CRISPANO – Dal primo giorno di insediamento dell’Amministrazione Emiliano la zona PIP con i suoi ripetuti sversamenti di rifiuti illegali sono sempre stati una preoccupazione e a dimostrazione di quanto scritto ci sono stati continui interventi del Comune di Crispano per aiutare i soci del Consorzio nella bonifica dell’area.

Diversi mesi fa il Sindaco ha messo a capo del Consorzio, così come da regolamento che prevede una nomina fatta dal primo cittadino, l’Avv. Manila Russo che dal suo primo giorno di lavoro ha curato gli interessi dei soci e degli imprenditori della Zona PIP con solerzia e pignoleria e i fatti di quanto asserito si traducono nelle azioni messe su prima della partenza per le vacanze.

Infatti l’Avv. Manila Russo, consapevole del fatto che le strade deserte delle nostre città nel mese di agosto sarebbero stata occasione ghiotta per gli sversatori abusivi che potrebero inesorabilmente riversarsi nella zona PIP, ha attuato delle misure cautelative e lungimiranti atte a rafforzare la vigilanza dell’area in attesa che vengono ultimati i lavori di recinzione e di chiusura dell’intera zona.

Per saperne di più abbiamo contattato direttamente la Presidente del Consorzio PIP e davanti ai nostri taccuini ha dichiarato: “visti i ripetuti e cadenzati episodi di incendi di rifiuti illecitamente sversati nella zona georeferenziata del Consorzio che palesano un disegno criminoso teso a persistere in un un’atteggiamento non più tollerabile, ho messo in atto misure urgenti ed indifferibili a tutela dell attività imprenditoriale dei soci e della collettività.
In primo luogo ho depositato formale atto nel quale vengono denunciati i ripetuti delitti ambientali alla procura di Napoli Nord chiedendo un controllo maggiore del territorio per l’individuazione e l’arresto in flagranza dei colpevoli. Convocato d’urgenza il CDA, ho provveduto alla messa in sicurezza dei siti oggetto di rifiuti combusti ed abbiamo predisposto con l’istituto di vigilanza un piano speciale di sorveglianza con ronde notturne per tutto il periodo estivo, sino alla chiusura dell area. l’azione del Consorzio a propria tutela sarà da ora pronta risoluta, al solo scopo di non veder vanificati gli sforzi dei soci imprenditori”.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.