Come ha annunciato giovedì scorso, il Prefetto Valentini oggi incontrerà sulla casa comunale la triade commissariale che, senza dubbio, l’attende in grande spolvero e nella più accurata blindatura.

Il diffuso malcontento dei cittadini provocato dalla gestione dei Commissari straordinari, malcontento documentato da foto e commenti sui social, oltre che da articoli di giornali, è stato distorto in una lettura compiacente che narra di attacchi ingiustificati da parte di “padrini” politici espressione della camorra arzanese.

I soliti narratori di Arzano come città di camorra che, approfittando del governo Lega-5Stelle, hanno ottenuto una cambiale in bianco firmata da Salvini, oggi tacciono di fronte al vergognoso degrado in cui i cittadini sono costretti a vivere.

Strade sporche e dissestate, verde urbano fuori controllo, ingombranti depositati ovunque, traffico autoveicolare da città del terzo mondo, marciapiedi occupati da mercanzie di ogni genere e da enormi grate contenti i cartoni dismessi dai vari supermercati, vigili urbani inesistenti, ufficio tecnico fuori controllo, impiegati promossi senza titolo, sovraordinanti che firmano permessi a costruire, responsabili di settore palesemente inadeguati, conti allo sbando, scuole con lavori ancora in corso o da avviare, strutture sportive chiuse, centro socio educativo e villa comunale abbandonati, abusi edilizi dovunque e in ultimo, proprio nella villa comunale, il recupero di via Cardarelli con il parco urbano dimenticato, nonostante i fondi già accreditati, gli abbattimenti degli abusi nella 167 disattesi, il contrasto allo spaccio e al pizzo inesistenti…

La lista è lunga e richiederebbe un tempo incompatibile con la rapida lettura di una “news”.

Purtroppo, il prefetto vedrà i Commissari e, forse, solo i due loro “cantori”, i due fascioleghisti che si spacciano per giornalisti e che, in attesa di raccogliere le briciole di qualche incarico, in questi giorni osservano il silenzio. La restante parte dei 34.000 e passa cittadini non ha diritto di parola e di rappresentanza.

L’unica speranza che resta agli arzanesi è che arrivando in città e poi uscendone, il Prefetto Valentini guardi dal finestrino e osservi il luogo che sta attraversando, magari notando da subito la sozzura dei manifesti elettorali di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia che sono ovunque, senza alcun rispetto né degli spazi elettorali né dei cittadini.

 

FillyFilandica

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.