Resta sintonizzato

Attualità

Ventenne con handicap abusata da tre anziani

Pubblicato

il

La grave vicenda è avvenuta in Trentino dove una ventenne affetta da problemi cognitivi è stata violentata più volte da tre anziani.

I tre, due fratelli di 64 e 59 anni e un conoscente di 82 anni, tutti incensurati, sono stati arrestati.

I fatti sono avvenuti in Valsugana. La ragazza sarebbe stata intercettata sui social e con complimenti e lusinghe i tre bruti sono riusciti a conquistare la sua fiducia fino a ottenere che la vittima accettasse d’incontrarli.

Era più di un anno che la ragazza subiva violenze di gruppo. Agivano attraverso i social ed è proprio grazie ad essi che la mamma adottiva della ragazza è riuscita ad incastrarli. La donna, preoccupata per lo stato d’animo della figlia, ha chiesto aiuto alla Polizia Postale che ha rintracciato i tre e li ha arrestati.

La Postale è stata coadiuvata nelle indagini dalla squadra mobile che ha identificato i tre violentatori e ricostruito la rete di minacce, inganni e abusi in cui avevano intrappolato la ragazza. L’82enne si trova ai domiciliari per limiti di età, mentre i due fratelli sono in carcere.

Ad inchiodare i tre orchi ci sono filmati ed immagini, tutti file che avevano sui loro cellulari sequestrati.

Quasi 150 scatti dell’orrore che immortalano le violenze subite dalla giovane, la quale, intimidita e minacciata, non era stata in grado di chiedere aiuto né di opporsi alle violenze.

Mentre si attende l’esame di tutti i dispositivi informatici sequestrati, non si esclude che possano esserci state altre vittime. Secondo quanto accertato dagli investigatori, le violenze andavano avanti da tempo, probabilmente da un anno.

 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Strage sul litorale di Roma: killer muore suicida nella sua abitazione

Pubblicato

il

Trovato morto poco fa nella sua abitazione, l’uomo che questa mattina, ha ucciso un anziano e due bambini, ad Ardea, vicino Roma. Il killer, 34 anni, si era barricato in casa dopo l’omicidio. Pare che nonostante le insistenze delle forze dell’ordine, non volesse uscire di casa, minacciando di sparare chiunque si fosse avvicinato a lui. Dopo una lunga trattativa, le forze speciali dei carabinieri, hanno fatto irruzione in casa trovandolo morto. Secondo le prime informazioni, l’uomo, si sarebbe suicidato con un colpo alla testa.

Continua a leggere

Attualità

Campania, parla De Luca: “Contrario al mix di vaccini. Stop ad AstraZeneca”

Pubblicato

il

Nella giornata di ieri, il Comitato Tecnico-Scientifico, aveva raccomandato lo stop ad AstraZeneca per gli over 60 e predisposto una vaccinazione eterologa, vale a dire con un vaccino diverso da quello somministrato nella prima dose qualora la stessa, fosse stata con AstraZeneca. Pare che proprio quest’aspetto, non convinca pienamente Vincenzo De Luca. il quale ha voluto dire la sua sulla questione:

Le vicende degli ultimi giorni relative all’uso del vaccino Astrazeneca, cambiano in modo radicale il livello di fiducia, le sensibilità e la stessa disponibilità dei cittadini in relazione alla campagna vaccinale. Occorre dunque, ricostruire il rapporto di fiducia verso lo Stato, oggi fortemente compromesso. A tal fine, sarebbe irresponsabile ogni atteggiamento di minimizzazione dei problemi. La realtà, è che da oggi, cambia completamente la programmazione vaccinale. E’ indispensabile, allora, una radicale semplificazione. Si chiariscano i ruoli. Si riconduca la funzione del Commissario a un lavoro esclusivamente tecnico-operativo, relativo alla distribuzione dei vaccini”.

Si riconduca la comunicazione medico-scientifica al solo Ministero della Salute, che deve assumersi la responsabilità di fornire gli orientamenti, facendo parlare una sola persona incardinata nel ministero stesso. Davvero il livello di confusione esistente, rischia di pregiudicare lo stesso prosieguo della campagna vaccinale”. Pertanto, la Regione Campania, ritiene necessario fare scelte chiare.

1) Da oggi, non somministreremo più dosi di vaccino a vettori virali, a nessuna fascia di età.
2) Prosegue la vaccinazione di massa con vaccini Pfizer e Moderna.
3) Chi ha fatto la prima dose di Astrazeneca sopra i 60 anni, può completare il ciclo con una seconda dose Astrazeneca.
4) Per i soggetti sotto i 60 anni (tranne che per chi è alla dodicesima settimana) non si procede alla somministrazione di vaccini diversi dalla prima dose, sulla base di preoccupazioni scientifiche che invieremo al Governo, e rispetto alle quali sollecitiamo risposte di merito, in mancanza delle quali, manterremo la nostra linea di rifiuto del mix vaccinale
“.

Continua a leggere

Attualità

Estero. Pescatore inghiottito da una balena, salvato da un colpo di tosse

Pubblicato

il

Un colpo di tosse che ti salva la vita. Questo quanto accaduto ad un pescatore professionista del Massachusetts, il quale è stato inghiottito da una balenottera azzurra, per poi essere letteralmente sputato dal mammifero che ha tossito.

All’improvviso ho sentito una spinta e un secondo dopo era tutto nero: ero interamente all’interno della balena. Ho pensato che sarei morto”. Questo quanto dichiarato da Micheal Packard dopo l’incidente.


   

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante