Resta sintonizzato

Caivano

[VIDEO] CAIVANO. La verità di Ettore Rosato sull’alleanza Italia Viva-M5S. Angelino: “Ho creduto al giornalista”

Pubblicato

il

CAIVANO – Era nell’aria, qualcosa doveva succedere. Caivano non è mai stato un territorio normale. Qui le campagne elettorali sui temi non si sono mai fatte. Perfino la vita professionale dei suoi abitanti è costellata di invidia e di fango, figuriamoci i politici. Eppure c’è da affermare una cosa. Dalla mia esperienza nel campo della Comunicazione posso benissimo asserire che di solito chi riceve attacchi è sempre il nemico da abbattere, colui che gode della stima dei sondaggi. Stabilito questo bisogna solo decidere come abbatterlo, con i contenuti oppure col fango e le bugie.

Evidentemente qualche buontempone ha pensato bene di richiamare alle armi qualche vecchia conoscenza che, guarda caso, fa capolino sempre quando c’è odore di campagna  elettorale. Il buontempone in questione, non avendo argomenti tali da poter mettere in difficoltà il candidato sindaco del centrosinistra e qui c’è da dire che non ci vorrebbe neppure tanto ma il livello è così basso a queste latitudini che si scegli la strada più facile attraverso “professionisti” del settore, quelli che notoriamente sono conosciuti come gli avvelenatori di pozzi, per denigrare il nemico di sempre.

Ed è così che tra una leccata ed una marchetta al candidato sindaco Antonio Angelino esce fuori la notizia che Ettore Rosato, coordinatore nazionale di Italia Viva, abbia dichiarato che l’unica alleanza fatta nelle prossime amministrative tra Italia Viva e M5S sia dannosa per i cittadini caivanesi e subito dopo abbiamo anche letto le dichiarazioni dello stesso candidato sindaco Antonio Angelino che a suddetta domanda rispondeva cavalcando l’onda delle “false” dichiarazioni del coordinatore nazionale di Italia Viva.

Questo tipo di giornalismo non ci appartiene e non ci affascina. Minformo è nato per stabilire e/o ristabilire la verità sui territori e al sottoscritto, tra l’altro caivanese, non va assolutamente l’idea che un pincopallo qualsiasi arrivi in piena campagna elettorale ad avvelenare i pozzi fuorviando la verità, deviando l’opinione pubblica e mandando in confusione i cittadini che già dovranno scegliere tra l’inconsistenza e il nulla mischiato al niente messo in campo finora.

Per saperne di più e cercare di capire se tali notizie non fondate siano state iniettate sul territorio secondo un criterio di comunicazione ben studiato abbiamo contattato il candidato sindaco che da queste notizie poteva solo trarne giovamento, ossia Antonio Angelino che davanti ai nostri taccuini ha dichiarato: “Dipano qualsiasi dubbio a riguardo la cura della mia Comunicazione. Siamo un gruppo di giovani che si è messo in gioco su tutto e all’interno del nostro gruppo c’è anche chi, con tanta dedizione, si è offerto volontario per curare l’immagine del candidato sindaco, attualmente non ho nessun spin doctor o consigliere in marketing, la Comunicazione del veleno non mi appartiene e la ripudio con tutto me stesso. In quanto alle mie dichiarazioni rilasciate alcune ore fa, posso solo dire che ricevo la telefonata del giornalista che mi chiede cosa io pensassi delle parole di Rosato in suo possesso, logicamente visto che è un giornalista credo a cosa mi dice e gli rispondo per le rime. Se il giornalista in questione è in malafede o abbia notizie infondate io questo non lo posso sapere e se per Ettore Rosato la questione non è drammatica, ne prendo atto e non posso che rallegrarmi per i colleghi di Italia Viva. E vi dirò di più, io personalmente, non condivido neanche l’idea di questi articoli pazzi che escono ogni giorno su di me, non ne sono sicuro, ma credo che non facciano poi tanto bene alla mia immagine”.

Stabilito il contatto totalmente estraneo del candidato sindaco con il giornalista che, non essendo iscritto all’Ordine non è tenuto al rispetto della deontologia professionale che a differenza sua tutti noi siamo tenuti a rispettare, si va alla ricerca del buontempone che ha pensato bene ingaggiare e fornirgli notizie false per denigrare chi, per onestà intellettuale, dobbiamo ammetterlo sta conducendo la propria campagna elettorale senza guardare o criticare i suoi avversari.

Che le dichiarazioni di Ettore Rosato riportate su alcuni blog locali alcuni giorni fa siano false, non lo diciamo noi ma il buon senso e il coordinatore nazionale di Italia Viva in persona che non avrebbe mai potuto usare quelle parole a discapito di una comunità intera e la verità è riportata nel video allegato dove il coordinatore davanti ai nostri microfoni dichiara che l’alleanza Italia Viva – M5S a Caivano è arrivata all’ultimo momento e che non è nulla di drammatico. Buona visione.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caivano

[VIDEO] Rottura condotta idrica lascia a secco tutti i comuni a nord di Napoli

Pubblicato

il

CAIVANO – Una rottura importante della condotta idrica principale ha lasciato a secco di acqua parecchi Comuni a nord di Napoli.

Allertati i sindaci della zona, alcuni, come Giuseppe Cirillo di Cardito, ha subito chiamato la Regione Campania per sapere notizie, così nel suo post:

“Questo mio post è per informare i cittadini carditesi che l’improvviso disservizio dell’erogazione idrica è dovuto ad una rottura della condotta idrica principale all’altezza del Comune di Caivano.

Il disservizio rigurada anche molti comuni limitrofi e a noi sindaci ancora deve arrivare nessuna comunicazione ufficiale dall’ente preposto alla gestione della rete idrica regionale.

Mi sono premurato di chiamare direttamente in Regione Campania dove mi hanno reso edotto del problema.

Si tratta di una rottura importante della condotta principale e che la squadra di manutenzione è già all’opera per il ripristino in tempi celeri, anche se da un colloquio informale hanno fatto già capire che con molte probabilità il bypass idrico sarà completato entro questa notte.

Ci tengo a precisare che la rottura è stata improvvisa e che nessun organo istituzionale poteva prevederlo pertanto non ci è stato possibile diramare alcun avviso.

Prego i miei concittadini di avere pazienza e aspettare che tutto ritorni alla normalità”.

Continua a leggere

Afragola

Disservizio dell’erogazione idrica nell’Area a Nord di Napoli: guasto nell’impianto idrico

Pubblicato

il

Nella giornata di oggi, domenica 22 agosto, l’area dei comuni a Nord di Napoli è rimasta senz’acqua.

Il disservizio dell’erogazione idrica è dovuto ad un guasto improvviso nell’impianto idrico regionale in zona Pascarola, frazione di Caivano.

La squadra di manutenzione è già all’opera per il ripristino in tempi celeri, anche se il Sindaco di Cardito, Giuseppe Cirillo, ha scritto sulla sua pagina Facebook che da un colloquio informale hanno fatto già capire che con molte probabilità il bypass idrico sarà completato entro questa notte.

Non si conoscono dunque al momento i tempi per il ripristino della situazione.

In fase di verifica la possibilità di bypassare la rottura per tentare di garantire il flusso d’acqua ai cittadini dei comuni interessati.

Continua a leggere

Caivano

Caivano. Tenta di rubare all’interno dell’Auditorium: colto in flagranza dal custode

Pubblicato

il

I Carabinieri della tenenza di Caivano hanno arrestato per tentato furto Giovanni Conte, 33enne del posto già noto alle forze dell’ordine.

Il custode dell’Auditorium “Caivano Arte” a Via Necropoli ha sentito dei rumori sospetti ed ha chiesto aiuto al 112. I Carabinieri sono immediatamente intervenuti e hanno sorpreso il 33enne.

L’uomo ha tentato di fuggire ma è stato bloccato. Perquisito, è stato trovato in possesso di arnesi atti allo scasso e anche di cannule e giunti idraulici di rame e ottone.

La refurtiva era stata da poco tolta dai termosifoni del teatro. L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante