I carabinieri della stazione di Grumo Nevano hanno arrestato per tentata estorsione e maltrattamenti in famiglia un 54enne del posto già noto alle forze dell’ordine.

L’uomo si è introdotto nell’abitazione della figlia 35enne, dove vive anche l’ex moglie e ha preteso 300 euro per acquistare droga. Impugnava un grosso martello e minacciava “Ti spacco la testa”.

L’ex moglie ha provato a farlo ragionare ma è stata spintonata fino al bagno e lì chiusa a chiave.

Approfittando di quei pochi secondi di distrazione, la 35enne ha contattato il 112 e chiesto l’intervento dei Carabinieri, arrivati in pochi minuti.

Gli agenti hanno bloccato il 54enne che ancora stringeva tra le mani il martello: “Ti brucio viva, ti spacco la testa”, ripeteva anche davanti ai militari.

In manette, il 54enne è stato tradotto al carcere di Poggioreale.

Secondo quanto ricostruito, eventi di questo tipo non erano una novità. In più occasioni, infatti, l’uomo aveva preteso denaro dai familiari e mai era stata presentata denuncia nel timore che le sue aggressioni portassero a conseguenze peggiori.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.