Resta sintonizzato

Economia e Finanza

Conte e Gualtieri presentano la Legge di Bilancio 2021: le misure principali

Pubblicato

il

Questo pomeriggio, a Palazzo Chigi, il Premier Giuseppe Conte e il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri hanno presentato la Legge di Bilancio 2021, illustrando alcune misure principali.

Conte ha affermato:

La manovra ha un’impostazione di forte espansione, non prevediamo aumenti di tasse, una scelta precisa e un impegno politico perseguito fino all’ultimo. Non prevediamo aumenti di tasse nonostante la grave recessione. Con il decreto fiscale abbiamo invece sospeso le cartelle esattoriali.

L’importo complessivo della manovra è di 39 miliardi di euro, 24 miliardi per la legge di bilancio e 15 vengono collegati al programma Next Generation Eu. Sono risorse significative, nonostante il contesto difficile che stiamo vivendo.

La manovra ha due obiettivi: sostegno e rilancio dell’economia. Abbiamo elaborato un progetto che guarda a restituire fiducia e sviluppo al paese.

Abbiamo posto un primo tassello per la riforma fiscale grazie all’assegno unico, abbiamo stanziato 5,6 miliardi per il prossimo anno e portato a regime il taglio del cuneo fiscale. Per il fisco non vogliamo aggiustamenti marginali, ma una organica riforma dell’intero sistema fiscale e tributario, ci lavoreremo da subito e ci affideremo per i prossimi mesi a una legge delega per rivedere il sistema della riscossione, ridefinire il contenzioso tributario, riformare il processo tributario e anche per quel che riguarda l’Irpef e la riforma delle aliquote. Stanziamo ben 8 miliardi inserendoli in un fondo dedicato cui aggiungeremo risorse dalla lotta all’evasione e dal recupero dell’economia sommersa. L’obiettivo è una revisione integrale dell’intero sistema per avere maggiore equità, trasparenza, efficienza e modernità, pagare tutti perché tutti possiamo pagare meno

Il piano Italia Cashless partirà già da dicembre per un sistema più digitale e trasparente con vantaggi sia per i consumatori che per i commercianti. Consentirà a tutti gli acquirenti che acquistano con carte e app rimborsi sino al 10%, con un super cashback fino a 3mila euro per chi userà la carta e con la lotteria degli scontrini senza svantaggiare chi, per ragioni personali, resta legato all’uso del contante“.

Anche il Ministro Gualtieri ha voluto evidenziare alcuni punti cardine della Legge di Bilancio:

La manovra è importante e ambiziosa e offre un forte impulso per la ripresa economica, puntando su investimenti, istruzione, welfare, sanità. Complessivamente il governo per il 2021 mobilita circa 70 miliardi di euro di risorse per la ripresa. In particolare, ai 39/40 miliardi della manovra vanno aggiunti 19 miliardi per la disattivazione delle clausole di salvaguardia Iva e altri 12 miliardi di interventi aggiuntivi.

Complessivamente per la sanità nel 2021 sono previsti 4 miliardi ulteriori, dopo oltre un miliardo già stanziato con il decreto legge agosto. Si tratta di un capitolo comprensibilmente molto significativo.

Con la manovra mettiamo le risorse per far partire dal 1° luglio l’assegno universale per le famiglie con figli, che potrà arrivare fino a 200 euro al mese per figlio per tutte le tipologie di famiglie“.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Economia e Finanza

Banche: Campania prima per fonti creditizie nel 2021, Napoli prima provincia

Pubblicato

il

La Campania è la regione con più frodi creditizie realizzate tramite furto d’identità per acquistare un bene o ottenere un prestito e Napoli è prima fra le province a livello nazionale. Secondo i dati dell’Osservatorio sulle Frodi Creditizie e i furti di identità realizzato da CRIF-MisterCredit, nella Campania nel 2021, si sono avuti 4.787 casi di frode, 13 casi al giorno. Nella classifica la regione è seguita dalla Sicilia (3.380 casi) e dalla Lombardia 3.200 casi, dove Milano è al terzo posto assoluto tra le province italiane (1.178 casi, più di 3 al giorno) A livello provinciale in Campania il maggior numero di frodi è stato registrato nella provincia di Napoli, con 2860 casi (che la collocano al primo posto nel ranking nazionale), seguita da Caserta, con 785 (settima posizione), da Salerno con 668, Avellino con 267 e Benevento, con 207. Nel 2021 il numero di casi rilevati si è concentrato su importi inferiori ai 1.500 Euro (+52% rispetto al 2020), a dimostrazione di come le organizzazioni criminali ormai non disdegnino nemmeno le operazioni fraudolente su beni di importo più contenuto. Al contempo si registra un notevole aumento dei casi di frode con importi compresi tra i 5.000 e i 10.000 Euro, che passano dal 9,6% al 14,0% del totale (+45,7%), e quelli con valore superiore ai 10.000 Euro, che arrivano al 12,7% (+13,9% rispetto alla precedente rilevazione).

Continua a leggere

Attualità

Non trova personale: l’annuncio della sartoria napoletana: “Pago 1.400 euro al mese ma non trovo nessuno”

Pubblicato

il

Mentre cresce l’attenzione sul problema del lavoro nero e sottopagato, prosegue anche la difficoltà di alcuni imprenditori onesti che non riescono a trovare personale: è un esempio il caso di Elia Caliendo, capo di una sartoria napoletana.

“Sono alla ricerca di artigiani e sarti/e che vogliano lavorare con me in sartoria. E’ richiesta una buona esperienza nel settore. Regolarità contributiva e contrattuale garantita. Massima serietà e giusta retribuzione il mio biglietto da visita” – questo l’annuncio diffuso sui Facebook e Linkedin.

Ha fornito ulteriori informazioni sulla paga corrisposta ai suoi dipendenti: “Noi paghiamo circa 1.400 euro al mese. Cerchiamo persone che conoscano il mestiere e siamo pronti a riconoscere il loro lavoro e fare la nostra parte. L’ho chiarito molto bene sull’annuncio proprio per evitare possibili equivoci e fraintendimenti”.

Alla retribuzione si accompagna un equilibrato orario lavorativo ma, nonostante ciò, come raccontato dal titolare, nessuno avrebbe manifestato la volontà di ottenere quel lavoro: “Non ho ottenuto neanche una risposta. L’annuncio è molto chiaro e noi siamo un po’ stupiti rispetto a questo feedback negativissimo. Il silenzio assoluto.

“Abbiamo una grande difficoltà a cercare manodopera e, con estrema sincerità, dico che dobbiamo mandare gli ordini indietro. Se un cliente mi chiede tre vestiti, posso garantirgliene due, consegnandoglieli in tempi diversi. Un problema che di anno in anno diventa sempre più serio” – ha concluso.

Continua a leggere

Attualità

Il Codacons ed il progetto “Inflazione: strategie per i consumatori” finanziato dal Ministero dello sviluppo economico

Pubblicato

il

ITALIA – Il Codacons ha avviato con Regione Lombardia ed altre Associazioni di consumatori lombarde riconosciute a livello regionale il progetto: “Inflazione: strategie per i consumatori”, finanziato del Ministero dello sviluppo economico.

Gli obiettivi che il Codacons si pone sono l’apertura sul territorio regionale di 44 sportelli per il consumatore da parte di tutte le associazioni lombarde, garantendo l’ubicazione di sportelli nel territorio di ciascuna delle 12 Province lombarde al fine di favorire il rapporto dei cittadini con le istituzioni.

Tali sportelli rappresenteranno sul territorio centri qualificati di assistenza per il cittadino consumatore e utente. Nell’ambito del progetto appena avviato, Codacons ha dedicato i nuovi sportelli ubicati in provincia di Milano.

Il Codacons, inoltre, intensificherà l’attività di creazione di contenuti anche attraverso riviste di settore e webinar nonché cercando di avvicinare i giovani a tali tematiche tramite i social network, favorendo l’osservazione della stampa locale che, con i suoi interventi, è premessa per un intervento ed un aiuto mirato sui settori più caldi per la popolazione.

Si tratta, insomma, di un progetto fondamentale per la cittadinanza che mira ad arrivare a tutti i cittadini, sia a quelli già interessati a tali problematiche sia quelli che vi si avvicinano per la prima volta.
“La consapevolezza di ciò che accade intorno a noi ci consente di mettere in pratica strategie e spunti per costruire un modello di vita più felice e pieno di soddisfazioni”, aggiunge il Presidente del Codacons, Avv. Marco Maria Donzelli “Speriamo in una ampia partecipazione di tutta la popolazione su una tematica così delicata. Chiediamo anche ai Comuni e alle comunità locali di portare alla luce le attività che la nostra Associazione, in collaborazione con Regione Lombardia, sta mettendo in atto”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante