tutti gli incentivi e le agevolazioni per le imprese che mostreranno una spiccata vocazione e propensione per la digitalizzazione e per il green.

A Ravenna nascerà il più grande centro di cattura e stoccaggio di CO2, quindi avremo l’energia blu e l’idrogeno integrali“.

Per quanto concerne il terzo pilastro, Italia più inclusiva, è stata chiesta la riduzione del cuneo fiscale con beneficio per i lavoratori. Tra i progetti che hanno riscosso più grande sostegno quello di ridurre la povertà educativa, bisogna investire nell’Università, nella ricerca e nella scuola. Uno dei più importanti è un voucher di 500 euro per tre anni per le donne che aspirano a diventare manager.

Bisogna poi investire molto di più nel diritto allo studio, sia per le borse di studio che per le residenze universitarie.

Alle domande di alcuni giornalisti presenti ha risposto che non è il caso di premere per misure precise in quanto bisogna ancora avere una versione definitiva del Piano di Rilancio e lo stesso Recovery Fund sarà presentato a settembre.

Quando una delle giornaliste gli chiede se è sereno sulle sorti del Governo, anche in vista dell’autunno caldo che si prospetta, il Presidente risponde che non segue nel dettaglio la vita interna dei partiti di maggioranza ed anche del PD, ma è assolutamente fiducioso. “Si sta lavorando in un clima costruttivo e positivo. Qualche notazione critica avviene in tutte le famiglie. Ed il PD è una forza assolutamente affidabile“.

Tra i tanti incontri è però mancato, come sottolinea una giornalista del TG5, l’incontro con le opposizioni: al Senato ci sono temi che dividono la maggioranza.

Non hanno raccolto il mio primo invito, loro dedicato. Prima addirittura che iniziassi ad incontrare tutti gli altri ospiti. Tornerò ad offrire un’ulteriore occasione di confronto. Per evitare la sensazione di “passerella” sarebbe più opportuno incontrarsi con ciascuna forza. Nella speranza che questa volta coglieranno l’invito. Confido di farlo anche presto: questa stessa settimana” ha affermato Conte.

Tra le ultime domande, quella in merito all’incontro con Confindustria e con gli industriali, cui risponde: “L’importante è che tutti lavoriamo, anche gli industriali, per un obiettivo molto chiaro cioè un’Italia più moderna, un’Italia più digitale, un’Italia con infrastrutture più sicure, un’Italia più verde ed un’Italia più inclusiva. Il governo deve farsi carico non solo degli interessi di una determinata categoria ma degli interessi di tutto il Paese“.

 

Attualità

La proposta di Biden. Tra poco al Summit a Porto si discuterà dei vaccini

Pubblicato

il

Si sono espressi molti Leader mondiali, sulla proposta di Biden sul ritiro dei brevetti dei vaccini.

La scena mondiale si è divisa sulla proposta. In Europa soprattutto ci sono più opinioni discordanti. la Leader Tedesca Merkel è scettica sulla proposta mentre, altri come Putin si è complimentato con il Presidente degli USA.

Anche il direttore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) Tedros Adhanom Ghebresius. Tedros ha parlato di «decisione storica» e ha riconosciuto «la saggezza e la leadership morale degli Usa al lavoro per superare la pandemia». Parole impensabili fino a pochi mesi fa, quando l’ex-presidente Trump aveva sostanzilamente ritirato gli Usa dall’Oms.

I manager delle società farmaceutiche. L’ad della Pfizer si è detto «per niente favorevole» alla moratoria sui brevetti, ritenuta una «promessa vuota»: «Non ci sono impianti nel mondo che possano produrre vaccini a mRna, al di là di quelli che possiamo costruire noi». «I governi continueranno a comprare le nostre dosi di vaccino per anni anche se i brevetti saranno sospesi» spiegano dall’altra azienda produttrice Moderna, in quanto le società concorrenti incontreranno molti ostacoli nel mettere a punto la produzione su larga scala. A Wall Street, i prezzi delle azioni delle due aziende dopo un crollo iniziale hanno recuperato terreno e già nel pomeriggio di ieri registravano cali tutto sommato contenuti entro l’1,5%.

Continua a leggere

Attualità

Campagna vaccinale, De Luca: “La Campania ha superato i 2 milioni di somministrazioni”

Pubblicato

il

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, fa il punto della situazione nel consueto appuntamento del venerdì su Facebook. Ecco le sue parole:

“La Campania ha superato i 2 milioni di somministrazioni di vaccino, solo ieri sono state sfiorate circa 50 mila vaccinazioni. Possiamo vantare come Regione, il miglior risultato in Italia per quanto riguarda le vaccinazioni degli over 80, nonostante la Campania abbia ricevuto un minor numero di dosi a disposizione. Prendiamo atto con soddisfazione che oggi tutti siano d’accordo ad immunizzare le isole. Siamo l’unica Regione dove è partita la vaccinazione nelle imprese, a partire da quelle di trasporto. Vanno privilegiati i comparti turistico e alberghiero, altrimenti rischiamo di perdere la stagione estiva, ma per fortuna ci sono arrivati tutti quanti. La campagna vaccinale procede molto bene, nel 90% dei casi i nostri cittadini possono testimoniare di aver ricevuto un servizio efficace e funzionale, in alcune realtà sembra quasi di essere in Svizzera o in Svezia per la qualità del servizio fin qui offerto. Tra i motivi di soddisfazione, vi è pure il fatto che la nostra Regione, ha il livello più basso di terapie intensive e di morti per Covid. Abbiamo la qualità del servizio d’informazione regionale più avanzato d’Italia”. Procederemo sulla nostra linea, cioè quella d’immunizzare le isole e i luoghi di turismo; inizieremo domani con Capri e tra due settimane con Ischia”.

Altro chiarimento: “La Regione Campania, ha fatto un accordo per fornire altri vaccini oltre a quelli europei, abbiamo subordinato l’approvazione del vaccino Sputnik ad Aifa. Abbiamo pensato allo Sputnik, perché la più importante rivista scientifica del mondo attesta a Sputnik il 92% di efficacia nel contrasto al virus. La Germania ha acquistato milioni di dosi di Sputnik, mentre a San Marino metà della popolazione si è vaccinata con Sputnik. L’Italia deve svegliarsi”.

Continua a leggere

Attualità

Ricordate Silvia Romano? L’ex cooperante italiana si è sposata

Pubblicato

il

Silvia Aisha Romano la 26enne ex cooperante italiana che fu presa prigioniera e liberata l’anno scorso, ora è un insegnante. Silvia si è sposata con da poco con un suo vecchio amico di scuola.

L’ex cooperante con il marito vivono nella periferia di Milano. Il marito si è convertito anche lui all’Islam.

L’incontro con Paolo è avvenuto proprio al suo rientro in Italia. I due avrebbero cominciato a frequentarsi e quell’amicizia che li legava fin da bambini, si sarebbe trasformata in qualcos’altro che li ha portati, poi, alla decisione di sposarsi. Il ragazzo per amore si sarebbe convertito all’Islam.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante