Resta sintonizzato
de luca de luca

Campania

De Luca: “Valanga di sciacallaggio contro la Campania. Di Maio e qualche imbecille di Napoli….”

Pubblicato

il

Il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca, attraverso il suo profilo ufficiale Facebook, ha fatto il solito punto della situazione sugli ultimi dati del contagio al Covid-19 e sulle misure che la Regione intende assumere.

STOCCATA A DE MAGISTRIS – Qui in Campania nessuno litiga, in Regione siamo concentrati sul lavoro. Forse a Napoli c’è un imbecille che litiga da solo, si fa pubblicità per nascondere la sua nullità amministrativa. Da parte nostra nessuno litiga, io sono a lavoro”. 

ATTACCO AI I 5 STELLE –Questi signori devono scusarsi con la Campania e tacere. Volevano commissariare la Sanità in Campania, come successo in Calabria. Immaginate quella situazione qui da noi? L’uscita dal Commissariamento è stato un miracolo. Spadafora si era permesso di fare dichiarazioni scorrette nei confronti della regione Campania, ho chiesto al presidente del consiglio di intervenire sui suoi ministri per invitarli a fare le persone corrette e non fare sciacallaggio politico. Non è successo nulla. Abbiamo ascoltato altre affermazioni idiote da Bonafede, conosciuto dall’ambiente come ministro Buonanotte.  Poi è intervenuto Di Maio che ha detto tante di quelle bestialità che sono intollerabili. Io rinnovo la mia sfida ad un dibattito pubblico in diretta televisiva a tutti quelli che vogliono parlare della sanità campana. Sperando che i miei interlocutori non facciano i conigli e continuano a scappare”. 

MINISTRO DELLA SALUTE – De Luca poi aggiunge. “In Campania sono arrivati degli ispettori, un’altra cialtronata propagandistica, che sono serviti semplicemente a parare l’onda di sciacallaggio politico e mediatico. Ancora oggi la Regione non ha avuto conoscenza della relazione fatta da questi ispettori. Sono venuti qui ma cosa hanno visto? Cosa hanno fatto? Noi non siamo stati informati di nulla. Ricordo che come regione non siamo a conoscenza dei criteri dell’indice RT cioè di contagiosità del cittadino rispetto agli altri. Queste sono cose che non vanno bene, non sono trasparenti e non sono chiare: chiediamo chiarezza. Il consulente del ministro della Salute parla continuamente e dice esattamente il contrario di quello che fa il ministro della salute. O se ne va a casa il consulente o va via il ministro. In un Paese serio non è accettabile questo livello di confusione”.  

DATI – “Per i decessi per Covid rimaniamo la regione più tutelata. Per le terapie intensive oggi la Campania è una regione che ha tasso di occupazione del 29%. 194 ricoveri in terapia intensiva su 656 terapie intensive disponibili. Per i ricoveri ordinari il tasso di occupazione è del 48%. Abbiamo avuto appesantimento dei pronto soccorso. Ma la Campania è una casa di vetro per i dati”.

SULLA RIAPERTURA DELLE SCUOLE –Non apriremo nulla se non avremo la sicurezza dal punto di vista epidemiologico. Abbiamo scelto una linea di rigore e tutela della vita dei bambini, delle loro famiglie e compagni di scuola. Manterremo una linea di rigore”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Covid-19 in Campania: il bollettino delle vaccinazioni

Pubblicato

il

Anche quest’oggi, lunedì 17 maggio, l’Unità di Crisi della Regione Campania ha reso noti i dati relativi alla situazione del Coronavirus, aggiornati alle 12 di oggi.

Complessivamente sono stati vaccinati con la prima dose 1.812.256 cittadini. Di questi 702.599 hanno ricevuto la seconda dose.

Le somministrazioni effettuate sono state, in totale, 2.514.855.

La categoria che ha ricevuto più vaccini è quella dei Fragili con 585.716 vaccinazioni, seguita degli Over 60 con 550.088 vaccinazioni.

Continua a leggere

Campania

Nicola Caprio (Presidente CSVnet CAMPANIA): ” Faccio un appello alla Regione Campania per ripartire dalle politiche welfare”

Pubblicato

il

Oggi Nicola Caprio Presidente “CSVnet CAMPANIA”, è stato intervistato ai microfoni di “Radio Punto Nuovo”, per parlare delle politiche sociali e welfare, che negli ultimi tempi, sia a livello locale e regionale, sia su base Nazionale, il volontariato non riesce ad essere efficiente, per causa delle mancanze Istituzionali e Amministrative.

Nicola Caprio ha ribadito il mal funzionamento delle politiche sociali da parte dei Comuni e della Regione Campania. Come ha proprio dichiarato il Presidente nel programma radiofonico: “In realtà la riforma prevede una organizzazione o progettazione tra i Comuni e il Terzo Settore, ma capita spesso che ci troviamo ad affrontare delle inefficienze da parte dei Comuni e dalla Regione nel progettare politiche sociali. Adesso le Amministrazioni, si nascondono dietro alla pandemia. Faccio una appello ai Comuni e alla Regione Campania per ripartire dalle politiche di welfare”.

Poi Nicola Caprio ha sollecitato il Governo dichiarando:” Il Governo sta perdendo tempo, i cittadini hanno bisogno di risposte rapide. Si discute ancora troppo. Il Governo deve dare priorità come, la creazione di nuovi posti di lavoro, aiuto agli imprenditori per ripartire a pieno regime”.

Continua a leggere

Bacoli

I tesori nascosti di Baia: cinque absidi romani sul percorso della Cumana

Pubblicato

il

Cinque absidi in opera reticolata romana sono stati riportati alla luce nel corso delle attività di pulizia lungo l’ex percorso ferroviario della Cumana a Baia da parte dei tecnici del Parco Archeologico dei Campi Flegrei.

In settimana, infatti, sono state avviate le indagini per il completamento della progettazione del nuovo percorso pedonale attraverso la galleria dismessa della ferrovia Cumana, nei pressi delle Terme di Baia.

«I cinque absidi scoperti fanno parte di un antico prospetto del complesso di Mercurio o delle sostruzioni per una villa che doveva occupare la parte sommitale della collina di Baia», ha dichiarato il Parco Archeologico dei Campi Flegrei con una nota. 

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante