A partire dal prossimo weekend anche quest’anno, la storica manifestazione organizzata dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo comunale, “E-state a Napoli” organizzerà eventi di musica, teatro, danza ed arte.

Il bisogno di restare a Napoli quest’anno, considerati gli eventi e la crisi da essi provocati, è ancora più impellente, la paura resta ma è pur sempre affiancata dalla voglia di uscire, considerata la bella stagione, e di visitare nuovi posti. E allora dove, se non nella splendida e fantastica Partenope?

Lo slogan di quest’anno è “Diffondiamo la bellezza, sosteniamo la cultura” e ovviamente a Napoli non mancano nè l’una nè l’altra.

Gli eventi si svolgeranno in vari luoghi della città tra agosto ed ottobre e grazie alla manifestazione che quest’anno è alla sua 41esima edizione, sarà un’estate all’insegna del protagonismo dei territori, della trasversalità e della eterogeneità della proposta e del coinvolgimento dei lavoratori e delle lavoratrici dello spettacolo.

Il programma culturale è ricco di eventi nonostante il momento difficilissimo che stanno vivendo sia il comparto della cultura e del turismo sia gli enti locali travolti dalla crisi pandemica e dalle sue gravi conseguenze sociali ed economiche.

L’Assessorato è riuscito a costruire un lungo e articolato cartellone di eventi che andrà avanti tutte le sere, in diverse location, offrendo un’occasione di socialità culturale al pubblico e di lavoro alle lavoratrici e ai lavoratori dello spettacolo. Un programma che vuole dare un segnale forte di autorevolezza culturale e di entusiasmo.

Tra i progetti:

-“San Domenico_Piazza d’arti“, già partito da luglio che porterà il Convento al centro della quotidiana vita culturale cittadina con attività mattutine, pomeridiane e
serali tra presentazioni di libri all’aperto, aperitivi serali, mostre, musica e teatro;

-“ARTerie” che rimanda all’immagine della diramazione dei vasi sanguigni. Il progetto, infatti, permetterà la circolazione delle idee e dell’arte dal cuore pulsante del Maschio Angioino ai vari luoghi della città che è immaginata come un corpo unico.

L’idea di fondo è quella di proporre un calendario di iniziative culturali che comprendano la proiezione di film, l’organizzazione di concerti di musica da ascolto e di rappresentazioni teatrali in diversi luoghi della città.

Tutti gli spettacoli saranno gratuiti al pubblico, che dovrà però obbligatoriamente prenotarsi online sul sito del Comune di Napoli, e avrà diritto ad accedere agli spettacoli solo dotandosi del voucher di prenotazione, fino ad esaurimento dei posti;

-“Restate a Napoli_Il Teatro del Plebiscito” con 24 eventi gratuiti con prenotazione obbligatoria nella più bella piazza della città che a partire dalle ore 20 vedrà esibirsi bravissimi artisti partenopei come Peppe Barra il 16 agosto.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.