Resta sintonizzato

Attualità

A due anni dal suicidio del figlio si toglie anche lei la vita: “Non ne posso più, il mio cervello si è rotto”

Pubblicato

il

Kelly Plasker, star TV del meteo, si è tolta la vita all’età di 42 anni: due anni prima si era suicidato il figlio di 19.

La morte di Thomas era stata, infatti, un dolore troppo grande per lei che non è riuscita a superarla in alcun modo. Da ragazzina, inoltre, era stata anche vittima di una serie di abusi e tutto questo dolore era ormai diventato per lei un peso troppo grande.

Kelly ha così scelto di farla finita domenica mattina. Prima del folle gesto ha però scritto uno straziante messaggio d’addio su Facebook, raccontando come il maestro della banda scolastica aveva completamente sconvolto la sua vita:  «Lui aveva il doppio dei miei anni e avrebbe dovuto prendersi cura di me, invece mi guardava come nessun uomo avrebbe dovuto guardare una bambina. Questa relaizone fatta di abusi è andata avanti per 5 anni, durante i quali ero sotto il suo più completo controllo. Mi ha riempito di promesse, ma solo dopo mi sono resa conto che mi aveva rubato il futuro».

Concludendo «Grazie a tutti, avevo bisogno di tirare fuori questa cosa come ultima confessione per i miei peccati. Vi voglio bene, ma non posso più sostenere una situazione del genere. Il mio cervello si è rotto».

La morte della meteorologa del Texas, volto noto di KCBD News Channel 11, ha commosso l’America.

La notizia è stata data dalla tv che l’ha lanciata. «La sua morte improvvisa ci ha spezzato il cuore, era una luce luminosa nelle mattine dei weekend e nelle nostre vite», ha detto la conduttrice della rete Kase Wilbanks.

 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Napoli, controlli e arresti della Polizia in due diverse zone: i particolari

Pubblicato

il

Nel pomeriggio di ieri, gli agenti del Commissariato San Carlo Arena, durante un controllo presso l’abitazione di un uomo ai domiciliari in Vico dei Candelari, hanno rinvenuto 5 involucri con 130 grammi di eroina, 1755 euro e un drone professionale. Gianluca Saulino, 43 enne napoletano, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Sempre ieri pomeriggio, gli agenti del Commissariato San Giovanni Barra, hanno effettuato un controllo in via Villa san Giovanni presso l’abitazione di una donna, in cui hanno rinvenuto un panetto e 5 stecchette di hashish del peso di 100 grammi circa, 8 sacchetti di cellophane contenenti 150 grammi di marijuana, 2 cellulari, un bilancino di precisione e diverso materiale per il confezionamento della droga.

La donna, una 43 enne napoletana, è stata arrestata per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Continua a leggere

Attualità

Controlli a tappeto nel napoletano: arresti e sanzioni da parte dei carabinieri

Pubblicato

il

Servizio ‘alto impatto’ da parte dei carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata, che sono intervenuti nella serata di ieri, eseguendo perquisizioni e posti di controllo nelle aree ritenute più sensibili. Sono state 107 le persone controllate, la metà delle quali pregiudicate. Fermati nel complesso 73 veicoli, 13 invece le sanzioni al Codice della Strada notificate.

A San Giuseppe Vesuviano, un 52 enne, sconterà 8 mesi di detenzione domiciliare per abusi edilizi. A Boscoreale invece, un 37 enne, è stato arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione, dovendo scontare 1 anno di detenzione domiciliare per spaccio di stupefacenti.

Infine, a Boscotrecase, 30 persone sono state multate per violazione alle norme anti-Covid, poiché sorprese in un ristorante a festeggiare un matrimonio senza dispositivi di protezione.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, la Polizia ferma la movida del centro storico: elevate numerose sanzioni

Pubblicato

il

Durante la scorsa serata e per l’intera nottata, i carabinieri del Comando Provinciale di Napoli, hanno concentrato i loro sforzi nel centro storico della città, dove l’allentamento delle misure di contenimento ha dato nuova vita alla movida.

In particolare, gli agenti, sono intervenuti nel centralissimo Largo San Giovanni Maggiore, dove hanno allontanato e disperso circa 500 ragazzi. Intorno all’una erano 250 quelli che si erano assembrati in Largo Banchi Nuovi. Uno dei giovani, complice lo stato d’ebbrezza, è stato denunciato per oltraggio a Pubblico Ufficiale.

Nel complesso, sono state comminate 52 sanzioni per Covid e diffidati 2 bar in Largo san Giovanni Maggiore.


Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante