Resta sintonizzato

Attualità

Scuole chiuse in Campania, De Luca: “Con questi dati sarà inevitabile mantenere la DAD”

Pubblicato

il

Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, nel corso del suo consueto appuntamento per fare il punto sulla situazione Coronavirus in Campania, ha parlato delle scuole:

È l’ora delle decisioni consapevoli. Possiamo fare tutto, ma con questi dati non si apre alla mobilità e sarà inevitabile mantenere la didattica a distanza. So bene quanti problemi e sacrifici determina: pongo ai genitori la domanda che mi pongo a me stesso: qual è l’alternativa? Vi sentite di mandare i vostri figli a scuola in queste condizioni?

Non abbiamo chiuso le scuole, abbiamo chiuso mobilità e assembramenti. La didattica la decidono le autorità. Abbiamo riconfermato l’ordinanza dopo che alcuni buontemponi si erano rivolti al Tar. Volevo dire cose pesanti nei confronti di alcune mamme, ma io non ho mai incontrato mamme disposte a mandare figli a scuola in queste condizioni. Verifichiamo lunedì se possibile aprire le elementari. Qualche organo di informazione ha speculato pure su questo: si aprono le elementari se ci sono condizioni di tutela della salute dei bambini sennò si chiude la mobilità.

Ho ascoltato in questi giorni alcune delle affermazioni più stupide e irresponsabili. La prima: le scuole sono le ultime cose che dobbiamo chiudere. Un’affermazione totalmente irresponsabile, le attività da chiudere sono determinate a livello di contagio non in astratto. Le priorità sono dettate dal numero di contagiati che abbiamo non dagli ideologismi, sembra una banalità ma dobbiamo ripeterla.

I dati che ci vengono dall’Asl Napoli 2, negli ultimi giorni 1321 tamponi nel programma Scuola Sicura, parlano di 50 positivi: cinque positivi da 0-5 anni, 17 da 6-10 anni, 12 11-13 anni, nove da 14-19 e sette positivi tra operatori scolastici. Il totale dei dati che registra l’Asl Na2 nelle scuole di riferimento è di 160 positivi tra docenti e studenti di ogni età. 

Tenendo conto dei contagi correlati ma sempre in ambito scolastico, parliamo di 380 positivi solo nell’area di Napoli 2. Mi domando: di fronte a questo dato, quale è la risposta che la ragione ci consiglia di dare? Sicuramente non è quella irresponsabile che abbiamo sentito. Io credo che sia di evitare che il contagio si diffonda in maniera incontrollata su studenti e poi famiglie. Cerchiamo di potenziare didattica a distanza.

Se qualcuno ha risposte più sensate e ragionevoli, ce le fornisca. Siamo pronti ad accettarle. Ad oggi sono state solo dette banalità assolute e irresponsabilità ancora più grandi. 

Verificato in questi giorni un altro dato. Abbiamo fatto con gli esperti una comparazione fra il contagio che abbiamo avuto in popolazione in generale e fascia età 0-18 anni nelle settimane prima e dopo apertura scuole. Abbiamo avuto nella popolazione generale un aumento di tre volte del contagio, per quanto riguarda i giovani in età scolastica, dopo la scuola, ha registrato un aumento di nove volte del contagio. Vuol dire che l’apertura dell’anno scolastico non è cosa ininfluente rispetto a diffusione del contagio“.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Allerta Meteo in Campania: chiusi tutti i parchi

Pubblicato

il

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo con criticità idrogeologica di livello Giallo, valevole sull’intero territorio cittadino a partire dalle 20 di oggi, venerdì 14 maggio, e fino alla ore 12 di domani. 

Il primo cittadino di Napoli, Luigi De Magistris, ha così deciso che in città i parchi pubblici resteranno chiusi.

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo con criticità idrogeologica di colore Giallo per piogge e temporali valevole dalle 20 di stasera e fino alle 12 di domani sabato 15 maggio.

Nell’avviso si legge “I fenomeni temporaleschi saranno caratterizzati da rapidità di evoluzione e potranno essere accompagnati da grandine e fulmini. Tra le conseguenze derivanti dal quadro meteo previsto, la protezione civile regionale evidenzia, tra l’altro, possibili fenomeni franosi soprattutto in territori fragili anche in assenza di precipitazioni. Possibili anche caduta massi, allagamenti, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, fenomeni di rigurgito dei sistemi urbani di smaltimento delle acque meteoriche, scorrimento superficiale delle acque sulla sede stradale”.

Continua a leggere

Attualità

Vaccini “last minute” all’hub di Porta Nolana: anche senza prenotazione

Pubblicato

il

Troppe defezioni tra i convocati per le vaccinazioni al centro vaccinale dell’Eav di Porta Nolana oggi, venerdì 14 maggio 2021.

Il presidente della società regionale dei trasporti Umberto De Gregorio ha così lanciato l’appello: “Ci sono 50 dosi inutilizzate, venite a ricevere la somministrazione“. C’è tempo fino alle ore 20. Somministrazioni senza prenotazione, solo con tessera sanitaria e tesserino aziendale.

Attenzione! Appello Last minute! Centro vaccinale EAV – Porta Nolana – abbiamo 50 vaccini disponibili per gli operatori del trasporto over 50 . Il centro è aperto sino alle 20, facciamo un appello per tutti i lavoratori del TPL per un open day last minute over 50. Chi vuole vaccinarsi si presenti con tessera sanitaria e tesserino aziendale di riconoscimento. Abbiamo avuto molte defezioni tra le convocazioni! Non vogliamo sprecare neanche un vaccino! NB. anche sotto i 50 se di EAV o di altre aziende che hanno aderito ed iscritto i loro dipendenti nella piattaforma TPL” ha scritto De Gregorio sul suo profilo social.

Al centro vaccinale Eav, intanto, da martedì 18 maggio partiranno anche le vaccinazioni anti-Covid19 per i tassisti napoletani.

Coinvolti nelle operazioni anche i consorzi delle cooperative radiotaxi che potranno dare supporto ai propri soci eventualmente per capire la procedura. L’iniziativa nasce per completare le vaccinazioni nel comparto dei trasporti, a contatto stretto con il pubblico, anche in funzione di rilancio del turismo in vista della stagione estiva. Per la stessa giornata è prevista anche la partenza delle somministrazioni di vaccino per i dipendenti dell’Anm.

Continua a leggere

Attualità

Italia in giallo. I colori delle Regioni secondo la nuova ordinanza di Speranza

Pubblicato

il

Dalla prossima settimana tutta Italia entrerà in zona gialla, a eccezione della Valle d’Aosta che resterà in zona arancione.

Come ogni venerdì, sulla base del report dell’Istituto Superiore di Sanità e del ministero della Salute relativo all’andamento epidemiologico della pandemia di Coronavirus, il ministro della Salute Roberto Speranza firmerà in giornata la nuova ordinanza, che entrerà in vigore a partire da lunedì 17 maggio e che definirà i nuovi colori delle regioni.

Un passaggio in attesa delle nuove “linee guida” e della ridefinizione dei parametri che il governo discuterà a margine della riunione della cabina di regia convocata per lunedì 17 dal presidente del Consiglio Mario Draghi. Il premier ha già fatto capire che la linea rimarrà la stessa: massima prudenza e nessuno spostamento del coprifuoco, che forse subirà lo slittamento di un’ora a partire dal 24 maggio.

Lunedì verrà definita la data della ripartenza del settore dei matrimoni (verso il 15 giugno) e dei centri commerciali nel fine settimana.

La Valle d’Aosta, da lunedì 17 maggio, sarà l’unica regione italiana a essere in zona arancione, mentre tutte le altre aree si tingeranno di giallo.

Le uniche regioni che, a ieri, avevano un’incidenza superiore ai 150 casi per 100mila abitanti (che probabilmente con i prossimi criteri sarà la soglia per finire in arancione) sono la Valle d’Aosta (165) e la Campania (sul filo a 153).  Il resto delle regioni ha indicatori da zona gialla.

Nel prossimo provvedimento del governo potrebbero esserci novità per quanto riguarda il monitoraggio dei contagi e il calcolo del rischio.

L’indice Rt verrà infatti sostituito con quello ospedaliero: come spiega l’agenzia Ansa, l’esecutivo punta a renderlo operativo già per il monitoraggio di venerdì 21 maggio, nonostante resti attivo il calcolo basato sull’Rt che sarà utile a rendere tempestive misure di contenimento locali.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante