AFRAGOLA – Proprio in questi istanti alla Casa Comunale è in corso una riunione tra il sindaco e gli ex assessori. Motivi dell’incontro sono la formazione della giunta e l’interrogazione parlamentare presentata dai Senatori Carmine Ruotolo, Valeria Valente e Paola Nugnes in merito alla mancata riqualificazione della “Masseria Ferraioli” all’indomani dell’arrivo del milione e mezzo di fondi per ristrutturarla.

A quest’ultima si aggiunge la preoccupazione del primo cittadino che ode da lontano il canto dei nibelunghi, visto che per la prima volta nel Senato della Repubblica si parla di Afragola in merito alla decisione di mandare o meno a queste latitudini la famosa Commissione d’Accesso. A questo punto il Sindaco Grillo fa sapere ai suoi che molto probabilmente sia arrivato il momento di andare tutti a casa, posare baracca e burattini e dirsi arrivederci.

Logicamente questo non inficerà minimamente su una futura decisione del Ministero degli Interni di sciogliere o meno l’ente per ingerenze della criminalità organizzata né solleverà da eventuali responsabilità chi verrà individuato responsabile ma certamente eviterà un ulteriore impasse alla città ed un ulteriore accanimento terapeutico, oramai inutile, da parte della politica locale.

A tutto questo si aggiunge anche che nonostante gli sforzi profusi non si è riusciti neanche a trovare la quadra sulla giunta. Forse, non essendo un politico, il Sindaco Grillo ha sbagliato anche ad esprimersi quel giorno in aula consiliare che pur di incassare il voto favorevole sul bilancio, parlò di azzeramento di giunta. Infatti se nelle idee del primo cittadino c’è sempre stata la garanzia dei consiglieri dimissionari non si può certo parlare di azzeramento ma si poteva parlare tranquillamente di rimpasto di deleghe.

Questo è lo stesso principio che porta avanti il Consigliere Lanzano che sentendo parlare di azzeramento di giunta, giustamente, pretende anche la rotazione delle quote rosa e siccome fino ad ora è stato il suo gruppo ad esprimerla sembra logico e fisiologico che il duo Lanzano-De Stefano debbano esprimere, adesso, un assessore in quota azzurra.

Non se ne parla proprio. Nella volontà del Sindaco e nell’economia degli equilibri la giunta dovrebbe essere espressa senza cambiamenti o quanto meno senza grossi stravolgimenti. A tutto questo non ci sta il Consigliere Lanzano che si tira fuori dalla maggioranza.

Facendo i conti della serva, ad ora, al primo cittadino, mancano i numeri per poter proseguire il cammino se si considera anche il duo leghista fuori dalla maggioranza e da indiscrezioni raccolte in esclusiva da Minformo pare che il gruppo “A viso Aperto” nella persona del Consigliere Gennaro Giustino abbia già aperto le consultazioni con l’opposizione e la parte scontenta della maggioranza per vedere se ci sono gli estremi per porre fine alla consiliatura Grillo. Vi terremo aggiornati.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.