Resta sintonizzato

Campania

Napoli e Provincia: controlli anti-covid e illegalità, denunce e sanzioni dei carabinieri

Pubblicato

il

Napoli e Provincia: Servizi a largo raggio dei carabinieri. Nel mirino illegalità diffusa e controlli anti-covid. Denunce e sanzioni

Controlli dei Carabinieri del Comando Provinciale a Napoli e Provincia.

A Napoli – in via Duomo e nel Centro Storico – i Carabinieri della Compagnia di Napoli Centro insieme ai militari del Reggimento Campania, del Nucleo Cinofili di Sarno e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Napoli – nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Provinciale –, hanno setacciato le strade della zona per tutta la giornata. 16 le persone denunciate, 15 le perquisizioni domiciliari e 71 i cittadini identificati.

2 uomini sono stati denunciati per aver esercitato l’attività di parcheggiatore abusivo, 1 persona, invece denunciata per false attestazioni fornite a pubblico ufficiale sulla propria identità e 1 ragazzo per omessa custodia di cose sottoposte a sequestro (uno scooter).
Controlli che sono continuati anche nel tardo pomeriggio: 2 persone sono state denunciate perché trovate alla guida senza aver mai conseguito la patente con recidiva nel biennio, 1 uomo è stato invece trovato con banconote false e quindi è stato denunciato.
In un condominio di via Duomo sono state denunciate 9 persone per furto di energia elettrica

Controllate anche le attività commerciali. Sanzionato il titolare di un bar in in via San Biagio dei Librai per un importo complessivo di 10mila euro: aveva impiegato un lavoratore non regolarmente assunto, quest’ultimo era anche percettore del reddito di cittadinanza. Sospesa l’attività imprenditoriale.
Controlli anti-covid. 7 i cittadini sanzionati amministrativamente per mancato rispetto delle norme in materia di contenimento della diffusione del covid-19 per la mascherina o per essere in strada senza giustificato motivo.
Segnalati alla locale Prefettura 3 giovani per utilizzo di sostanze stupefacenti.

A Torre Annunziata, invece, i carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata hanno svolto un servizio coordinato di controllo del territorio a largo raggio, focalizzato sulla repressione dei reati in genere e sulla verifica del rispetto delle normative nazionali e locali anti-contagio.

A Striano i militari della locale Stazione hanno denunciato un 20enne, trovato in possesso di alcune dosi di stupefacente. All’esito della perquisizione presso l’abitazione, sono stati rinvenute ulteriori confezioni di droga, per complessivi 42 grammi di marijuana e 2 di hashish.

A Boscoreale, i militari della Sezione Radiomobile hanno controllato un 42enne, che in atteggiamento sospetto si aggirava a bordo della propria auto in un quartiere residenziale. È scattata la perquisizione sul posto che ha permesso di rinvenire e sequestrare attrezzi da scasso: una cesoia, un piccone ed una tronchese. L’uomo, già noto alle ff.oo. per reati contro il patrimonio, è stato denunciato.

Gli stessi militari, durante un controllo stradale, hanno segnalato quali assuntori di stupefacenti un 27enne e un 48enne, sorpresi con dosi di cocaina per uso personale.

Particolare attenzione è stata rivolta alla verifica del rispetto delle norme anti-contagio. A Torre Annunziata è stata disposta la sospensione temporanea di un bar in via Gino Alfani, ove alcuni avventori sono stati sorpresi mentre consumavano bevande e cibi all’interno.

Ulteriori 24 sanzioni sono state irrogate nei confronti di altrettante persone, tutte controllate nel centro oplontino in difetto delle note regole in vigore nella “zona rossa”: assenza di mascherine indossate, consumazione di cibi e bevande nei pressi di esercizi di ristorazione, divieto di circolazione tra comuni diversi in assenza di comprovati motivi.

Nel corso del servizio sono state inoltre irrogate 13 sanzioni per violazioni al codice della strada, sequestrata 1 autovettura e ritirate 2 patenti di guida. I controlli continueranno nei prossimi giorni.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Covid-19 in Campania: il bollettino delle vaccinazioni

Pubblicato

il

Anche quest’oggi, lunedì 17 maggio, l’Unità di Crisi della Regione Campania ha reso noti i dati relativi alla situazione del Coronavirus, aggiornati alle 12 di oggi.

Complessivamente sono stati vaccinati con la prima dose 1.812.256 cittadini. Di questi 702.599 hanno ricevuto la seconda dose.

Le somministrazioni effettuate sono state, in totale, 2.514.855.

La categoria che ha ricevuto più vaccini è quella dei Fragili con 585.716 vaccinazioni, seguita degli Over 60 con 550.088 vaccinazioni.

Continua a leggere

Campania

Nicola Caprio (Presidente CSVnet CAMPANIA): ” Faccio un appello alla Regione Campania per ripartire dalle politiche welfare”

Pubblicato

il

Oggi Nicola Caprio Presidente “CSVnet CAMPANIA”, è stato intervistato ai microfoni di “Radio Punto Nuovo”, per parlare delle politiche sociali e welfare, che negli ultimi tempi, sia a livello locale e regionale, sia su base Nazionale, il volontariato non riesce ad essere efficiente, per causa delle mancanze Istituzionali e Amministrative.

Nicola Caprio ha ribadito il mal funzionamento delle politiche sociali da parte dei Comuni e della Regione Campania. Come ha proprio dichiarato il Presidente nel programma radiofonico: “In realtà la riforma prevede una organizzazione o progettazione tra i Comuni e il Terzo Settore, ma capita spesso che ci troviamo ad affrontare delle inefficienze da parte dei Comuni e dalla Regione nel progettare politiche sociali. Adesso le Amministrazioni, si nascondono dietro alla pandemia. Faccio una appello ai Comuni e alla Regione Campania per ripartire dalle politiche di welfare”.

Poi Nicola Caprio ha sollecitato il Governo dichiarando:” Il Governo sta perdendo tempo, i cittadini hanno bisogno di risposte rapide. Si discute ancora troppo. Il Governo deve dare priorità come, la creazione di nuovi posti di lavoro, aiuto agli imprenditori per ripartire a pieno regime”.

Continua a leggere

Bacoli

I tesori nascosti di Baia: cinque absidi romani sul percorso della Cumana

Pubblicato

il

Cinque absidi in opera reticolata romana sono stati riportati alla luce nel corso delle attività di pulizia lungo l’ex percorso ferroviario della Cumana a Baia da parte dei tecnici del Parco Archeologico dei Campi Flegrei.

In settimana, infatti, sono state avviate le indagini per il completamento della progettazione del nuovo percorso pedonale attraverso la galleria dismessa della ferrovia Cumana, nei pressi delle Terme di Baia.

«I cinque absidi scoperti fanno parte di un antico prospetto del complesso di Mercurio o delle sostruzioni per una villa che doveva occupare la parte sommitale della collina di Baia», ha dichiarato il Parco Archeologico dei Campi Flegrei con una nota. 

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante