Questa mattina, 11 settembre, alle ore 10.30, nel Parco Taglia di Cardito, è stata inaugurata l’opera scultorea dedicata a Lino Romano e a tutte le vittime innocenti di camorra.

Il primo cittadino Giuseppe Cirillo ha scoperto il drappo dell’opera realizzata dagli alunni del Liceo Artistico di Cardito, per il progetto triennale ‘Piantiamo i semi della legalità’, nato in seno all’alternanza scuola-lavoro e finanziato dalla città Metropolitana di Napoli. L’inaugurazione ufficiale è stata preceduta da interventi di istituzioni amministrative, scolastiche e associative.

La famiglia di Lino Romano ha lasciato una sentita testimonianza per il Memoriale in onore del figlio, tra lacrime e commozione: “Ringraziamo il sindaco Cirillo che non ci ha mai lasciati soli, fin dal 2012, anno in cui Lino è scomparso da innocente, in un raid di camorra. Da primo cittadino ci è stato vicino nel dolore e questo Memoriale restituisce un po’ di luce a una piaga che portiamo dentro. Rispetto ad altre famiglie abbiamo avuto giustizia riguardo i responsabili dell’uccisione di Lino, ma il nostro pensiero è quello di testimoniare ai giovani che non è impossibile seguire e percorrere la strada della legalità”.

La prof. Maria Saccardo, in rappresentanza dell’Associazione Libera, ha tracciato l’importante lavoro svolto sul territorio in nome della legalità, dal sindaco, insieme alla sua amministrazione, rappresentata sul palco dall’Assessore alle politiche scolastiche, Anna Orabona. La Dirigente scolastica dell’Istituto Emilio Sereni Daniela Costanzo, ha ribadito l’importanza del trade Union tra istituzioni cittadine e scolastiche, che ha trovato pieno compimento nell’amministrazione Cirillo.

Il sindaco, cui è spettato l’onore di rivelare l’opera scultorea installata all’interno del Parco Taglia, sentitamente ha ringraziato docenti, alunni e cittadinanza, per aver creduto in un progetto atto a lasciare un’impronta fattiva sul territorio, faro di legalità: “Sono orgoglioso di questa inaugurazione, perché da oggi chiunque arriverà nel Parco, guardando questa scultura, potrá ricordare che non bisogna dimenticare quanto accaduto a Lino Romano e alle altre vittime innocenti di camorra e che occorre seguire la via della legalità per evitare che altri episodi dolorosi accadano. Mi piace pensare – ha aggiunto il sindaco – che tra qualche anno gli alunni che hanno realizzato queste opere, spieghino ai loro figli il significato profondo che celano per la comunità e per la nostra città”.

Durante la manifestazione, il sindaco ha riferito ai presenti, che il gruppo Unieuro ha donato al Comune di Cardito sette biciclette nell’ambito del progetto ambientale e di legalità.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.