Resta sintonizzato

Cronaca

POMIGLIANO. Coronavirus nello Stabilimento ex Fiat: scoperti nuovi contagiati

Pubblicato

il

Il Coronavirus arriva anche nello stabilimento Fca di Pomigliano d’Arco, dove sei lavoratori sono risultati positivi al Covid: due lavoratori del reparto stampaggio, due in quello montaggio dello stabilimento e due nei reparti plastica e lastratura.

Le Rsa dello stabilimento hanno avvertito i lavoratori sulle misure messe in campo dall’azienda per la sanificazione degli ambienti e per verificare i contatti diretti degli operai positivi.

Quattro persone sono state messe in quarantena cautelativa.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Tagedia Caserta. Incidente mortale perde la vita 40enne

Pubblicato

il

Nella tremenda collisione il centauro quarantenne è stato letteralmente catapultato dalla sua moto per finire nel terreno che si trovava a bordo strada e perdendo la vita praticamente sul colpo.

Sul posto sono immediatamente intervenute le squadre dei soccorsi sanitari del 118 e le volanti dei Carabinieri, ma per il centauro che aveva da poco accompagnato il figlio a lavoro non vi era più nulla da fare.

L’impatto è avvenuto in via Napoli poco prima del centro commerciale Decò: sul posto sono rimasti i militari dell’Arma dei Carabinieri per effettuare i rilievi del caso e riscostruire l’esatta dinamica dell’incidente

Continua a leggere

Cronaca

Orta di Atella. Morto per covid avvocato. Lascia una moglie e due figlie

Pubblicato

il

Ha perso la battaglia contro il Covid Domenico Napolitano, detto Mimmo, un avvocato di Orta di Atella. Mimmo aveva 50 anni, non è riuscito a sopravvivere al Covid-19 lottando per 2 mesi, lasciando una moglie e due figlie.

Anche il Club Napoli Orta di Atella, ha ricordato Mimmo e si stringe al dolore della famiglia Napolitano.

Altra vittima di Covid-19 poco più che 50enne

Continua a leggere

Cronaca

Poggioreale. Non ne può più e prova a togliersi la vita in carcere

Pubblicato

il

Un detenuto originario della Puglia, in quel di Poggioreale, ieri sera, ha tentato di togliersi la vita, realizzando un cappio e attaccandolo alla finestra.

L’ atto non si è concluso per il taglio della corda in seguito al pronto intervento dei poliziotti penitenziari, che hanno salvato il cinquantenne.

A renderlo noto è stato l’Osapp, il cui vice segretario regionale Campania, Luigi Castaldo, ha cosi dichiarato: “L’intervento di ieri sera che ha salvato la vita di un detenuto e’ stato possibile grazie alla tempestivita’ del personale di Polizia Penitenziaria che, nonostante le ataviche carenze di risorse strumentali ed umane, riesce con alto senso del dovere e forte spirito di abnegazione a compiere il proprio mandato istituzionale”.

Spesso queste difficolta’, dovute a sovraffollamento dei penitenziari e a mancanze strutturali e di personale, non hanno un lieto fine. Pertanto per l’Osapp il plauso va esclusivamente a quel poco personale di Polizia Penitenziaria che ogni giorno con cuore assolve ai propri doveri con zelo”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante