Resta sintonizzato

Attualità

Nuovi focolai di Coronavirus: contagiati anche tre bambini

Pubblicato

il

E’ un focolaio vero e proprio quello scoppiato all’Ortopedico di Ganzirri a Messina. I casi di coronavirus al momento si attestano a quota 13: si tratta di 9 degenti e quattro tra medici, personale sanitario e non.

Sabato scorso erano risultati positivi una portantina e una inserviente, successivamente anche un medico. Si stanno studiando iniziative per fermare il focolaio, l’intenzione dell’Asp è spostare tutti i positivi al Policlinico e isolarli. Le ultime due degenti oggi saranno ricoverate al centro covid dell’Azienda ospedaliera universitaria.

E’ salito invece a 11 il numero dei casi di coronavirus a Pedara e tra questi ci sono anche tre bambini: due si trovano ricoverati assieme ai genitori, anch’essi positivi al San Marco di Librino, ma le loro condizioni non sarebbero preoccupanti. I contagi sarebbero tutti collegati tra loro e il fenomeno resta circoscritto a tre nuclei familiari.

La situazione è costantemente monitorata dalle Usca, le Unità territoriali di continuità assistenziale dell’Asp, che hanno effettuato decine di tamponi a persone che potrebbero aver avuto contatti con gli attuali affetti da Covid-19.

Chiusi, a scopo precauzionale, i centri estivi frequentati dai 3 minorenni. L’obiettivo è quello di isolare i casi, 7 sono i pazienti in isolamento domiciliare e 4 i ricoverati, ed evitare così che il virus possa diffondersi.

Il Sindaco di Pedara, Antonio Fallica ha precisato che «Il numero sta aumentando in relazione ai tamponi che sono stati fatti ai primi pazienti positivi di questa nuova ondata. E’ normale che ci sia questo incremento e comunque non siamo in una fase di emergenza».

Poche ore fa si è inoltre registrato un nuovo caso di coronavirus a Ravanusa, in provincia di Agrigento, dove una donna è stata ricoverata in ospedale. «L’Asp di Agrigento ha avviato l’indagine epidemiologica e ho convocato l’unità di crisi per monitorare l’evolversi della situazione», ha fatto sapere il sindaco di Ravanusa, Carmelo D’Angelo.

Affermando che «La concittadina è stata di recente all’estero e probabilmente ha contratto il virus nel suo soggiorno fuori dall’Italia. L’Asp di Agrigento ha avviato l’indagine epidemiologica ed ha convocato l’unità di crisi per monitorare l’evolversi della situazione nella speranza che il focolaio rimanga circoscritto. Il rischio è sempre dietro l’angolo ed esorto tutti, i giovani soprattutto, alla massima cautela e al rispetto delle regole di distanziamento sociale. Non pensiamo che tutto sia finito, abbiate rispetto degli anziani e degli immunodepressi».

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Nuovi colori: l’Italia si tinge di giallo ma tre regioni sono in arancione

Pubblicato

il

Nessuna Regione in rosso. E’ arrivata oggi, venerdì 7 maggio, l’ufficialità dopo il consueto monitoraggio della cabina di regia.

Sulla base dei dati raccolti dall’Iss relativi all’andamento della pandemia di Coronavirus, come l’indice Rt, i numeri sulle ospedalizzazioni e sui vaccini, l’Italia sarà quasi tutta in giallo a partire da lunedì 10 maggio.

Stasera sono attese le ordinanze del ministro della Salute Roberto Speranza.

Le uniche regioni che resteranno in arancione sono la Sardegna, la Sicilia e la Valle d’Aosta. Gli indici in miglioramento permettono invece a Calabria, Puglia e Basilicata di diventare gialle. Confermate nella fascia più bassa di rischio tutte le altre regioni.

Presentando gli ultimi dati, il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro oggi ha sottolineato che «la curva in Italia è in decrescita, mentre in altri Paesi Ue la situazione è altalenante e di transizione. Questa settimana, in tutte le regioni e province autonome, è registrata una decrescita».

Spiegando poi «L’età media dei casi scende a 41 anni e anche l’età media dei ricoveri scende a 65 anni. I casi, però, segnano un aumento tra i più giovani, tra 0 e 9 anni. I casi tra gli over 80 decrescono più rapidamente delle altre fasce e questo è un effetto delle vaccinazioni». 

Continua a leggere

Attualità

Coronavirus in Italia: 207 decessi in 24 ore

Pubblicato

il

I contagi giornalieri da Coronavirus registrati in Italia sono 10.554, meno dei 11.807 individuati ieri, 6 maggio. Il totale delle positività, da febbraio 2020 a oggi, raggiunge così la cifra di 4.092.747.

Stando ai dati del bollettino della Protezione Civile e del Ministero della Salute, resi noti oggi, venerdì 7 maggio, risultano essere 207 le nuove vittime. Il giorno precedente, le persone morte a causa della Covid-19 erano state 258. Complessivamente, nel Paese, la pandemia ha causato 122.470 decessi.

Sono 397.564 i cittadini italiani che risultano infetti al Sars-CoV-2, dato in discesa rispetto a ieri, quando il numero di infezioni attive era pari a 402.802.

Oggi, nei reparti ordinari dedicati ai pazienti Covid, sono ricoverate 16.331 persone (ieri erano 16.867), mentre 2.253 sono sottoposte a cure intensive (ieri erano 2.308). I nuovi ingressi nei reparti di rianimazione, nelle ultime 24 ore, sono stati 109, più dei 127 registrati ieri.

I dati odierni arrivano a fronte di 328.612 tamponi analizzati. Il numero di test eseguiti è in lieve aumento rispetto al 6 maggio, giorno in cui sono stati registrati 324.640 tamponi. Il totale dei test somministrati in Italia, dall’inizio della pandemia, ammonta a 60.532.582.

Scende il tasso di positività, dopo tre giorni di crescita costante: oggi è al 3,2%, il 4 maggio era al 2,8%, due giorni fa al 3,2% e ieri al 3,6%.

Continua a leggere

Attualità

Covid-19 in Campania. Il bollettino dell’Unità di Crisi: quasi 1.400 i positivi

Pubblicato

il

Come di consueto, anche quest’oggi, venerdì 7 maggio, l’Unità di Crisi Regionale ha pubblicato il bollettino ordinario con i dati relativi alla situazione dei contagi nelle ultime 24 ore.

Questo i dati del giorno:

Positivi del giorno: 1.382 (*)

di cui Asintomatici: 904 (*)

Sintomatici: 478 (*)

* Positivi, Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai tamponi molecolari

Tamponi molecolari del giorno: 18.779

Tamponi antigenici del giorno: 7.774

Deceduti: 43 (21 deceduti nelle ultime 48 ore, 22 deceduti in precedenza ma registrati ieri)

Totale deceduti: 6.591

Guariti: 2.177

Totale guariti: 308.632

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656

Posti letto di terapia intensiva occupati: 121

Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (Posti letto Covid e Offerta privata)

Posti letto di degenza occupati: 1.406

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante