Resta sintonizzato

Cronaca

La mamma offesa da De Luca risponde a tono: “Eviti battute e riapra le scuole!”

Pubblicato

il

Venerdì scorso il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, nel corso del suo intervento su Facebook, ha preso di mira una giovane madre che l’aveva attaccato a seguito della decisione del presidente di chiudere le scuole. “Mammine di tendenza” e “bambina Ogm cresciuta con latte al plutonio”, le frasi di De Luca rivolte alla mamma.

La donna, Arianna Montesano (37 anni), intervistata da ‘Il Mattino’ ha risposto a tono a De Luca. “Sono io la mamma della bambina ogm allevata con latte al plutonio. Sono amareggiata. Non sono stata offesa solo io ma un’intera comunità  scolastica. Non siamo negazionisti, siamo impauriti ma a scuola le regole sono rispettate in pieno. Ma lei ha votato De Luca alle recenti Regionali? Si’ ma mi rimangerei la scheda”. 

L’invito. Io spero che De Luca riveda le sue decisioni sulla chiusura, i bambini sono privati del loro mondo. Non vogliamo liberarci dei nostri figli e mandarli a scuola, ma non vogliamo privarli di un loro diritto. Io, poi, riesco a organizzarmi, ma molte mamme non riescono nemmeno a fare la Dad. Già in Campania c’è il più alto tasso di dispersione scolastica d’Italia, così si triplica”.

Ieri il governatore è tornato sui suoi passi ed ha definito scherzose le sue parole. “Qualcuno  ha interpretato una mia battuta come non rispettosa, non c’è nulla di più lontano dal mio pensiero“. Questa la risposta della signora. “Non deve chiedere scusa a me, bensì a tutte le mamme, anzi a tutti i genitori che vivono un momento drammatico e su cui si fa sarcasmo gratuito. Con poche parole è riuscito ad offendere un intero popolo, quello della scuola”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Addio a Olivia Newton-John, la Sandy di ‘Grease’: aveva 73 anni

Pubblicato

il

Ha fatto sognare intere generazioni, grazie alla sua semplicità e leggerezza, al suo fascino senza tempo, protagonista insieme a John Travolta, di uno dei film-musical cult per eccellenza. Stiamo parlando di Olivia Newton-John, la Sandy di ‘Grease’, morta all’età di 73 anni a causa di un cancro al seno, contro cui lottava da oltre 30 anni.

Ad annunciarlo, è stato il marito John Easterling, con questo post su Instagram:

“Si è spenta serenamente nel suo ranch nel sud della California, circondata da familiari e amici. Olivia è stata un simbolo di trionfi e speranza per oltre 30 anni, condividendo il suo viaggio con il cancro al seno. La sua ispirazione curativa e la sua esperienza pionieristica con la fitoterapia, continuano con il Fondo Olivia Newton-John Foundation, dedicato alla ricerca sulla fitoterapia e sul cancro”.

Toccante il ricordo del suo ‘partner artistico’ John Travolta, che ha così dichiarato:

“Mia cara Olivia, hai fatto così tanto per rendere le nostre vite migliori. Il tuo impatto è stato incredibile. Ti ho amato tanto. Ci rivedremo ancora lungo il cammino e saremo di nuovo uniti, di nuovo insieme. Sono sempre stato tuo, dal primo momento che ti ho vista, e lo sarò sempre. Il tuo Danny, il tuo John”.

Continua a leggere

Cronaca

Omicidio-suicidio nel Veneziano: uomo ferisce l’ex moglie e poi si toglie la vita

Pubblicato

il

Violenza di genere nel Veneziano, presso l’abitazione di Torre di Mosto, dove Michele Beato, 56enne ex guardia giurata, ha prima tentato di uccidere l’ex moglie, Rosa Silletti, 51 anni, per poi togliersi la vita con una balestra.

Stando ad una prima ricostruzione, dopo la separazione, la donna si era trasferita nel comune vicino di San Stino di Livenza, ma quel giorno si era recata al suo lavoro di addetta alle pulizie, presso un negozio di barbiere di Torre di Mosto. Tuttavia, l’ex marito, l’avrebbe aspettata fuori dall’esercizio commerciale, per poi colpirla dopo che ella era salita in auto.

Convinta di averla uccisa, Beato si sarebbe diretto verso casa, togliendosi la vita nel suo garage. Al momento, la donna è sotto osservazione in ospedale. Indagini in corso!

Continua a leggere

Cronaca

Follia a Varcaturo, si rifiuta di pagare il conto al ristorante e minaccia di morte il titolare: arrestato

Pubblicato

il

Attimi di follia nel pomeriggio di ieri, presso un lido balneare in via Marina di Varcaturo a Giugliano, dove un cliente ha dato in escandescenze per futili motivi.

In particolare, l’uomo aveva consumato un pasto insieme alla famiglia, presso il ristorante dello stabilimento, per poi tornare in spiaggia senza pagare il conto. A quel punto, il titolare ha chiesto spiegazioni all’uomo, il quale ha iniziato a inveire contro di lui e poi a minacciarlo di morte con un coltello, asserendo di appartenere ai clan criminali della zona.

Tuttavia, sono intervenuti sul posto gli agenti del Commissariato Giugliano-Villaricca, che non senza difficoltà, sono riusciti a bloccare l’aggressore rinvenendo il coltello con il quale aveva perpetrato la minaccia. Si tratta di un 44enne napoletano con precedenti di Polizia, arrestato per tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso, minacce e resistenza a Pubblico Ufficiale, nonché per porto d’armi od oggetti atti ad offendere.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante