Resta sintonizzato

Featured

Comune di Napoli diffidato: dovrà approvare il bilancio o sarà commissariato

Pubblicato

il

La diffida è partita ieri dal Prefetto Marco Valentini e 13 sono i Comuni coinvolti, oltre a quello di Napoli: Casamicciola Terme, Cercola, Crispano, Frattamaggiore, Ischia, Massa di Somma, Melito di Napoli, Monte di Procida, Mugnano di Napoli, Napoli, Qualiano, San Giuseppe Vesuviano e Saviano.

Solitamente i bilanci di previsione vengono approvati entro giugno ogni anno ma quest’anno il Governo ha concesso una proroga al 31 ottobre.

Il Comune di Napoli ha già approvato il bilancio entro la data prevista in Giunta, ora si attende il passaggio anche in Consiglio Comunale. Pochi giorni fa, il 9 novembre, il presidente del consiglio comunale, Alessandro Fucito, aveva però spiegato che non era arrivata nessuna comunicazione da parte della Prefettura.

L’approvazione in Consiglio Comunale era attesa per lo scorso 16 novembre, ma la seduta, convocata ad hoc e che si è svolta in via eccezionale al Maschio Angioino per rispettare le norme anti contagio, è stata rinviata su proposta del Sindaco Luigi De Magistris.

Era già in seconda convocazione per il mancato numero legale della convocazione precedente.

Durante la seduta c’è stato un lungo dibattito su una pregiudiziale presentata dal gruppo di Forza Italia, per la surroga di Mara Carfagna, dimissionaria, col primo dei non eletti, Armando Coppola.

Successivamente la pregiudiziale è stata ritirata e De Magistris ha chiesto di mettere ai voti la proposta di rinvio della seduta: le votazioni si sono concluse con 18 favorevoli e 13 contrari.

 

 

 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Covid-19 in Italia. I dati del giorno: più di 450 i decessi nelle ultime 24 ore

Pubblicato

il

Sono 23.987 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia quest’oggi, venerdì 26 marzo, a fronte di 354.982 tamponi eseguiti.

Il tasso di positività, secondo il bollettino del Ministero della Salute e della Protezione Civile, si attesta come giovedì al 6,8%.

Nelle ultime 24 ore i decessi sono stati 457, per un totale di 107.256 dall’inizio della pandemia.

Aumentano di 8 unità le terapie intensive (3.628 in tutto), mentre sono 48 in più i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid.

I guariti odierni sono 19.764.

Sono 3.628 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, 8 più rispetto a giovedì nel saldo giornaliero tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri in rianimazione sono 288.

Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 28.472 persone per coronavirus, in aumento di 48 unità rispetto alle 24 ore precedenti.

Continua a leggere

Attualità

Coronavirus. La situazione in Campania: il bollettino dell’Unità di Crisi

Pubblicato

il

Quest’oggi, venerdì 26 marzo, come di consueto, l’Unità di Crisi della Regione Campania ha comunicato il consueto bollettino quotidiano relativo alla situazione del Coronavirus in Campania.

Questi i dati del giorno:

Positivi del giorno: 1.947 (*)
di cui
Asintomatici: 1.250 (*)
Sintomatici: 697 (*)
* (Positivi, Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai tamponi molecolari)
Tamponi molecolari del giorno: 18.599
Tamponi antigenici del giorno: 3.394
Deceduti: 42 (24 deceduti nelle ultime 48 ore, 18 deceduti in precedenza ma registrati ieri)
Totale deceduti: 5.158
Guariti: 2.894
Totale guariti: 226.818
Report posti letto su base regionale:
Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 181
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (Posti letto Covid e Offerta privata)
Posti letto di degenza occupati: 1.586
Continua a leggere

Featured

CAMPANIA. Nuova ordinanza pronta: riaperti mercati con percorsi separati

Pubblicato

il

Il Governatore De Luca sta limando gli ultimi dettagli prima di annunciare e, pubblicare, probabilmente in giornata, una nuova ordinanza.

Con quest’ultima, sulla base degli ultimi dati acquisiti in relazione alla situazione epidemiologica, a modifica della precedente ordinanza numero 10, la Regione Campania dispone che le attività mercatali relative ai generi alimentari, agricoli e florovivaistici sono consentite.

Le attività saranno, però, subordinate all’adozione da parte dei Comuni di piani di sicurezza finalizzati a regolare gli accessi alle aree mercatali, con percorsi separati, a evitare assembramenti e comunque nel rispetto dei protocolli di sicurezza

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante