Resta sintonizzato

Cronaca

Controlli anti-Covid tra Marano, Mugnano e Villaricca: denunce e sanzioni

Pubblicato

il

Napoli Nord, Marano, Mugnano e Villaricca: Controlli anti-covid dei Carabinieri. 35 persone e 2 esercizi commerciali sanzionati. Una 28enne tenta di evitare la multa fornendo false generalità, denunciata

Servizio di controllo del territorio per i carabinieri della compagnia di Marano. I militari – nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Provinciale di Napoli volti al rispetto delle norme anti-covid – hanno presidiato le strade di Marano, Mugnano di Napoli e Villaricca invitando i cittadini ad un utilizzo coscienzioso e responsabile dei dispositivi di protezione per contenere il fenomeno epidemiologico.

A Marano, i Carabinieri della locale stazione hanno denunciato una donna per false attestazioni rese a pubblico ufficiale. La 28enne passeggiava senza indossare la mascherina ed è stata fermata dai militari. La attendeva la sanzione anti-covid di 400 euro ma, alla richiesta dei militari di fornire le sue generalità, la donna ne ha dichiarato delle false. I carabinieri se ne sono accorti: hanno verificato – tramite i terminali che si collegano all’anagrafe del comune – che quel nome e quel cognome davano una foto di una donna diversa rispetto alla ragazza che avevano davanti. Smascherata, i militari l’hanno denunciata e multata.

A Mugnano di Napoli, i militari della sezione radiomobile della compagnia di Marano hanno sanzionato il titolare di un centro scommesse in Corso Italia. L’uomo non misurava la temperatura agli avventori. Sanzionate anche 7 persone che erano davanti al centro scommesse perché non indossavano la mascherina.

I carabinieri della stazione di Villaricca hanno sanzionato il titolare di una paninoteca di Corso Europa che continuava a lavorare dopo l’orario di chiusura previsto dalle normative anti covid. Ai locali è stata applicata la sanzione accessoria della chiusura provvisoria dell’attività.

Durante la serata appena trascorsa sono stati sanzionati altri 27 cittadini che non indossavano la mascherina chirurgica.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Napoli. Festa di 18 anni in casa: sanzionati 14 ragazzi

Pubblicato

il

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Secondigliano, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti in via Nuova San Rocco per una segnalazione di schiamazzi e musica ad alto volume provenienti da un’abitazione.

Giunti sul posto, hanno sorpreso 14 ragazzi, napoletani tra i 18 e i 15 anni, tutti privi della mascherina che stavano consumando cibi e bevande poiché era in corso una festa di 18 anni.  

Tutti i partecipanti sono stati sanzionati per inottemperanza alle misure anti Covid-19.

Continua a leggere

Afragola

Afragola. Due auto saltano in aria nella notte: l’appello di uno dei proprietari

Pubblicato

il

Durante la notte scorsa due auto sono saltate in aria ad Afragola: una Fiat Punto ed una Lancia Ypsilon Elefantino.

Quest’ultima è stata avvolta dalle fiamme nel cuore della notte, intorno alle 3.30 circa e un forte boato ha svegliato tutto il vicinato.

Il proprietario della Lancia Ypsilon, un ragazzo di 24 anni, di nome Catello è rimasto sconvolto quando ha visto la sua auto in fiamme.

Dopo aver chiamato i Vigili del Fuoco e i Carabinieri che hanno aperto un’indagine e acquisito le telecamere di videosorveglianza, ha avviato una raccolta fondi.

La macchina l’avevo comprata da poco meno di due mesi con i soldi che avevo messo da parte dopo aver lavorato duro per tanto tempo; mi serviva per andare a lavoro a Giugliano e adesso non so più come fare. Tutti i miei risparmi li avevo investiti nell’auto ed ora mi ritrovo senza nulla, senza quella vettura che mi permetteva di arrivare fino a Giugliano e lavorare; sono disperato” ha detto il giovane idraulico che utilizzava la vettura per recarsi a lavoro a Giugliano.

Continua a leggere

Cronaca

Agguato di camorra a Miano: uomo ucciso in un bar

Pubblicato

il

Un agguato camorristico si è verificato nel pomeriggio di oggi, giovedì 22 aprile, in un bar di Miano.

Salvatore Milano, pregiudicato di sessant’anni, è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco all’interno del bar “Rosetta” su via Vittorio Veneto.

Sul posto i carabinieri della compagnia Stella per i rilievi del caso.

Secondo le prime indiscrezioni sembra che l’uomo sia un pregiudicato vicino al clan camorristico dei Cifrone, nell’area a Nord di Napoli.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante