La situazione è critica per tutti e così anche a Napoli, un po’ a causa della crisi economica, un po’ per la solitudine e un po’ a causa della paura del Coronavirus, i suicidi aumentano sempre più.

Se si interviene in tempo, però, molti potrebbero essere evitati. A volte è il caso, altre la fortuna, altre ancora è magari un piccolo miracolo.

E’ così che un uomo è stato salvato dai poliziotti della Questura di Napoli mentre sul cavalcavia della Tangenziale cercava di mettere un punto alla sua vita.

L’uomo era in bilico ed in evidente stato d’agitazione sul cavalcavia quando gli agenti sono intervenuti, riuscendo a salvarlo.

Sull’episodio è intervenuto il Segretario Generale partenopeo del Sindacato di Polizia Coisp, Giuseppe Raimondi, dichiarando: “I complimenti miei e del Sindacato che rappresento, vanno ai colleghi, che mi pregio di conoscere personalmente, i quali sprezzanti del pericolo, e senza assolutamente esitare, sono intervenuti su una delle arterie più pericolose, disciplinando il traffico delle autovetture e riuscendo quindi a fermare l’uomo che in preda ad una grave crisi, minacciava di lanciarsi dal cavalcavia.”

Continuando l’elogio: “Eroe è colui che, di propria iniziativa e libero da qualsiasi vincolo, compie uno straordinario e generoso atto di coraggio, che comporti o possa comportare il consapevole sacrificio di sé stesso, allo scopo di proteggere il bene altrui o comune. Questa definizione non necessita di ulteriori precisazioni; i colleghi intervenuti stanotte sono stati degli eroi, come lo sono tutte le donne e gli uomini della Polizia di Stato e del Comparto sicurezza in particolare che quotidianamente non esitano a porre a repentaglio la propria vita, i propri affetti, per il bene comune. Non è semplice e non è affatto scontato riuscire a farlo!“.

 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.