Resta sintonizzato

Attualità

Addio Angelica! La 18enne “in cerca di miracoli” non ce l’ha fatta

Pubblicato

il

Di Angelica Abate abbiamo parlato circa un mesetto fa in un nostro articolo. La 18enne infatti era, insieme alla sua famiglia, “in cerca di miracoli”, poichè aveva bisogno di cure innovative per lottare contro la sua terribile malattia e così aveva aperto una raccolta fondi.

A volte però i miracoli non bastano per guarire e la giovanissima Angelica non ce l’ha fatta. Si è infatti spenta nella sua abitazione di Roccalumera in Sicilia, circondata dall’amore dei suoi familiari, nella serata di ieri.

La giovanissima pallavolista, dopo aver scoperto nel febbraio scorso di avere un tumore al cervello, ha viaggiato per mezza Italia e dopo l’operazione al Policlinico di Messina è dovuta andare in Germania dove presso l’INI Klinik di Hannover per sottoporsi ad un’operazione delicatissima al cervello, operata dal medico catanese Vincenzo Paternò.

Qui era arrivata grazie ad una raccolta fondi lanciata dalla famiglia sulla piattaforma “GoFundMe” e in soli due giorni avevano già raccolto 100mila euro necessari per farla operare.

Tutto sembrava inizialmente essere andato per il verso giusto ma poi le sue condizioni sono peggiorate fino al momento in cui ieri sera è volata via.

Le sue parole e la sua immensa voglia di vivere oggi fanno venire un gran magone: “Vorrò ritornare ciò che sono stata Angelica una determinata giocatrice di pallavolo. Il mio sogno è di andare a New York. Il mio luogo preferito è la mia cameretta, dove tengo più di 300 libri, la migliore medicina al mondo…”.

 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Folle inseguimento in strada: arrestato 29enne di Cimitile

Pubblicato

il

I carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Nola, hanno arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale, danneggiamento aggravato e lesioni personali, Antonio Pignatelli, 29enne di Cimitile già noto alle forze dell’ordine.

Secondo le prime informazioni, i militari, hanno individuato l’auto con all’interno il sospettato, ma questi, alla loro vista, ha iniziato a fuggire ed è partito l’inseguimento. La corsa, è durata 40 minuti e, nonostante fosse braccato, l’uomo non si è arreso e ha continuato a speronare più volte l’auto degli agenti. L’inseguimento, è terminato a Cimitile, con la cattura del 29enne. Pertanto, Pignatelli, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Attualità

Sorpresi a spacciare in strada: due giovani in manette

Pubblicato

il

I carabinieri della stazione di Macerata Campania, in provincia di Caserta, hanno tratto in arresto in flagranza di reato per spaccio di sostanze stupefacenti, un 20enne di origini marocchine e residente a Curti, oltre ad un 28enne albanese e residente a Portico Caserta.

I due, sono stati sorpresi mentre cedevano, dietro pagamento di 15 euro, un involucro contenente hashish del peso complessivo di 0,5 grammi ad un acquirente, prontamente segnalato alla Prefettura. Pertanto, gli arrestati, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Attualità

Campania, ansia per Antonio: l’uomo svanito nel nulla da un mese

Pubblicato

il

Continuano le ricerche a Cervinara, in provincia di Avellino, per la scomparsa di Antonio Moscatiello, svanito nel nulla ormai da un mese. Un testimone, dice di averlo visto lo scorso 27 giugno, incamminarsi lungo la strada che va da via Partenio fino a località Coppola. Da allora nessuna traccia.

Permane il mistero, visto che nessuno, dice di averlo visto salire su un autobus o di avergli dato un passaggio, mentre la possibilità che abbia addirittura cambiato Paese, non trova riscontri concreti. Tuttavia, finché non si troveranno prove sufficienti, il caso non potrà essere riaperto.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante