De Luca chiede le dimissioni di Salvati.

Una città fantasma, politici fantasmi, idee fantasma. L’ex assessore alla Cultura e Sport R. De Luca della amministrazione Bottoni lancia un grido d’allarme al primo cittadino Sindaco C. SALVATI:

Penso che dopo 12 mesi di amministrazione abbiamo un quadro chiaro della politica scafatese a palazzo Mayer, maggioranza sterile e opposizione da salotto.

Caro sindaco è arrivato il momento di decidere cosa fare da grandi, scuole da terzo mondo, presidi che danno le dimissioni come i tuoi assessori, consiglieri che cambiano casacca o ti ricattano politicamente per dividersi quel poco che è rimasto a discapito degli scafatesi. 

Ricordo che se guardiamo a 360 gradi i paesi che sono al confine negli ultimi 5 anni ci hanno superato di 30 anni, oggi si investe in quei comuni e non più a Scafati.

È arrivato il momento di dire alla tua amministrazione o si lavora per la città oppure si va a casa tutti, stai sereno, ti ricorderanno per chi ha avuto il coraggio di mandare a casa chi non ama la propria città ma solo agli interessi personali.

Chi amministra, chi è consigliere, è presente nella sua città fisicamente. Io da amministratore l’ho fatto, mi sono privato di vacanze per il bene della città, oggi li vediamo tutti sui social sdraiati a godersi il sole oppure una serata di ballo, neanche l’intelligenza di un viaggio di cultura.

Caso Regionali. 

Caro sindaco potevi anche suggerire a chi si è candidato alla Regione che certe candidature si conquistano con il duro lavoro politico non per non aver fatto nulla per la città, non è mirata a nessuno ma ci sono candidature di servizio e non per il bene della citta e questo è fallimento politico. Dovevi trovare il giusto equilibrio e alleanze per rappresentare Scafati alla Regione.

Cristoforo dimettiti e fai vedere che sei un vero uomo politico“.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.