Resta sintonizzato

Attualità

Ancora violenza negli USA: ennesimo afroamericano vittima dell’efferata violenza della polizia

Pubblicato

il

Un nuovo video shock arriva dall’America: è l’ennesima, tristissima, dimostrazione dell’efferata violenza della polizia americana.

L’episodio in questione risale al 30 marzo scorso ma la famiglia soltanto adesso ha trovato la forza ed il coraggio di diffondere le immagini. A questo punto viene da pensare che chissà quanti, come lui e come l’ormai simbolo di quest’inumana brutalità, George Floyd, siano stati vittime di coloro che dovrebbero difendere le persone e non ammazzarle.

La vittima si chiamava Daniel Prude, 30 anni, originario di Chicago. Era appena arrivato a Rochester per una visita con la sua famiglia. La polizia è intervenuta dopo che il fratello Joe ha chiamato il numero di emergenza 911 per denunciare la scomparsa del fratello dall’abitazione in cui si trovavano, spiegando che Daniel soffriva di disturbi mentali.

Il video mostra l’uomo correre svestito per strada, ma quando i poliziotti intervenuti gli ordinano di mettersi a terra obbedisce e mette le sue mani dietro la nuca. Appare però molto agitato e urla mentre lo ammanettano.

Gli agenti poi gli infilano la testa in una maschera “antisputo”, una sorta di cappuccio usato per proteggere i poliziotti dalla saliva delle persone fermate, soprattutto in tempi di pandemia.

Si sente Prude supplicare di togliere quel cappuccio che non lo fa respirare, ma per tutta risposta un agente sbatte la sua testa in terra e poi con due mani gliela tiene premuta contro l’asfalto, urlando all’uomo “basta sputare!”.

Intanto le urla si trasformano in gemiti e grugniti, mentre un altro agente gli mette un ginocchio sulla schiena.

I poliziotti iniziano a preoccuparsi solo quando l’uomo inizia a vomitare, poco prima di rimanere privo di conoscenza. E’ morto sette giorni dopo in ospedale, dove era stato portato in fin di vita.

Come riporta l’ANSA, la perizia del medico legale parla di “omicidio causato dalle complicazioni di un’asfissia dovute a una coercizione fisica“.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Campagna vaccinale, De Luca: “La Campania ha superato i 2 milioni di somministrazioni”

Pubblicato

il

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, fa il punto della situazione nel consueto appuntamento del venerdì su Facebook. Ecco le sue parole:

“La Campania ha superato i 2 milioni di somministrazioni di vaccino, solo ieri sono state sfiorate circa 50 mila vaccinazioni. Possiamo vantare come Regione, il miglior risultato in Italia per quanto riguarda le vaccinazioni degli over 80, nonostante la Campania abbia ricevuto un minor numero di dosi a disposizione. Prendiamo atto con soddisfazione che oggi tutti siano d’accordo ad immunizzare le isole. Siamo l’unica Regione dove è partita la vaccinazione nelle imprese, a partire da quelle di trasporto. Vanno privilegiati i comparti turistico e alberghiero, altrimenti rischiamo di perdere la stagione estiva, ma per fortuna ci sono arrivati tutti quanti. La campagna vaccinale procede molto bene, nel 90% dei casi i nostri cittadini possono testimoniare di aver ricevuto un servizio efficace e funzionale, in alcune realtà sembra quasi di essere in Svizzera o in Svezia per la qualità del servizio fin qui offerto. Tra i motivi di soddisfazione, vi è pure il fatto che la nostra Regione, ha il livello più basso di terapie intensive e di morti per Covid. Abbiamo la qualità del servizio d’informazione regionale, più avanzato d’Italia”. Procederemo sulla nostra linea, cioè quella d’immunizzare le isole e i luoghi di turismo; inizieremo domani con Capri e tra due settimane con Ischia”.

Continua a leggere

Attualità

Ricordate Silvia Romano? L’ex cooperante italiana si è sposata

Pubblicato

il

Silvia Aisha Romano la 26enne ex cooperante italiana che fu presa prigioniera e liberata l’anno scorso, ora è un insegnante. Silvia si è sposata con da poco con un suo vecchio amico di scuola.

L’ex cooperante con il marito vivono nella periferia di Milano. Il marito si è convertito anche lui all’Islam.

L’incontro con Paolo è avvenuto proprio al suo rientro in Italia. I due avrebbero cominciato a frequentarsi e quell’amicizia che li legava fin da bambini, si sarebbe trasformata in qualcos’altro che li ha portati, poi, alla decisione di sposarsi. Il ragazzo per amore si sarebbe convertito all’Islam.

Continua a leggere

Attualità

Campania. Arriva la conferma sul colore

Pubblicato

il

I numeri della Regione Campania sono ancora da zona gialla. La conferma arriva proprio dall’unità di crisi della Regione.

La Campania resta in zona gialla per la prossima settimana: i dati del monitoraggio dell’Istituto superiore di Sanità riferiscono che la nostra regione ha un indice di contagio Covid19 (Rt) in calo, a 0,95 (0,92-0,97) con una valutazione d’impatto e una classificazione complessiva di rischio  entrambe valutate come «bassa». Lo scenario di trasmissione del virus è quello più basso, classificato numericamente come «scenario di trasmissione 1».

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante