Resta sintonizzato

Cronaca

Volontari Antiroghi Acerra: “Alla politica non interessa il dramma dell’inquinamento”

Pubblicato

il

L’associazione Volontari Antiroghi Acerra, attraverso un comunicato stampa, ha annunciato la propria contrarietà nei confronti della Regione Campania rea di aver rimossa la Commissione Speciale per la Terra dei Fuochi (QUI i dettagli)

Di seguito il messaggio dell’associazione.

La regione Campania, per i prossimi 5 anni, non riconferma la commissione speciale “terra dei fuochi” chiamata ad affrontare, in modo costante e specifico, le problematiche ambientali che da anni rappresentano, sicuramente, tra i principali drammi della nostra terra.

Siamo certi che il problema dell’inquinamento ambientale e nella fattispecie della terra dei fuochi possa essere oggetto di studio, di dibattito e di proposte risolutive anche in numerose altre sedi ai vari livelli istituzionali, ma l’abolizione, di questa commissione speciale, da parte del nuovo esecutivo dimostra tutta l’arroganza di una politica miope rispetto al dramma dell’inquinamento, negazionista e quindi complice di uno dei biocidi di massa più vasti della storia.

Di fatto l’esecutivo guidato da De Luca in questo modo spegne un ulteriore faro per far luce e mantenere alta l’attenzione sul tema “terra dei fuochi”, compromettendo ulteriormente l’importante ruolo di controllo costituzionalmente riconosciuto alle opposizione a cui spetta la presidenza delle commissioni speciali.

Auspichiamo comunque l’apertura di una stagione tesa alla collaborazione tra i vari enti e le varie istituzioni al fine di operare seriamente ed in sinergia per la risoluzione definitiva del problema senza limitarsi alle solite passerelle e al classico chiacchiericcio mentre fuori i cittadini continuano ad ammalarsi e a morire.

Noi, indipendentemente, continueremo a garantire la nostra attività di controllo del territorio, di denunce, di segnalazioni e di collaborazione in tema di proposte per la rinascita ambientale della nostra terra”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Napoli, controlli della polizia: sequestrata una pistola e denunciato un 35enne dopo l’inseguimento

Pubblicato

il

NAPOLI – Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato San Giovanni-Barra hanno effettuato un controllo in uno stabile di via Pazzigno dove, all’interno del locale per la manutenzione dell’ascensore, in un’intercapedine ricavata nel muro, hanno rinvenuto una pistola revolver con matricola abrasa che è stata sequestrata.

Ancora, stanotte i poliziotti, nel transitare in via Decio Mure, hanno notato scendere da un’auto due persone le quali, alla loro vista, si sono date alla fuga per eludere il controllo.
Ne è nato un breve inseguimento terminato in via Bronzi di Riace dove i poliziotti hanno raggiunto e, non senza difficoltà, bloccato il conducente, identificato per un 35enne napoletano con precedenti di polizia, il quale è stato denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale ed è stato, altresì, sanzionato per guida senza patente.

Continua a leggere

Città

San Giovanni a Teduccio. Sorpresi con la droga in auto, denunciati

Pubblicato

il

Ieri sera gli agenti dei Commissariati Ponticelli e San Giovanni – Barra, durante il servizio di controllo del territorio, hanno controllato, in corso San Giovanni all’angolo con strada Boccaperti, un’auto con a bordo due uomini che sono stati trovati in possesso di 5 dosi contenenti circa 2,7 grammi di cocaina, 3 involucri con circa 0,9 grammi di eroina e 205 euro.
Un 45enne di Portici ed un 24enne napoletano con precedenti di polizia sono stati denunciati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Continua a leggere

Città

Napoli. Sequestro di 250 mila prodotti pericolosi

Pubblicato

il

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha sottoposto a sequestro sul territorio di competenza oltre 250.000 articoli e in particolare: accessori per la persona, per la casa e prodotti elettronici. Denunciati complessivamente 9 responsabili all’Autorità Giudiziaria per le ipotesi di ricettazione e commercio di prodotti falsi mentre 14 risultano le segnalazioni alla Camera di Commercio per violazioni di natura amministrativa.

Anche I “Baschi Verdi” del Gruppo Pronto Impiego, nei pressi della Stazione Centrale di Piazza Garibaldi, punto di arrivo di molti visitatori, hanno sequestrato numerosi capi di abbigliamento falsi e confezioni di profumo contraffatti recanti marchi di noti brand. Anche in questo caso i responsabili, un 62enne e un 42enne entrambi residenti a Napoli sono stati segnalati all’A.G. competente.

Mentre, tra Torre Annunziata, Castellamare di Stabia e Massa Lubrense, le Fiamme Gialle oplontine hanno sequestrato oltre 71.000 articoli non sicuri, come casalinghi e cosmetici, utensileria elettrica professionale e controller per giochi.  A Bacoli e Licola Mare i finanzieri del Gruppo di Giugliano in Campania, in due distinti interventi, hanno sequestrato centinaia di pezzi tra portafogli e cover per cellulari riportanti marchi contraffatti di note firme della moda.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante