Una donna di Casoria, falsificando i dati del proprio Isee è riuscita ad accedere ai buoni spesa Covid-19 nonostante abbia in banca 300mila euro.

La truffa è stata scoperta dalla Guardia di Finanza che nelle scorse ore ha indivduato ben 700 persone che hanno percepito il sussidio senza alcun diritto.

Tra queste ultime anche la donna residente a Casoria che nell’attestazione presentata ha dichiarato un Isee di 4.895 euro che in realtà era di oltre 67mila euro.

La donna deteneva risparmi sui propri conti correnti per 325mila euro e un patrimonio immobiliare del valore di circa 36mila euro.

E’ riuscita a percepire ben 100 euro di buoni spesa e ora dovrà restituirne 300.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.