Resta sintonizzato

Cronaca

Napoli e Provincia: controlli anti-covid e illegalità, denunce e sanzioni dei carabinieri

Pubblicato

il

Napoli e Provincia: Servizi a largo raggio dei carabinieri. Nel mirino illegalità diffusa e controlli anti-covid. Denunce e sanzioni

Controlli dei Carabinieri del Comando Provinciale a Napoli e Provincia.

A Napoli – in via Duomo e nel Centro Storico – i Carabinieri della Compagnia di Napoli Centro insieme ai militari del Reggimento Campania, del Nucleo Cinofili di Sarno e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Napoli – nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Provinciale –, hanno setacciato le strade della zona per tutta la giornata. 16 le persone denunciate, 15 le perquisizioni domiciliari e 71 i cittadini identificati.

2 uomini sono stati denunciati per aver esercitato l’attività di parcheggiatore abusivo, 1 persona, invece denunciata per false attestazioni fornite a pubblico ufficiale sulla propria identità e 1 ragazzo per omessa custodia di cose sottoposte a sequestro (uno scooter).
Controlli che sono continuati anche nel tardo pomeriggio: 2 persone sono state denunciate perché trovate alla guida senza aver mai conseguito la patente con recidiva nel biennio, 1 uomo è stato invece trovato con banconote false e quindi è stato denunciato.
In un condominio di via Duomo sono state denunciate 9 persone per furto di energia elettrica

Controllate anche le attività commerciali. Sanzionato il titolare di un bar in in via San Biagio dei Librai per un importo complessivo di 10mila euro: aveva impiegato un lavoratore non regolarmente assunto, quest’ultimo era anche percettore del reddito di cittadinanza. Sospesa l’attività imprenditoriale.
Controlli anti-covid. 7 i cittadini sanzionati amministrativamente per mancato rispetto delle norme in materia di contenimento della diffusione del covid-19 per la mascherina o per essere in strada senza giustificato motivo.
Segnalati alla locale Prefettura 3 giovani per utilizzo di sostanze stupefacenti.

A Torre Annunziata, invece, i carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata hanno svolto un servizio coordinato di controllo del territorio a largo raggio, focalizzato sulla repressione dei reati in genere e sulla verifica del rispetto delle normative nazionali e locali anti-contagio.

A Striano i militari della locale Stazione hanno denunciato un 20enne, trovato in possesso di alcune dosi di stupefacente. All’esito della perquisizione presso l’abitazione, sono stati rinvenute ulteriori confezioni di droga, per complessivi 42 grammi di marijuana e 2 di hashish.

A Boscoreale, i militari della Sezione Radiomobile hanno controllato un 42enne, che in atteggiamento sospetto si aggirava a bordo della propria auto in un quartiere residenziale. È scattata la perquisizione sul posto che ha permesso di rinvenire e sequestrare attrezzi da scasso: una cesoia, un piccone ed una tronchese. L’uomo, già noto alle ff.oo. per reati contro il patrimonio, è stato denunciato.

Gli stessi militari, durante un controllo stradale, hanno segnalato quali assuntori di stupefacenti un 27enne e un 48enne, sorpresi con dosi di cocaina per uso personale.

Particolare attenzione è stata rivolta alla verifica del rispetto delle norme anti-contagio. A Torre Annunziata è stata disposta la sospensione temporanea di un bar in via Gino Alfani, ove alcuni avventori sono stati sorpresi mentre consumavano bevande e cibi all’interno.

Ulteriori 24 sanzioni sono state irrogate nei confronti di altrettante persone, tutte controllate nel centro oplontino in difetto delle note regole in vigore nella “zona rossa”: assenza di mascherine indossate, consumazione di cibi e bevande nei pressi di esercizi di ristorazione, divieto di circolazione tra comuni diversi in assenza di comprovati motivi.

Nel corso del servizio sono state inoltre irrogate 13 sanzioni per violazioni al codice della strada, sequestrata 1 autovettura e ritirate 2 patenti di guida. I controlli continueranno nei prossimi giorni.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Città

Napoli. E’ stato un parto difficile, il neonato rischia un arresto cardiaco

Pubblicato

il

E’ nato prematuro dopo un parto complicato e per salvargli la vita si è reso necessario il trasporto in elicottero da Sapri a Castellammare. Giunto in ospedale è stato poi operato con un intervento salvavita al San Leonardo di Castelammare. Ora è ricoverato nella terapia intensiva neonatale e nelle prossime ore sarà dichiarato fuori pericolo, se tutto procederà senza ulteriori intoppi.

Continua a leggere

Città

Torre Annunziata: Controlli notturni dei carabinieri. 2 i pusher arrestati

Pubblicato

il

Sono le 2 di notte quando i carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Torre Annunziata fermano a via Vittorio Emanuele III due persone a bordo di uno scooter.
Salvatore Tarantino* – 24enne di Boscotrecase già noto alle forze dell’ordine – è alla guida mentre il passeggero ha 19 anni, è incensurato ed è di Torre Annunziata.

I due si comportano nervosamente e non sono in grado di giustificare la loro presenza in quel luogo e a quell’ora o comunque la loro versione non convince i Carabinieri che decidono di controllarli. Perquisiti, vengono trovati in possesso di quasi 24 grammi di hashish. Il più grande aveva con sé 8 dosi mentre l’incensurato ne custodiva altre 20. I due sono stati arrestati e ora sono in attesa di giudizio, devono rispondere di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

Continua a leggere

Città

Napoli San Carlo Arena: in scooter con la pistola punzonata. Padre e figlio arrestati dai Carabinieri.

Pubblicato

il

Due incensurati napoletani, padre e figlio. Il primo classe 72, l’altro 29 anni più giovane. Sono finiti entrambi in manette, arrestati dai Carabinieri del nucleo operativo del vomero e della stazione di Napoli Marianella.

Lo scenario è quello di Via Nicolardi, una strada alberata a pochi passi dai Colli Aminei.
Sono in scooter e nel senso opposto arrivano i fari di una pattuglia dei carabinieri. Il più giovane estrae una pistola e la lancia verso il marciapiede. Il movimento non sfugge ai militari che prima bloccano il veicolo e poi recuperano l’arma. Il 50enne non può scappare, il figlio invece si mette a correre.

Viene rintracciato pochi minuti dopo nella sua abitazione, nel quartiere Materdei.
E, oltre alla browning cal 6.35 con matricola punzonata recuperata in strada, i carabinieri trovano 1 bastone telescopico, 6 coltelli di varie dimensioni, 1 spada giapponese, un pugnale seghettato, 1 pistola a salve senza tappo rosso.

E ancora 1 kit di pulizia armi, 1 serbatoio per pistola cal. 6.35 mm, 1 fucile ad aria compressa e una valigetta con parti meccaniche di armi da fuoco. Nelle disponibilità dei due anche 1820 euro in contante. Entrambi sono stati arrestati per concorso in detenzione e porto abusivo di armi e in attesa di giudizio sono stati ristretti in carcere

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante