Resta sintonizzato

Attualità

NAPOLI. Donna accusa un malore in un noto locale: salvata da due giovani medici

Pubblicato

il

Sabato sera ci sono stati attimi di panico e paura in un noto locale napoletano.

Una giovane ragazza ha accusato un malore ed è stata salvata da due medici presenti nel locale, che si sonoaaccorti della situazione e sono immediatamente intervenuti.

La notizia è stata raccontata dal Consigliere Comunale e Presidente della Commissione Ambiente Marco Gaudini, che, attraverso la sua pagina Facebook, ha affermato:

Ieri sera abbiamo deciso di trascorrere una serata insieme ai nostri amici. Una serata di spensieratezza in un locale con un po’ di musica per provare ad esorcizzare anche tutte le paure del brutto periodo che è alle nostre spalle.

Ad un certo punto in un tavolo vicino al nostro una ragazza ha avuto un malore, fortunatamente tra i miei amici c’erano due medici, giovani ma con una grande preparazione e soprattutto con un grande cuore! Senza pensarci un attimo l’hanno subito soccorsa, hanno subito capito che la cosa era grave, molto grave.

“Chiamate subito l’ambulanza” è stata la prima cosa che ho sentito mentre le praticavano le manovre di rianimazione… Ho provato per più di 15 minuti a chiamare il 118… nessuna risposta.. “tutti gli operatori sono occupati”.. con un telefono chiamavo l’emergenza sanitaria e con l’altro il 112 anche lì nessuna risposta… ho chiamato il 113 e finalmente qualcuno ha risposto… in pochi minuti si sono messi in contatto con il 118 e dopo poco è finalmente arrivata l’ambulanza.

Intanto i due medici, un uomo ed una donna straordinari, non hanno mai smesso di soccorrerla. E se oggi questa persona è viva è solo grazie a loro… Non so cosa sia successo, non so perché per ben 20 minuti circa nessuno rispondeva. Non voglio dare colpe a nessuno, ma credo che le istituzioni, la politica, sopratutto quella regionale, debba occuparsi anzitutto di questo!

L’emergenza sanitaria deve essere messa in condizione di rispondere a tutte le richieste di aiuto perché qui si tratta di vita o di morte!

Così come credo sia necessario obbligare tutte le attività aperte al pubblico con un’ampia capienza, ad avere un defibrillatore… in tal senso presenterò in consiglio un’ordine del giorno e proporrò una modifica del regolamento comunale.

Sono secondi, attimi che possono salvare vite umane. Senza questi due giovani medici questa persona non c’è l’avrebbe mai fatta. Sono orgoglioso di loro, del loro lavoro e soprattutto della loro amicizia! Grazie ragazzi!“.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Folle inseguimento in strada: arrestato 29enne di Cimitile

Pubblicato

il

I carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Nola, hanno arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale, danneggiamento aggravato e lesioni personali, Antonio Pignatelli, 29enne di Cimitile già noto alle forze dell’ordine.

Secondo le prime informazioni, i militari, hanno individuato l’auto con all’interno il sospettato, ma questi, alla loro vista, ha iniziato a fuggire ed è partito l’inseguimento. La corsa, è durata 40 minuti e, nonostante fosse braccato, l’uomo non si è arreso e ha continuato a speronare più volte l’auto degli agenti. L’inseguimento, è terminato a Cimitile, con la cattura del 29enne. Pertanto, Pignatelli, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Attualità

Sorpresi a spacciare in strada: due giovani in manette

Pubblicato

il

I carabinieri della stazione di Macerata Campania, in provincia di Caserta, hanno tratto in arresto in flagranza di reato per spaccio di sostanze stupefacenti, un 20enne di origini marocchine e residente a Curti, oltre ad un 28enne albanese e residente a Portico Caserta.

I due, sono stati sorpresi mentre cedevano, dietro pagamento di 15 euro, un involucro contenente hashish del peso complessivo di 0,5 grammi ad un acquirente, prontamente segnalato alla Prefettura. Pertanto, gli arrestati, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Attualità

Campania, ansia per Antonio: l’uomo svanito nel nulla da un mese

Pubblicato

il

Continuano le ricerche a Cervinara, in provincia di Avellino, per la scomparsa di Antonio Moscatiello, svanito nel nulla ormai da un mese. Un testimone, dice di averlo visto lo scorso 27 giugno, incamminarsi lungo la strada che va da via Partenio fino a località Coppola. Da allora nessuna traccia.

Permane il mistero, visto che nessuno, dice di averlo visto salire su un autobus o di avergli dato un passaggio, mentre la possibilità che abbia addirittura cambiato Paese, non trova riscontri concreti. Tuttavia, finché non si troveranno prove sufficienti, il caso non potrà essere riaperto.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante