Resta sintonizzato

Cronaca

Vendeva liquidi da “Svapo” illegali: in manette un commerciante

Pubblicato

il

GUARDIA DI FINANZA DI CASERTA: SCOPERTA UNA FRODE NEL SETTORE DELLE SIGARETTE ELETTRONICHE. SEQUESTRATI OLTRE 1.700 LITRI DI LIQUIDI DA “SVAPO”.

All’esito di una complessa attività info-investigativa finalizzata al contrasto degli illeciti economico-finanziari, la Compagnia della Guardia di Finanza di Aversa ha individuato a Teverola (CE) un deposito occulto utilizzato per lo stoccaggio di liquidi da inalazione per “e-cig” (c.d. sigarette elettroniche) e di altro materiale destinato alla fabbricazione di prodotti da fumo.

Nel corso dell’intervento presso i locali del capannone, appositamente “mascherati” attraverso l’utilizzo di insegne commerciali riferibili ad un altro soggetto economico, sono stati sottoposti a sequestro circa 1.700 litri di prodotti da inalazione, già confezionati in oltre 25.000 flaconi e pronti per essere immessi in commercio sia in Italia che all’estero.
La loro cessione sul mercato “nero” avrebbe fruttato ricavi illeciti per oltre 600.000 euro, con un potenziale danno per l’erario calcolato nell’ordine dei 360.000 euro, essendo tali sostanze soggette ad imposta di consumo analogamente a quanto avviene per i prodotti da fumo tradizionali.

Nel caso di specie, poiché l’imposta viene determinata dall’equivalenza tra un millilitro di liquido e le sigarette convenzionali (in base alle tabelle di conversione utilizzate dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli un millilitro di liquido equivale a 5,63 sigarette convenzionali), il quantitativo sequestrato corrisponderebbe ad oltre 9,5 milioni di sigarette (in peso oltre 9 tonnellate).

I soggetti che, in base alle attuali risultanze investigative, risulterebbero responsabili della frode (precisamente i rappresentanti legali di due società e il titolare di “fatto” di una di esse) sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Napoli Nord per il reato di contrabbando, mentre alcuni campioni dei prodotti sequestrati sono stati inviati al competente laboratorio chimico delle Dogane onde verificare la presenza di sostanze nocive per la salute.

Nei confronti delle aziende interessate, i finanzieri hanno avviato altresì i relativi controlli amministrativi per il recupero delle imposte finora evase e, in tale contesto, è stato possibile accertare anche l’impiego illecito di manodopera con l’individuazione di ben 21 lavoratori “in nero”.

Cronaca

Violenta lite sfocia nel sangue: anziano uccide a bastonate la moglie

Pubblicato

il

Orrore a Venaria, in provincia di Torino, dove un anziano di 73 anni ha ucciso la moglie di 74 anni a bastonate. In particolare, i due sarebbero stati protagonisti di una lite piuttosto animata, finita poi in tragedia. Sul posto, sono intervenuti sanitari, che hanno soltanto potuto constatare il decesso della donna, mentre i carabinieri stanno ora indagando per risalire all’esatta dinamica dell’accaduto. L’uomo è stato invece arrestato per omicidio.

Continua a leggere

Cronaca

Notte di terrore per una donna, inseguita e sparata dal marito: la situazione

Pubblicato

il

Attimi di panico nella notte a Soragna, nel Parmense, dove è scoppiata una violenta lite domestica tra due coniugi, al culmine della quale la donna è scappata in auto.

A quel punto, il marito, di 60 anni, ha preso la sua pistola e l’ha inseguita, speronandola varie volte. La 50enne, impaurita, ha allora allertato i carabinieri, i quali l’aspettavano con due pattuglie davanti alla caserma, laddove l’uomo ha esploso due colpi ferendola di striscio alla spalla. Pertanto, è stato arrestato in flagranza per tentato omicidio.

Continua a leggere

Cronaca

Paura a Napoli, donna minacciata in casa con un coltello: i particolari

Pubblicato

il

Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale sono intervenuti nel pomeriggio di ieri a Napoli, in vicoletto II Santa Maria a Cancello, per la segnalazione di una rapina.

Stando alle prime informazioni, i poliziotti giunti sul posto, vi hanno trovato due uomini, di cui uno ha riferito loro che l’altro, poco prima, si era introdotto presso la sua abitazione tentando di rapinare la compagna e minacciandola con un coltello, salvo poi essere sopraffatto dalla donna che è riuscita a scappare. A quel punto, avrebbe incrociato il compagno, mentre stava rientrando a casa, il quale avendo assistito alla scena, si è messo subito all’inseguimento del malvivente.

Pertanto, gli agenti sono riusciti a bloccare e identificare l’uomo: si tratta di un 32enne pakistano con precedenti di Polizia, arrestato per tentata rapina aggravata.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante