Lo scorso 26 Marzo, il Gip di Napoli ha emesso un’ordinanza che prevedeva l’applicazione di misure cautelari per 59 indagati, tra i quali anche i tre fratelli del senatore di Forza Italia, Luigi Cesaro.

Gli inquirenti e i magistrati della DDA avevano fatto anche istanza di arresto per il suddetto senatore, ma il Gip l’aveva rigettata riservandosi prima la facoltà di ascoltare alcune intercettazioni telefoniche ritenute rilevanti nell’indagine stessa.

Quelle intercettazioni vanno dalle 9.37 del 22 Ottobre 2016 al 14 Febbraio 2017 e sono 21. Oggi il gip di Napoli ha fatto richiesta di ascoltare quelle conversazioni che in sostanza vedrebbero il senatore Luigi Cesaro fare da intermediario attraverso utenze telefoniche di altri indagati, tra cui anche il fratello Antimo Cesaro.

Dunque siamo di fronte ad una possibile svolta nel caso: nel mirino Luigi Cesaro.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.