Resta sintonizzato

Afragola

AFRAGOLA. Ok dell’assegnatario del LU.MO. ma Grillo non attua il trasloco dei plessi scolastici

Pubblicato

il

AFRAGOLA – A distanza di circa trenta mesi dall’assegnazione del Centro Lu.Mo. la consegna materiale dell’immobile resta ancora un’utopia. Già da diversi mesi il contenzioso tra l’A.S.D. Atlantide – vincitore del bando di gara per l’affidamento – e il Comune di Afragola va avanti nel totale disinteresse dell’Amministrazione, ovvero, nel totale interesse, forse, di qualche Consigliere comunale a non cederlo a chi in tempi non sospetti aveva partecipato regolarmente ad una gara pubblica bandita dall’Amministrazione precedente.

Vari sono stati i tentativi e tante sono state le negoziazioni intraprese con l’affidatario circa l’immobile antistante i campetti, quelli che destano maggiore disinteresse da parte dell’affidatario che pur di vedersi affidata la parte sportiva della struttura è disposto anche a cedere al Comune l’immobile principale.

Alcuni mesi fa ci fu la proposta dell’ex Consigliere Vincenzo Concas di spostare gli uffici INPS per evitare che quest’ultima traslocasse in quel di Frattamaggiore e anche quest’idea naufragò. Poi si pensò di affidarla a terzi per progetti legati alla promozione della Cultura e dello Spettacolo ma evidenti intoppi burocratici hanno allontanato eventuali interessati.

Per ultima ipotesi si è pensato di spostare i plessi del Terzo circolo didattico “Aldo Moro” e alcune classi della Scuola di primo grado “Angelo Mozzillo” perché entrambe deficitarie di classi adeguate in vista delle nuove normative legate all’emergenza COVID19.

Giovedì scorso si è tenuta l’ennesima riunione tra la dirigenza dell’ASD Atlantide nella persona del Presidente Nicola Dragone e il Sindaco Claudio Grillo dove si è ribadito e sottoscritto la volontà di cedere al Comune di Afragola l’immobile antistante la struttura del Lu.Mo. affinché nella stessa vengano svolte attività didattiche come da esigenza della comunità afragolese.

Purtroppo, come accade spesso a queste latitudini, alla volontà ferma del Presidente Dragone non seguono i fatti di un sindaco che preferisce crogiolarsi nello stallo di sempre, onde evitare di far storcere il naso a qualche Consigliere comunale che da troppo tempo ha puntato gli occhi sul Complesso Lu.Mo. Vi terremo aggiornati sulla vicenda.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Afragola

[Video] Afragola ha un Nuovo Campione dei Pesi Medi: il 24enne Antonio Esposito

Pubblicato

il

Il Campionato Regionale Federazione Pugilistica Italiana da ieri, sabato 12 giugno, ha un nuovo campione, Antonio Esposito.

Detto “Anthony“, Esposito è riuscito ad emergere nella sua categoria con la Vittoria della Categoria Pesi Medi.

Allenatosi presso la “Tana Delle Tigri-Boxe” di Afragola, il sacrificio e la dedizione hanno portato il campione a raggiungere un grande risultato, coronamento di un sogno.

Classe 97, Anthony ha conquistato il titolo Regionale organizzato dalla federazione pugilistica italiana.

Originario di Afragola e nato pugilisticamente nella palestra “Tana Delle Tigri-Boxe” , ha iniziato il suo percorso atletico nel Giugno 2019, a 21 anni.

Era pronto per combattere già da Marzo di quest’anno ma a causa dell’emergenza Covid-19 sono state sospese le competizioni sportive e solo ora è riuscito a disputare la gara che gli ha permesso di conquistare l’agognato titolo.

Continua a leggere

Afragola

Afragola. Nuovo episodio di violenza al Parco Sant’Antonio

Pubblicato

il

Ieri sera si è concluso il week-end afragolese con un episodio di degrado e violenza sotto ai porticati del parco Sant’Antonio.

Come molto spesso sta succedendo, è scappata la rissa tra due gruppi di ragazzi nel luogo della movida molto discussa ad Afragola. Non sono ancora stati identificati gli aggressori che ieri sera hanno causato problemi ai commercianti e alle autorità municipali.

Continua a leggere

Afragola

AFRAGOLA. Ufficiale la coalizione civica di Nespoli. Fatta fuori un’intera coalizione

Pubblicato

il

AFRAGOLA – È stata presentata la prima coalizione che si appresterà a competere alle prossime elezioni amministrative nel prossimo autunno. Attraverso un giornale locale molto vicino all’ex Senatore Nespoli è uscito fuori il documento che ha sancito il patto tra i gruppi politici formanti la coalizione civica con il prof. Antonio Pannone come candidato sindaco.

Anche se questa coalizione, come da sempre del resto, da questo lato della politica locale, è capeggiata da un solo uomo al comando, si deve ammettere che è partita con tutti i crismi. Prima si sono fatti accomodare i rappresentanti di ogni lista al tavolo, poi si è fatto ratificare il candidato a Sindaco scelto dal dominus e infine si è fatto firmare il documento in basso allegato.

A parte l’ironia, una cosa è da dare atto realmente: finora l’ex Senatore Nespoli è l’unico a dimostrare di essere consequenziale a quanto dimostrato con i fatti nella storia recente della politica afragolese.

Come si può leggere dalla nomenclatura del documento in basso, l’ex senatore si è chiuso in un perimetro di ideali e di fiducia. Tra i nomi sul documento si leggono, al netto di Giuseppe Affinito, tutti quelli che hanno seguito l’ex Senatore e quelli che hanno firmato le loro dimissioni dal notaio per far terminare l’era Grillo, lasciando fuori da tutto una grossa fetta del centrodestra e di quelli che hanno concorso alle ultime elezioni appoggiando la candidatura di Claudio Grillo, smentendo di fatto, tutto quanto dichiarato da Giuseppe Affinito, sul tema dell’apertura totale della coalizione civica, nella trasmissione TALK andata in onda su Minformo TV il 20 maggio scorso.

La riflessione d’obbligo da fare oggi è: dove si collocheranno i vari Biagio Castaldo, Tommaso Bassolino, Cristina Acri – sempre se ha ancora voglia di mettersi in gioco – Raffaele Fusco, Anna Izzo, Gaetano Moccia con la sorella, Nicola Perrino e Francesco Castaldo?

Ovviamente un vantaggio per i moderati e per lo stesso centrosinistra, ammesso che le liste di Nespoli siano piene, sarebbe quello che si creasse un quarto polo e i nomi sopracitati potranno farlo, magari con Biagio Castaldo come candidato sindaco chissà.

Logicamente non si potranno ripetere gli stessi risultati del 2013 visto che anche il centrosinistra corre spaccato alle prossime elezioni e allora sarebbe quasi sicuramente ballottaggio e lì ci potranno essere delle belle.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante