Resta sintonizzato

Attualità

Nuovo allarme in Italia: il virus passa facilmente da un animale all’altro

Pubblicato

il

Un nuovo allarme virus è scattato in Italia e in particolare nella regione maggiormente colpita dal Coronavirus, la Lombardia che questa volta si trova a fare i conti anche con la peste suina.

Il problema, noto già da tempo sia alla Regione che al Governo, causerebbe soprattutto danni all’economia in quanto gli animali contagiati in questo caso sono i cinghiali lombardi, circa il 53% del totale in Italia.

Il problema sarebbe ancora più grave poichè la peste suina si combatte esclusivamente con l’abbattimento degli animali ma in zona rossa la caccia è vietata.

La peste suina si combatte solo in un modo: con gli abbattimenti dei cinghiali” ha spiegato l’ assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi, affermando che urge un provvedimento.

Aggiungendo poi che “i cinghiali selvatici sono i vettori principali di peste suina” e ricordando che “un caso è stato rilevato in Germania solo due mesi fa e l’arrivo in Italia di questa malattia comporterebbe un danno incalcolabile all’economia italiana e in particolar modo alla Lombardia, dove viene allevato il 53% dei suini italiani, alla base delle grandi filiere agroalimentari“.

La peste suina africana, in breve Psa, è una malattia virale che infetta suini e cinghiali. Per questi tipi di animali la malattia è estremamente contagiosa e letale, mentre non può essere trasmessa agli esseri umani. Sul suo sito, il Ministero della Salute italiano fa sapere che “la malattia è presente dal 1978 soltanto in Sardegna, dove negli ultimi anni si registra una netta riduzione del numero di focolai“.

 

 

 

 

Attualità

Prima ruba al supermercato e poi aggredisce il proprietario

Pubblicato

il

Episodio di follia avvenuto nella giornata di ieri a Napoli, presso la Stazione Centrale, dove una donna di 45 anni, originaria di Biella, è stata arrestata per furto e lesioni personali. Secondo le prime informazioni, la donna, ha prima rubato alcuni generi alimentari da un supermercato all’interno della stazione e poi, una volta scoperta dal proprietario, che ha tentato di bloccarla, lo ha aggredito con calci e pugni. Tuttavia, gli agenti della Polfer, sono riusciti a placare la sua ira e a bloccarla. Pertanto, una volta arrestata, è stata condotta in Questura in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Attualità

Trasformano la casa in una vera e propria piazza di spaccio: arrestata coppia di nigeriani

Pubblicato

il

I carabinieri della stazione di Casal di Principe, hanno tratto in arresto ieri sera, due cittadini nigeriani di 48 e 45 anni, in una casa di via Circumvallazione. In particolare, i due, sono stati trovati in possesso di circa 54 grammi di marijuana divisi in 30 dosi e più di 900 euro in contanti. Gli agenti, hanno scoperto che l’abitazione, di proprietà di una cittadina di Casal di Principe, era stata regolarmente locata ad una cittadina nigeriana da tempo irreperibile, la quale aveva poi consentito di occupare ad altri suoi connazionali. Pertanto, gli arrestati, sono stati trasferiti presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Continua a leggere

Attualità

Tentata rapina alla Circumvesuviana, passeggero aggredito con calci e pugni: 31enne arrestato

Pubblicato

il

I carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata, hanno tratto in arresto questa mattina un 31enne del posto, con l’accusa di tentata rapina. Le indagini, hanno consentito di individuare l’uomo, come presunto autore di una tentata rapina, commessa a bordo di un treno della Circumvesuviana ai danni di un passeggero. In particolare, la vittima, sarebbe stata prima minacciata verbalmente e poi colpita ripetutamente con calci e pugni al volto. Tuttavia, nonostante i colpi ricevuti e l’insistenza del rapinatore nel chiedergli il portafoglio, la vittima lo costrinse a scappare. Pertanto, dopo la denuncia, gli inquirenti hanno analizzato con attenzione i filmati della videosorveglianza, riuscendo a ricostruire l’accaduto e a risalire al responsabile. Inoltre, l’arrestato, già noto alle forze dell’ordine, è stato anche riconosciuto dalla vittima ed è stato trasferito presso il carcere di Poggioreale.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante