Resta sintonizzato

Attualità

Il dramma. Carlotta muore in vacanza con le amiche: aveva appena compiuto 18 anni

Pubblicato

il

Un’immensa tragedia si è scagliata sulla famiglia di Carlotta Martellini, la ragazza di Perugia che aveva appena compiuto 18 anni e che è morta mentre era in vacanza con le amche a Mykonos.

Insieme alle amiche, aveva noleggiato sull’isola greca delle auto per poter girare e divertirsi ma purtroppo è stata vittima di un drammatico incidente.

Il dramma ha sconvolto le otto ragazze, una delle quali è rimasta ferita nello scontro in modo grave, sebbene non sia in pericolo di vita, e l’intera comunità umbra.

«Abbiamo visto Carlotta volare e poi il buio». Non ricordano molto, sono sotto choc le sette amiche della 18enne morta in un terribile incidente stradale a Mykonos all’alba di ieri mattina.

Di sicuro le due jeep scoperte sulle quali tutte viaggiavano, quattro per macchina, sono finite fuori strada addosso agli scogli. E Carlotta, come raccontato dalle compagne, è letteralmente volata fuori dall’abitacolo. Era sul sedile posteriore, dove aveva viaggiato spesso nella settimana di permanenza sull’isola greca, e l’impatto le è stato fatale.

Il gruppo di amiche da tempo aveva organizzato il viaggio in Grecia: era la festa per la maturità classica per le sette più grandi e il regalo dei suoi 18 anni per Carlotta, la più piccola di tutte.

L’unica del liceo Giordano Bruno, mentre le amiche avevano appena salutato l’Annibale Mariotti per affrontare la seconda parte della loro vita. Carlotta invece aveva ancora un anno di scuola da passare sui banchi ma quella sarebbe dovuta essere l’estate più gioiosa e spensierata ed invece si è rivelata l’ultima della sua vita.

Era questo lo spirito con cui le otto amiche, venerdì scorso, sono partite dall’aeroporto di Fiumicino con destinazione Grecia. Doveva essere una settimana da sogno e si è trasformata nell’incubo più cupo.

Una settimana in cui le ragazze sono state al mare, hanno aspettato l’alba in cima a una scogliera: attimi impressi nelle storie di Instagram con cui hanno tutte condiviso la loro felicità sui social. Hanno ballato, cantato e si sono divertite come matte al Tropicana, un noto locale sulla spiaggia di Mykonos. Da lì stavano rientrando per il loro ultimo giorno sull’isola.

Da lì erano partite per raggiungere l’appartamento che avevano affittato, pronte a chiudere i loro bagagli. Ma una delle ultime curve della provinciale che attraversa l’isola ha dissolto il sogno.

Subito dopo essere state dimesse dal centro sanitario con qualche ferita e qualche frattura, il ricordo di quegli ultimi attimi di gioia le sette ragazze lo hanno affidato alla polizia greca, che sta facendo accertamenti per stabilire l’esatta dinamica dell’incidente.

Ieri sera sono rientrate in Italia con l’aereo che tutte quante avrebbero dovuto riprendere dopo l’ultimo giorno di vacanze.

Sono sotto choc, molto turbate, questa mattina sono passate dall’ospedale Santa Maria della misericordia di Perugia, dove i medici stanno valutato le loro condizioni. Da quanto si apprende, dopo una prima ipotesi in cui pare potessero essere trattenute le due alla guida, è stato loro concesso di rientrare perché la vittima dell’incidente è italiana, quindi, oltre all’inchiesta in Grecia, qui potrebbe essere aperto un procedimento civile sulla morte di Carlotta.

«Diventa impossibile trovare parole che possano essere di conforto o sollievo, ma stamattina il mio pensiero più sincero lo rivolgo alla famiglia, agli affetti più cari di Carlotta, strappata alla vita negli anni più belli. Che trovino forza e speranza in un momento così drammatico» ha scritto in una nota il presidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, Marco Squarta.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Nuovi colori: l’Italia si tinge di giallo ma tre regioni sono in arancione

Pubblicato

il

Nessuna Regione in rosso. E’ arrivata oggi, venerdì 7 maggio, l’ufficialità dopo il consueto monitoraggio della cabina di regia.

Sulla base dei dati raccolti dall’Iss relativi all’andamento della pandemia di Coronavirus, come l’indice Rt, i numeri sulle ospedalizzazioni e sui vaccini, l’Italia sarà quasi tutta in giallo a partire da lunedì 10 maggio.

Stasera sono attese le ordinanze del ministro della Salute Roberto Speranza.

Le uniche regioni che resteranno in arancione sono la Sardegna, la Sicilia e la Valle d’Aosta. Gli indici in miglioramento permettono invece a Calabria, Puglia e Basilicata di diventare gialle. Confermate nella fascia più bassa di rischio tutte le altre regioni.

Presentando gli ultimi dati, il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro oggi ha sottolineato che «la curva in Italia è in decrescita, mentre in altri Paesi Ue la situazione è altalenante e di transizione. Questa settimana, in tutte le regioni e province autonome, è registrata una decrescita».

Spiegando poi «L’età media dei casi scende a 41 anni e anche l’età media dei ricoveri scende a 65 anni. I casi, però, segnano un aumento tra i più giovani, tra 0 e 9 anni. I casi tra gli over 80 decrescono più rapidamente delle altre fasce e questo è un effetto delle vaccinazioni». 

Continua a leggere

Attualità

Coronavirus in Italia: 207 decessi in 24 ore

Pubblicato

il

I contagi giornalieri da Coronavirus registrati in Italia sono 10.554, meno dei 11.807 individuati ieri, 6 maggio. Il totale delle positività, da febbraio 2020 a oggi, raggiunge così la cifra di 4.092.747.

Stando ai dati del bollettino della Protezione Civile e del Ministero della Salute, resi noti oggi, venerdì 7 maggio, risultano essere 207 le nuove vittime. Il giorno precedente, le persone morte a causa della Covid-19 erano state 258. Complessivamente, nel Paese, la pandemia ha causato 122.470 decessi.

Sono 397.564 i cittadini italiani che risultano infetti al Sars-CoV-2, dato in discesa rispetto a ieri, quando il numero di infezioni attive era pari a 402.802.

Oggi, nei reparti ordinari dedicati ai pazienti Covid, sono ricoverate 16.331 persone (ieri erano 16.867), mentre 2.253 sono sottoposte a cure intensive (ieri erano 2.308). I nuovi ingressi nei reparti di rianimazione, nelle ultime 24 ore, sono stati 109, più dei 127 registrati ieri.

I dati odierni arrivano a fronte di 328.612 tamponi analizzati. Il numero di test eseguiti è in lieve aumento rispetto al 6 maggio, giorno in cui sono stati registrati 324.640 tamponi. Il totale dei test somministrati in Italia, dall’inizio della pandemia, ammonta a 60.532.582.

Scende il tasso di positività, dopo tre giorni di crescita costante: oggi è al 3,2%, il 4 maggio era al 2,8%, due giorni fa al 3,2% e ieri al 3,6%.

Continua a leggere

Attualità

Covid-19 in Campania. Il bollettino dell’Unità di Crisi: quasi 1.400 i positivi

Pubblicato

il

Come di consueto, anche quest’oggi, venerdì 7 maggio, l’Unità di Crisi Regionale ha pubblicato il bollettino ordinario con i dati relativi alla situazione dei contagi nelle ultime 24 ore.

Questo i dati del giorno:

Positivi del giorno: 1.382 (*)

di cui Asintomatici: 904 (*)

Sintomatici: 478 (*)

* Positivi, Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai tamponi molecolari

Tamponi molecolari del giorno: 18.779

Tamponi antigenici del giorno: 7.774

Deceduti: 43 (21 deceduti nelle ultime 48 ore, 22 deceduti in precedenza ma registrati ieri)

Totale deceduti: 6.591

Guariti: 2.177

Totale guariti: 308.632

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656

Posti letto di terapia intensiva occupati: 121

Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (Posti letto Covid e Offerta privata)

Posti letto di degenza occupati: 1.406

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante