Il videomessaggio del Pontefice rivolto ai giovani economisti e imprenditori di 115 Paesi di tutto il mondo.

Il Papa ha chiaramente sottolineato come il momento che stiamo vivendo può essere l’occasione giusta per esprimere la ‘fratellanza’ tra gli esseri umani.

La supplica del Papa:

Cari giovani non scegliete le scorciatoie.
Un futuro imprevedibile è già in gestazione; ciascuno di voi, a partire dal posto in cui opera e decide, può fare molto; non scegliete le scorciatoie, che seducono e vi impediscono di mescolarvi per essere lievito lì dove vi trovate.

Niente scorciatoie, lievito: sporcarsi le mani. Passata la crisi sanitaria che stiamo attraversando, la peggiore reazione sarebbe di cadere ancora di più in un febbrile consumismo e in nuove forme di autoprotezione egoistica. Non dimenticatevi, da una crisi mai si esce uguali: usciamo meglio o peggio. Facciamo crescere ciò che è buono, cogliamo l’opportunità e mettiamoci tutti al servizio del bene comune. Voglia il Cielo che alla fine non ci siano più “gli altri”, ma che impariamo a maturare uno stile di vita in cui sappiamo dire “noi“.

Queste le parole rivolte conclusive del discorso in videomessaggio di Papa Francesco.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.