Resta sintonizzato

Attualità

L’incubo di una studentessa del salernitano. Il sequestro tra violenze e abusi

Pubblicato

il

E’ veramente terribile la storia di una studentessa 25enne del Salernitano. Lei stessa ha trovato la forza di denunciare l’accaduto e di raccontare tutto in Tribunale.

La donna ha infatti coraggiosamente testimoniato contro l’ex fidanzato, un 35enne di Nocera Inferiore, arrestato nel febbraio scorso.

Dopo le continue violenze e dopo averle tolto il cellulare per impedirle di chiamare qualcuno, l’aveva costretta a stare nell’abitazione, sequestrandola. L’aveva inoltre anche usata per spacciare stupefacenti, intimandole di nascondere le dosi nel reggiseno.

E’ stato il suo avvocato a salvarla avvisando i Carabinieri ed i Vigili del Fuoco che hanno fatto irruzione nell’abitazione. L’uomo, distraendosi era infatti uscito di casa dimenticando il cellulare col quale lei è riuscita a contattare il legale.

Calci, schiaffi, pugni, “padellate”, violenza fisica mista a violenza psicologica. Una volta la ragazza era stata persino costretta a seguirlo in un locale per scambisti e poichè si era rifiutata di stare anche lei con altre persone fu obbligata a guardarlo mentre faceva sesso con un’altra donna.

Il giovane arrestato aveva già dei precedenti, era infatti stato trovato, pochi giorni prima dell’arresto, insieme ad un altro uomo, in possesso di 20 dosi di cocaina. Entrambi erano stati sottoposti all’obbligo di dimora con permanenza notturna.

La ragazza era in cura presso una comunità di Salerno per “depressione affettiva” quando l’uomo l’ha convinta a lasciare quest’ultima e ad andare a vivere con lui in un appartamento di Pagani. E’ da quel momento che ha avuto inizio il suo peggiore incubo.

 

 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Controlli a tappeto nel napoletano: arresti e sanzioni da parte dei carabinieri

Pubblicato

il

Servizio ‘alto impatto’ da parte dei carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata, che sono intervenuti nella serata di ieri, eseguendo perquisizioni e posti di controllo nelle aree ritenute più sensibili. Sono state 107 le persone controllate, la metà delle quali pregiudicate. Fermati nel complesso 73 veicoli, 13 invece le sanzioni al Codice della Strada notificate.

A San Giuseppe Vesuviano, un 52 enne, sconterà 8 mesi di detenzione domiciliare per abusi edilizi. A Boscoreale invece, un 37 enne, è stato arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione, dovendo scontare 1 anno di detenzione domiciliare per spaccio di stupefacenti.

Infine, a Boscotrecase, 30 persone sono state multate per violazione alle norme anti-Covid, poiché sorprese in un ristorante a festeggiare un matrimonio senza dispositivi di protezione.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, la Polizia ferma la movida del centro storico: elevate numerose sanzioni

Pubblicato

il

Durante la scorsa serata e per l’intera nottata, i carabinieri del Comando Provinciale di Napoli, hanno concentrato i loro sforzi nel centro storico della città, dove l’allentamento delle misure di contenimento ha dato nuova vita alla movida.

In particolare, gli agenti, sono intervenuti nel centralissimo Largo San Giovanni Maggiore, dove hanno allontanato e disperso circa 500 ragazzi. Intorno all’una erano 250 quelli che si erano assembrati in Largo Banchi Nuovi. Uno dei giovani, complice lo stato d’ebbrezza, è stato denunciato per oltraggio a Pubblico Ufficiale.

Nel complesso, sono state comminate 52 sanzioni per Covid e diffidati 2 bar in Largo san Giovanni Maggiore.


Continua a leggere

Attualità

Pozzuoli, 150 giovani senza mascherina sorpresi a fare aperitivo in spiaggia: scattano le sanzioni

Pubblicato

il

Nella prima serata di ieri, i carabinieri della Sezione Radiomobile di Pozzuoli, hanno sorpreso circa 150 giovani, senza rispettare il distanziamento e senza mascherine, mentre consumavano drink e ballavano sulla spiaggia. A quel punto, i militari, per evitare problemi di ordine pubblico, hanno sgomberato il locale e sanzionato i gestori dello stesso, la cui attività sarà sospesa per 5 giorni.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante