AFRAGOLA – Dopo le dichiarazioni del Consigliere Gennaro Giustino rilasciate alla nostra testata, dove accusava il Sindaco Grillo di favorire le richieste della Consigliera Anna Izzo per accaparrarsi un voto in più in aula sul bilancio, l’ex consigliera forzista risentita dalle accuse replica e fa recapitare presso la nostra redazione le proprie dichiarazioni: “Per amore della verità, intendo rispondere per filo e per segno all’articolo apparso sul giornale web “Minformo”, dove a chiare lettere si riferisce alla mia persona.

Ma veniamo ai fatti: nel Maggio 2019 vengo sollecitata da alcuni cittadini, tra cui il proprietario di una nota palestra, che, legittimamente, denunciavano i molti disagi causati dalle auto che sfrecciano ad alta velocità in Via Repubblica. In particolare si sottolineava la mancanza di sicurezza in quanto lo scorrimento delle auto, a grande velocità, anche nella fascia pomeridiana, è pericolosissimo per le giovani allieve della palestra.
Nel rispetto del ruolo che i cittadini afragolesi hanno voluto darmi, mi sono fatta portavoce ed ho esposto la questione al Sindaco ed al Dirigente competente. I residenti della zona hanno ritenuto opportuno anche siglare una petizione, per validare ancor più il proprio disagio. Non comprendo, dunque, il perché di tanto clamore se, dopo le certe opportune verifiche, l’Ingegnere ha disposto il posizionamento di un dosso per limitare la velocità stradale.
Sono seriamente dispiaciuta nel leggere le parole tendenziose del mio collega consigliere Giustino che, da politico navigato, dovrebbe ben sapere quali sono i compiti e le priorità di un rappresentante del popolo. Mi rattrista leggere come ciò che ogni persona che siede in Consiglio dovrebbe fare, risulti strumentalizzato in modo così barbaro e anche banale, perdonatemi!
Associare poi il “dosso” alla mia candidatura alle regionali è un pensiero che trovo talmente immaturo che mi viene addirittura il sospetto che sia stato montato “ad arte” … Mi rifiuto di credere che la politica sana, virtuosa possa avvalersi di questi mezzucci per ledere l’”avversario” di turno.
Sono convinta, invece, che la passione politica si coniughi con la volontà di aiutare, sostenere sempre i cittadini e tutta la società.
Ci tengo anche a sottolineare che quello descritto nell’articolo è un risultato di squadra, per il quale bisogna ringraziare l’intera amministrazione, io non ho fatto altro che fare da portavoce, perché questo è il mio ruolo, questo è il compito che i miei concittadini hanno voluto assegnarmi.
Chiudo, se concedete con un appello a tutti i colleghi consiglieri: invece di spenderci in pseudoscoop e critiche superflue, impegniamoci tutti per conseguire dei risultati concreti. Agire anziché parlare e soprattutto farlo con il cuore, in trasparenza, con serenità. Molte doti che, purtroppo, devo constatare che oggi mancano”. 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.