A causa del Coronavirus l’emergenza sanitaria in Campania si fa sentire sempre più e così tra i provvedimenti presi dall’Asl Napoli 1 c’è l’acquisto di quasi 30 nuove ambulanze.

Già 4 sono quelle che l’Asl ha acquistato per far fronte alla crisi sanitaria ma altre 24 sono le pratiche in atto per arrivare ad un totale di 28 nuovi mezzi oltre ai 17 già in dotazione.

In questo modo migliorerà anche il servizio del 118 poichè attualmente le ambulanze disponibili sono solo 17 di cui 10 con medico e 7 col solo infermiere.

La Prefettura di Napoli, al termine di un incontro tra il prefetto Marco Valentini e il Direttore della Centrale Operativa Territoriale 118 di Napoli, Giuseppe Galano, incentrato sul funzionamento del 118 in questi mesi di emergenza, ha comunicato che l’obiettivo è quello di arrivare a 45 nuove ambulanze complessive da usare principalmente per i servizi di soccorso

Dal vertice è emerso che le criticità del soccorso sono dovute principalmente a tre fattori: Il primo è l’esigenza di sanificare l’ambulanza dopo ogni intervento e la vestizione dei sanitari secondo i protocolli, operazioni che inevitabilmente tengono bloccato il mezzo e causano rallentamenti, tenendo in considerazione anche il numero esiguo di ambulanze a disposizione; il secondo è il problema del personale poichè molti degli operatori sono risultati positivi al Covid-19 e di conseguenza ci sono difficoltà di organico per la copertura dei turni nelle 24 ore; il terzo è quello dell’intasamento dei centralini, il direttore del 118 ha spiegato che la Centrale Operativa, deputata esclusivamente al soccorso, è spesso contattata per richieste di informazioni, e ciò comporta una enorme mole di chiamate che gli addetti non possono smaltire in tempi brevi.

 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.