GIUGLIANO – Per la prima volta nella terza città più abitata della Campania c’è una coalizione che si interessa dei problemi della fascia costiera e lo fa rimarcando il desiderio, attraverso una lista specifica, di portare direttamente in Consiglio Comunale le istanze della gente del posto.

Infatti tra le sette liste che accompagneranno Nicola Pirozzi alle ultime elezioni spicca il nome di una lista a tema dedicata ai problemi che da una vita attanagliano la fascia costiera, ossia, Autonomia Fascia Costiera che prende il nome dall’associazione politica che da sempre lotta per il territorio e che è riuscita ad aggregare forze ed entusiasmo per questa sfida elettorale.

A tal proposito abbiamo intervistato il vicepresidente dell’associazione Alessandro Bartolomucci che tra l’altro è anche uno dei candidati consiglieri della lista a sostegno di Nicola Pirozzi sindaco:

Alessandro come mai, lei giovane professionista del luogo, ha scelto di scendere in campo con “Autonomia Fascia Costiera”?

“Io vivo sulla fascia costiera. La nostra zona è sempre stata maltrattata e la politica ha sempre disatteso le promesse verso i suoi abitanti. Non è mai stato fatto un piano programmatico di organizzazione sociale e turistica visto che il luogo ha il mare, lago e reperti storici (liternum). Paghiamo come città il fatto che il PUC non sia stato ancora attuato e il tutto si riferisca ancora al piano regolatore redatto nel 1981, dando la possibilità alla zona di svilupparsi in modo illegale. La politica giuglianese è sempre stata completamente assente, per avere un certificato è completamente impossibile. Devi fare 30 minuti di macchina, sperando che di non trovare il comune chiuso. Stiamo senza acqua da oltre 1 mese e nessuno dice niente”.

Quindi, secondo lei, cosa bisogna fare per migliorare la situazione?

“Autonomia e il Pd sono stati gli unici che nella storia hanno siglato un accordo politico alla luce del sole. Autonomia nasce perché vuole avere la libertà di decidere quali indirizzi siano meglio per le scelte amministrative del luogo. È impensabile, che le decisioni vengano prese a 30 km di distanza. Autonomia non vuole la seperazione, anzi vuole migliorare la nostra Città rendendola all’avanguardia.
Noi vogliamo che il taglio dell’erba non sia più un privilegio, che il piano spiaggia venga attuato in maniera seria rendendo finalmente il lungomare liberato dai muri. Vogliano quella villa comunale mai avuta. A noi è sempre stato negato un posto di aggregazione sociale in modo da farci sentire meglio quel senso di comunità. Vorremmo un impianto sportivo, lo stesso che oggi versa nel degrado più assoluto. Vogliamo un territorio controllato con telecamere collegate direttamente con la prefettura in maniera tale che non ci siano più sversamenti illeciti. Vogliamo creare lavoro, attraverso il turismo. Basti pensare che in una zona potenzialmente turistica come la nostra non è mai stato organizzato nessun evento o manifestazione. Dovremmo avere tutte le serate di agosto piene di iniziative per attrarre più turisti possibili e invece ci tocca vivere nel degrado. Vogliamo le fogne, da sempre negate”.

Insomma vogliamo prenderci in mano il nostro territorio – continua il vicepresidente – creando la giusta visione in modo che i nostri figli non subiscano le nostre stesse vessazioni. Nicola Pirozzi si è contraddistinto sempre in consiglio comunale, l’ho conosciuto così, quando disse a Poziello che il bilancio non era corretto a causa della politica scellerata.
Da allora giorno dopo giorno abbiamo lavorato per portare insieme questo progetto che ci vede uniti”.

Stasera grande evento presso la location “Luna di Miele” in via Ripuaria, invece quando si aprirà la campagna elettorale di Autonomia Fascia Costiera?

“Dalle ore 9:00 di domani ci sarà un nostro gazebo informativo dove incontreremo gente e raccoglieremo le istanze sulle problematiche del posto per continuare a stilare il nostro programma elettorale, le stesse istanze non faranno altro che arricchire il già corposo programma della coalizione del centro sinistra”.

Il Presidente dell’Associazione, invece, si è rivolto alla cittadinanza, attraverso una lettera aperta che di seguito riportiamo integralmente:

“Nel settembre prossimo ci sarà un momento importante nella vita della nostra città: decidere l’amministrazione che ci governerà nei prossimi cinque anni. Agli elettori si presenteranno circa 20 liste e quindi 600 candidati gireranno per le case alla ricerca di consenso. Tutte queste forze politiche e liste civiche spiegheranno il loro programma e la loro visione della città. Questa tornata elettorale presenterà una novità: una lista civica formata da candidati della sola fascia costiera: Autonomia Fascia Costiera. A tutti sono note le spinte autonomiste( separazione) e formazione di un comune a sé; spinte che partono, giustamente,da una cronica mancanza di decorosa amministrazione della zona costiera. Tale progetto non è realizzabile , e allora un gruppo di giovani residenti ( me escluso) hanno deciso di rimboccarsi le maniche , rinunciare alle solite lamentele e costituire un movimento civico locale con l’intento di essere parte integrante della macchina amministrativa, con le proprie idee , i propri programmi e ls propria visione della citta ( questo intendiamo Autonomia). Cari giovani elettrici rd elettori, noi,vostri genitori insediati n questo meraviglioso territorio ti dagl anni 80, vi dobbiamo delle scuse. Vi abbiamo lasciato un territorio devastato urbanisticamente alla ricerca di abilitazioni confortevoli e tranquille lontano dalle città, ma no abbiamo preteso le opere di urbanizzazione secondaria: fogne, illuminazione, viabilità, sicurezza servizi adeguati ad uns popolazione di circa 30mila residenti. Ci siamo affidati a politici di turno per svere l’ordinario venduto come straordinario. Basta adesso tocca a voi non come elettori ma come protagonisti di un progetto globale del territorio. Certo non abbiamo la pretesa di rappresentare tutti gli elettori della Fascia Costiera, noi abbiamo le nostre idee, i nostri programmi che desideriamo condividere con tutte le forze sane. In ogni caso la nostra visione hs trovato spazio e condivisione in una coalizione di centrosinistra e progressista he sposa l’idea di una città al servizio del cittadino. L’attenzione per la fascia costiera dimostrata negli anni dal Consigliere della Città Metropolitana e attualmente degno candidato alla carica di Sindaco, Nicola Pirozzi, è garanzia del nostro progetto. Vi aspettiamo

Da parte di Sossio Bencivenga”

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.