Gli uomini della squadra volante del commissariato di Acerra, diretta dal vice questore aggiunto dott. Iuorio, hanno denunciato un giovane di 20 anni per reati di minaccia, lesione e detenzione di armi improprie.

Il ragazzo avrebbe prima litigato con la sua fidanzata e successivamente aggredito un uomo, preso a manganellate.

La persona picchiata era il convivente della mamma della fidanzata, l’uomo è finito in ospedale per una botta alla testa. 

Gli agenti, arrivati sul posto, hanno effettuato le perquisizioni di rito ed hanno sequestrato, nell’abitazione del ragazzo, armi ed oggetti violenti posseduti illecitamente.

 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.