La grave vicenda è avvenuta in Trentino dove una ventenne affetta da problemi cognitivi è stata violentata più volte da tre anziani.

I tre, due fratelli di 64 e 59 anni e un conoscente di 82 anni, tutti incensurati, sono stati arrestati.

I fatti sono avvenuti in Valsugana. La ragazza sarebbe stata intercettata sui social e con complimenti e lusinghe i tre bruti sono riusciti a conquistare la sua fiducia fino a ottenere che la vittima accettasse d’incontrarli.

Era più di un anno che la ragazza subiva violenze di gruppo. Agivano attraverso i social ed è proprio grazie ad essi che la mamma adottiva della ragazza è riuscita ad incastrarli. La donna, preoccupata per lo stato d’animo della figlia, ha chiesto aiuto alla Polizia Postale che ha rintracciato i tre e li ha arrestati.

La Postale è stata coadiuvata nelle indagini dalla squadra mobile che ha identificato i tre violentatori e ricostruito la rete di minacce, inganni e abusi in cui avevano intrappolato la ragazza. L’82enne si trova ai domiciliari per limiti di età, mentre i due fratelli sono in carcere.

Ad inchiodare i tre orchi ci sono filmati ed immagini, tutti file che avevano sui loro cellulari sequestrati.

Quasi 150 scatti dell’orrore che immortalano le violenze subite dalla giovane, la quale, intimidita e minacciata, non era stata in grado di chiedere aiuto né di opporsi alle violenze.

Mentre si attende l’esame di tutti i dispositivi informatici sequestrati, non si esclude che possano esserci state altre vittime. Secondo quanto accertato dagli investigatori, le violenze andavano avanti da tempo, probabilmente da un anno.

 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.