Vi abbiamo raccontato le terribili condizioni in cui riversa il Parco Ristoro TAV di Caivano (clicca qui per l’articolo completo). Purtroppo non si tratta dell’unica area ‘maltrattata’ e lasciata nel ‘dimenticatoio’ dall’amministrazione comunale del Sindaco Enzo Falco.

In particolare, il degrado urbano a cui facciamo riferimento si estende anche in altre zone della città.

La Domenica (in tempi normali), si è soliti andare a salutare i propri cari, defunti. Ma il Cimitero di Caivano gli ospiti sembra proprio non volerli. La casa dei defunti riversa, anch’essa, in condizioni disastrose.

Qui vi riportiamo la testimonianza di Giacinto Russo, ex senatore, nonché padre della consigliera all’opposizione Orsella Russo.

Non sono alla ricerca dei responsabili ne conosco l’assessore a cui è stata affidata la delega alle problematiche cimiteriali voglio solo segnalare
a chi può intervenire il degrado del cimitero fino a poco tempo fa un fiore all’occhiello per pulizia e organizzazione stamane mi sono recato nel posto anzidetto per un saluto ai miei cari e quello che ho visto grida vendetta:viali sporchi raccoglitori di rifiuti stracolmi e residui di fiori e altri addobbi sparsi lungo i viali io ed altri cittadini abbiamo anche parlato con uno degli addetti:che lamentava carenze di personale e altre disfunzioni mi rivolgo a chi governa il paese per favore restituite decoro alla dimora dove riposano i nostri cari . Grazie”

Insomma, una chiara dimostrazione, di come l’amministrazione e il sindaco Enzo Falco, oltre che alle strutture per modo di dire ‘secondarie’, si siano dimenticati anche di aree primarie, legato al culto cittadino.

Se dei vivi non v’interessa, abbiate almeno il buon senso di RISPETTARE I MORTI. 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.