Resta sintonizzato

Attualità

L’omicidio. 63enne uccide il vicino di casa fracassandogli la testa

Pubblicato

il

L’omicidio è accaduto nella serata di ieri, 29 giugno, in provincia di Parma.

In località Setterone, alle pendici del Monte Penna, nel territorio del comune di Bedonia, un uomo ha ucciso il vicino di casa di 70 anni fracassandogli il cranio con un grosso corpo contundente.

M.S., 63enne residente in zona, ha preso un grosso corpo contundente, poi ritrovato dai carabinieri sul fondo del fiume, ed ha colpito ripetutamente il vicino di casa fino a provocarne la morte.

Il corpo della vittima è stato ritrovato lungo una strada della piccola frazione: i sanitari della Croce Rossa di Bedonia sono arrivati sul posto in pochi istanti, insieme ai carabinieri di Borgotaro, ma non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del 70enne.

Gli agenti hanno effettuato subito i rilievi sulla scena del crimine, avviando le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Parma. Il primo elemento, fondamentale, è stata l’individuazione dell’arma del delitto.

Nonostante la fitta vegetazione e il fiume i carabinieri sono riusciti a trovare un grosso corpo contundente, utilizzato dal 63enne per uccidere il suo vicino di casa. Al ritrovamento, l’oggetto era ancora sporco di sangue: la Scientifica dei carabinieri lo ha analizzato ed ha verificato che si trattava dell’arma del delitto, trovata sul fondo del fiume.

Le indagini si sono così concentrate sul vicino di casa: i carabinieri, armati e con i giubbotti antiproiettile, hanno fatto irruzione nell’abitazione dell’uomo, che non ha avuto il tempo di opporre resistenza.

In casa la Scientifica ha trovato tracce di sangue ed altri elementi che lo collegavano all’omicidio. Nei suoi confronti la Procura ha emesso un provvedimento di fermo come indiziato di delitto. Durante la notte l’uomo, accompagnato dal suo avvocato, ha confessato l’omicidio del vicino di casa ed è stato arrestato.

Non è chiaro se il movente del brutale omicidio sia legato a questioni di liti tra vicini o se ci siano altri elementi: gli investigatori stanno lavorando dalla serata di ieri per cercare di ricostruire tutte le fasi del delitto.

 

 
 

 

 
Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attualità

Festa Nonni. Pro Vita Famiglia: serve Sottosegretario per anziani poveri e soli

Pubblicato

il

«In Italia vi sono oltre 12 milioni di nonni che hanno un valore socio-economico enorme. Essi rappresentano le nostre radici e la spina dorsale del nostro Paese, ma vengono spesso dimenticati dalle autorità. Di questi, infatti, più di un milione – secondo l’Istat – sono soli, indigenti, con difficoltà motorie, privi di aiuti adeguati per affrontare anche le più normali attività quotidiane come la cura della persona o della casa. Non solo, come se non bastasse quasi mezzo milione di loro rischia di finire in case di riposo o RSA per l’assenza di sostegni sociali domiciliari.

Chiediamo al nuovo Governo di farsi carico di queste situazioni delegando un Sottosegretario al Ministero delle Politiche Sociali alla cura di tutti gli anziani, soprattutto quelli soli, poveri e portatori di disabilità», lo dichiara Antonio Brandi, Presidente di Pro Vita & Famiglia Onlus, presentando la campagna “Grazie a Dio ci sono i nonni” che, in occasione della Festa dei Nonni di domani 2 ottobre, vuole sensibilizzare sull’importanza della cura sociale e della valorizzazione culturale dei cittadini anziani.

«La campagna – spiega Brandi – è già partita con una serie di affissioni a Roma, Milano, Napoli e provincia e proseguirà nei prossimi giorni con una petizione popolare. Oltre alla richiesta di delegare un Sottosegretario alla cura degli anziani, chiediamo anche altri interventi di prossimità, come il potenziamento di servizi di assistenza pratica a livello nazionale e locale ed iniziative a livello culturale ed istituzionale insieme ad eventi celebrativi sul ruolo sociale degli anziani, che coinvolgano le scuole e la cittadinanza. Presenteremo l’intera campagna il prossimo 12 ottobre con una conferenza stampa presso l’Hotel Cristallo in piazza Montecitorio insieme al presidente dell’Istat Gian Carlo Blangiardo, che offrirà una panoramica sulla situazione della “terza età” in Italia, con un particolare focus sull’apporto degli anziani alla società», conclude Brandi.

Continua a leggere

Attualità

Nord Stream, enorme ‘nuvola’ di metano su Svezia e Norvegia: la situazione

Pubblicato

il

‘Grande nuvola’ di metano innalzatasi nel cielo del Nord Europa, in particolare in Svezia e Norvegia, a seguito della fuga di gas dai gasdotti Nord Stream 1 e 2. Infatti, il 96% di quel gas era metano.

Tuttavia, stando ai calcoli dello scienziato del clima Stephen Matthew Platt, si tratta di circa 40 mila tonnellate di metano rilasciate dal sospetto sabotaggio. Ecco quanto ha dichiarato il capo del servizio di Intelligence estero di Mosca Sergey Naryshkin:

“Le emissioni corrispondono al doppio delle emissioni annuali di metano dell’industria petrolifera e del gas in Norvegia. Sono livelli record, mai visto niente di simile prima in Norvegia e Svezia. La Russia ha ‘materiale’ che indica il coinvolgimento dell’Occidente nel sabotaggio degli oleodotti Nord Stream”.

Poi, aggiunge: “Abbiamo già alcuni materiali che indicano la pista occidentale nell’organizzazione e nell’attuazione dell’attacco terroristico. A mio parere, l’Occidente sta facendo di tutto per nascondere i veri responsabili e organizzatori di questo attacco terroristico”.

Continua a leggere

Attualità

Putin annette i territori ucraini occupati: cresce l’attesa per il suo discorso

Pubblicato

il

Vladimir Putin sfida il mondo. Almeno questo è quanto emerso dall’ultima decisione del capo del Cremlino, circa l’annessione alla Russia dei quattro territori ucraini dove si sono svolti i referendum, definiti dalle cancellerie occidentali delle ‘farse’.

Pertanto, gli accordi saranno firmati oggi con una cerimonia in pompa magna nella Sala di San Giorgio al Cremlino, alla presenza dei capi delle quattro entità, accompagnati da una festa popolare sulla Piazza Rossa. Inoltre, sotto le mura del Cremlino, è stato allestito un enorme palco per le celebrazioni in piazza, con la scritta ‘Donetsk, Lugansk, Zaporizhzhia, Kherson, Russia, insieme per sempre’.

Infine, ci sarà il discorso del presidente russo Putin, che il suo portavoce ha preannunciato come ‘corposo’.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante