Resta sintonizzato

Attualità

Ercolano. Contrabbandiere aggredisce gli agenti con un ombrello. Sequestrati 400 kg di sigarette

Pubblicato

il

I Carabinieri della tenenza di Ercolano hanno scoperto un ingente quantitativo di bionde da contrabbando.

Il ritrovamento di oltre 400 chili di sigarette, sprovviste del contrassegno dei Monopoli di Stato, ha consentito l’arresto per contrabbando di Tabacchi Lavorati Esteri, di tre soggetti, due dei quali arrestati anche per resistenza al Pubblico Ufficiale, residenti a Ercolano: il 43enne G.S., il 36enne N.S. ed il 26enne P.S., già noti alle Forze dell’ordine.

Allertati dal 112 per dei movimenti sospetti in via San Vito i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato all’interno di una stalla in uso a G.S. più di 11chili di sigarette.

La scoperta di quanto trovato ha spinto i militari ad estendere i controlli anche a casa di P.S. , cugino e probabile “socio” del 43enne. Lì, i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato altri 3 chili di bionde. Durante le operazioni il 26enne ha spintonato e minacciato di morte i militari che lo hanno bloccato ed arrestato.

Il fatto è subito apparso abbastanza chiaro agli uomini dell’Arma che conoscevano bene il nucleo familiare in questione: agivano insieme e non era da escludere che ci fossero altre sigarette nascoste.

Rintracciato N.S., fratello del 26enne, in via Aveta mentre era a bordo della sua auto è stato trovato in possesso di ben 40 chili di bionde da contrabbando. Anche in questo caso il 36enne ha opposto resistenza arrivando addirittura a sputare addosso ai carabinieri tentando di aggredirli armato di un ombrello. Ciò nonostante, gli uomini hanno mantenuto la calma e lo hanno arrestato.

Perquisito, infine, un garage in via Bordiga in uso alla madre dei due ercolanesi arrestati, hanno trovato 350 chili di sigarette pronte per essere vendute. La donna, 54enne del posto e già nota alle forze dell’ordine ed è stata denunciata.

I tre uomini sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Napoli, paura in strada: intera famiglia inghiottita da una voragine

Pubblicato

il

Paura a Fuorigrotta, dove nella serata di ieri, un’intera famiglia, composta da mamma, papà e bambino, è stata inghiottita con l’auto in una voragine che si è improvvisamente aperta in strada. Secondo una prima ricostruzione, pare che l’asfalto abbia ceduto proprio mentre stava transitando la Fiat Panda, all’interno del complesso di edilizia popolare del Rione Luaro. Pertanto, è stato decisivo l’intervento dei Vigili del Fuoco per estrarre la famiglia dalle macerie. Tuttavia, si pensa che il cedimento, sia stato causato da un’infiltrazione di acqua nel sottosuolo: infatti, è stato necessario staccare l’acqua a circa 850 famiglie residenti nelle vicinanze, per controllare la rete fognaria e le condotte idriche.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, sale sul bus senza biglietto e rompe i vetri a pugni: i particolari

Pubblicato

il

Furiosa lite in autobus avvenuta questa mattina a Napoli, nei pressi di Cappella Cangiani, che ha portato al ferimento di due persone. Stando ad una prima ricostruzione, un passeggero senza biglietto, alla vista dei controllori, ha cercato di uscire fuori per scampare al controllo. Tuttavia, questi, si è visto chiudere le porte in faccia dal conducente e a quel punto, il fuggitivo, ha inveito contro i controllori scagliando diversi pugni sul vetro della porta posteriore. Pertanto, la rottura del vetro, ha causato il suo ferimento, oltre a quello di un controllore e di un altro passeggero, colpiti dalle schegge.

L’episodio, è stato reso pubblico dal sindacalista del Coordinamento Regionale Usb Lavoro Privato, Marco Sansone. Ecco le sue parole: “Siamo stanchi di dover assistere ad aggressioni di questo tipo ai danni di personale front line e di mezzi aziendali. Quanto accaduto oggi, non è soltanto dovuto alla follia di qualcuno, ma anche alla carenza di investimenti sulla sicurezza del personale, costantemente sotto organico, condizione inadeguata rispetto alle reali esigenze di servizio. A tal fine, chiederemo al Consorzio Unico Campania, l’utilizzo del personale ex Giraservice, oggi in cassa integrazione, al fine di garantire e potenziare la sicurezza dei passeggeri e degli operatori del trasporto pubblico locale”.

Continua a leggere

Attualità

Incendio nel napoletano: il fumo avvolge la zona a nord di Napoli

Pubblicato

il

Un’intensa coltre di fumo nero, ha invaso nel pomeriggio la zona a nord di Napoli, rendendo l’aria irrespirabile. Infatti, è divampato un incendio nella zona della Circumvallazione Esterna, nei pressi di Scampia. Tuttavia, sono ancora da chiarire le cause del rogo, anche se il fumo e la nube, sono visibili nei cieli dei quartieri limitrofi e nei comuni sottostanti.

A tal proposito, è intervenuto il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, che ha così commentato:

Un nuovo incendio, è in corso nella zona di Napoli Nord. L’ennesimo rogo di questa estate, è divampato nel pomeriggio di mercoledì 4 agosto. Un rogo che ha generato una nube di fumo nero, rendendo l’aria irrespirabile per i residenti. Il fumo, si vede a km di distanza. Presumibilmente, si tratta di materiali raccolti e bruciati nei pressi del campo rom di Scampia“.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante