Resta sintonizzato

Attualità

Mangiano la pizza da Sorbillo e vengono ricoverati per intossicazione: il giallo

Pubblicato

il

Mangiano la pizza da Sorbillo e vengono ricoverati per intossicazione.

Questa la vicenda che ha coinvolto una decina di ragazzi a Napoli: non si sa, però, in quale delle tante pizzerie di Sorbillo.

I giovani, dopo aver pranzato in pizzeria, hanno accusato nausea, vomito e diarrea ed hanno allertato il 118: tre sono stati trasportati al Pronto Soccorso del Fatebenefratelli, quattro al Vecchio Pellegrini, e gli ultimi tre, infine, hanno rifiutato il ricovero.

I giovani sono stati trattati con sintomatici per il sostegno fisiologico della funzione idrosalina e, dopo essere stati trattenuti in osservazione, sono stati dimessi in serata.

Gino Sorbillo è intervenuto sulla vicenda ed ha commentato:

Nella mia pizzeria, al centro storico non serviamo altro che pizze, tutte cotte al forno con ingredienti scelti e selezionati. Per cui credo di non avere alcuna responsabilità. In ogni caso sono dispiaciuto perché comunque questi ragazzi hanno avuto una spiacevole esperienza mai capitata in una nostra pizzeria. Anche se non posso avere la certezza, non credo che siano venuti a pranzare da me e comunque sulle centinaia di clienti avuti nessuno si è lamentato“.

Inoltre anche altri quattro ragazzi, che hanno pranzato alla pizzeria Sorbillo in via Partenope, hanno accusato gli stessi sintomi. In relazione a ciò, Sorbillo ha affermato:

In questo caso c’è stata, prima del pranzo, la consegna di una torta fatta in casa che mi era stato chiesto di conservare in frigorifero e che poi è stata servita al tavolo. Attribuisco i sintomi accusati da alcuni commensali di quel gruppo proprio alla torta“.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Certificati medici senza visita per ottenere il rilascio patenti: nei guai 12 persone

Pubblicato

il

I carabinieri del Nucleo Operativo della compagnia di Agropoli, grazie a una serie d’indagini, hanno scoperto un tacito accordo tra medici certificatori, finalizzato alla realizzazione di pratiche automobilistiche, come il rilascio o il rinnovo delle patenti o del porto d’armi, attraverso una certificazione medica attestante l’idoneità psicofisica degli interessati, rilasciata senza alcuna visita. Pertanto, gli agenti, hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misure cautelari personali, nei confronti di 12 indagati per i reati di corruzione e falso in concorso. Di questi, 3 sono stati posti agli arresti domiciliari, mentre i restanti 9 sono destinati all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Secondo quanto emerso dalle indagini, il rilascio del certificato medico senza essere sottoposti alla visita avveniva attraverso il pagamento di una cifra compresa tra i 90 e i 120 euro, per un giro d’affari stimato in decine di migliaia di euro, nell’arco temporale di pochissimi mesi.

Continua a leggere

Attualità

Salerno, maxi sequestro al porto: i particolari

Pubblicato

il

Gli agenti della Questura di Salerno insieme ai militari della Guardia di Finanza, hanno sequestrato questa mattina, all’interno dell’area del porto commerciale di Salerno, due borsoni contenenti 65,5 kg di cocaina pura. La droga, qualora fosse stata venduta, avrebbe fruttato oltre 3 milioni di euro. Sono ora in corso le indagini.

Continua a leggere

Attualità

Nascondeva droga e sigarette di contrabbando in casa: arrestato

Pubblicato

il

Servizio “alto impatto” da parte dei carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata, che hanno effettuato perquisizioni per interi blocchi di edificio, all’interno del parco di edilizia popolare “Parco Apega”.

Un 62 enne è stato arrestato, dopo essere stato trovato in casa con una busta contenente 326 grammi di marijuana. Inoltre, gli agenti, hanno rinvenuto anche 3 bilancini di precisione e materiale per il confezionamento delle singole dosi di stupefacente. L’uomo, è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa di giudizio.

In casa di un 60 enne invece, sono stati rinvenuti diversi pacchetti di sigarette multimarca di contrabbando, per un peso complessivo di 1,6 kg. Pertanto, l’uomo, è stato denunciato. Nel corso dell’intero servizio, sono stati perquisiti 25 appartamenti, per un totale di 124 persone identificate e 82 veicoli controllati. Elevate anche 13 sanzioni per violazioni al Codice della Strada.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante