Resta sintonizzato

Attualità

“Cerco video pedo, offro di tutto”. Continua la “Chat degli Orrori” su Telegram

Pubblicato

il

Solo pochi mesi fa c’è stata la scoperta della chat Telegram con migliaia di utenti che si scambiavano materiale pedopornografico, foto delle ex, di parenti figli e mogli: una vera “Chat degli Orrori” che però purtroppo sembra ancora attiva.

Un’inchiesta di “Fanpage.it” è tornata ad indagare su gruppi e canali dedicati allo scambio e alla vendita di foto, video e immagini di ex partner, ignare utenti e bambini, che rinascono a ogni chiusura della chat e non sembrano temere le leggi.

La nota testata giornalistica ha consegnato gli screenshot, dai quali si leggono frasi davvero sconvolgenti, alla polizia postale. “Cerco video pedo, offro di tutto“, “Cerco giovane porco depravato per commenti pesanti e fantasie perverse su foto di mia moglie vestita da sposa“, “Cerco foto di ex, sorelle, amiche, mamme, cugine“, “Mostro la mia ragazza, foto spy di alta qualità“, “Cerco video pedo con bambini e ragazzine” sono solo alcuni dei contenuti scabrosi che queste persone continuano a scambiarsi.

Gli screenshot testimoniano il nauseabondo tenore delle conversazioni: c’è chi pone delle domande irripetibili su come praticare violenza verso i propri figli, chi cerca e offre materiale pedopornografico anche a pagamento, chi chiede archivi passati di migliaia di vittime di revenge porn catalogate per provenienza.

La chat russa ideata dai fratelli Pavel e Nikolaj Durov, con migliaia di iscritti è quella nella quale avviene il più odioso degli scambi e dei commerci: quello del revenge porn, della pedopornografia, dello stupro di gruppo virtuale, dell’organizzazione di azioni di stalking.

Le foto sono state consegnate alla polizia postale di Ancona ma “Fanpage.it” ha spiegato anche quali sono i motivi per cui, nonostante le numerose denunce, queste chat continuano ad esistere.

La giurisdizione cui Telegram risponde è infatti quella statunitense ed è proprio per questo che è complicato adeguarla alle leggi italiane. Sussiste infatti un vuoto normativo che limita l’intervento delle leggi italiane. Inoltre una volta che si è riuscita ad individuare la chat e a chiuderla quest’ultima rinasce in pochi minuti sotto un altro nome ma sempre con gli stessi scopi e con migliia di utenti.

Nulla sembra dunque essere cambiato su Telegram e su queste terribili chat, gli stessi gruppi non fanno altro che scomparire e poi rinascere sotto “mentite spoglie” causando però la disperazione di migliaia di vittime, spesso purtroppo ignare e all’oscuro di tutto.

 

 

 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Campagna vaccinale, De Luca: “La Campania ha superato i 2 milioni di somministrazioni”

Pubblicato

il

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, fa il punto della situazione nel consueto appuntamento del venerdì su Facebook. Ecco le sue parole:

“La Campania ha superato i 2 milioni di somministrazioni di vaccino, solo ieri sono state sfiorate circa 50 mila vaccinazioni. Possiamo vantare come Regione, il miglior risultato in Italia per quanto riguarda le vaccinazioni degli over 80, nonostante la Campania abbia ricevuto un minor numero di dosi a disposizione. Prendiamo atto con soddisfazione che oggi tutti siano d’accordo ad immunizzare le isole. Siamo l’unica Regione dove è partita la vaccinazione nelle imprese, a partire da quelle di trasporto. Vanno privilegiati i comparti turistico e alberghiero, altrimenti rischiamo di perdere la stagione estiva, ma per fortuna ci sono arrivati tutti quanti. La campagna vaccinale procede molto bene, nel 90% dei casi i nostri cittadini possono testimoniare di aver ricevuto un servizio efficace e funzionale, in alcune realtà sembra quasi di essere in Svizzera o in Svezia per la qualità del servizio fin qui offerto. Tra i motivi di soddisfazione, vi è pure il fatto che la nostra Regione, ha il livello più basso di terapie intensive e di morti per Covid. Abbiamo la qualità del servizio d’informazione regionale, più avanzato d’Italia”. Procederemo sulla nostra linea, cioè quella d’immunizzare le isole e i luoghi di turismo; inizieremo domani con Capri e tra due settimane con Ischia”.

Continua a leggere

Attualità

Ricordate Silvia Romano? L’ex cooperante italiana si è sposata

Pubblicato

il

Silvia Aisha Romano la 26enne ex cooperante italiana che fu presa prigioniera e liberata l’anno scorso, ora è un insegnante. Silvia si è sposata con da poco con un suo vecchio amico di scuola.

L’ex cooperante con il marito vivono nella periferia di Milano. Il marito si è convertito anche lui all’Islam.

L’incontro con Paolo è avvenuto proprio al suo rientro in Italia. I due avrebbero cominciato a frequentarsi e quell’amicizia che li legava fin da bambini, si sarebbe trasformata in qualcos’altro che li ha portati, poi, alla decisione di sposarsi. Il ragazzo per amore si sarebbe convertito all’Islam.

Continua a leggere

Attualità

Campania. Arriva la conferma sul colore

Pubblicato

il

I numeri della Regione Campania sono ancora da zona gialla. La conferma arriva proprio dall’unità di crisi della Regione.

La Campania resta in zona gialla per la prossima settimana: i dati del monitoraggio dell’Istituto superiore di Sanità riferiscono che la nostra regione ha un indice di contagio Covid19 (Rt) in calo, a 0,95 (0,92-0,97) con una valutazione d’impatto e una classificazione complessiva di rischio  entrambe valutate come «bassa». Lo scenario di trasmissione del virus è quello più basso, classificato numericamente come «scenario di trasmissione 1».

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante