Resta sintonizzato

Cronaca

Covid, una nonnina di 100 anni sconfigge il virus: la storia

Pubblicato

il

A San Pietro a Maida, comune di 4mila abitanti in provincia di Catanzaro, una nonnina di 100 anni ha sconfitto il Covid ed è guarita dal Coronavirus.

A raccontare la storia è stato il sindaco della cittadina Domenico Giampà. “Oggi – ha scritto su Facebook il primo cittadino – mi giunge notizia di innumerevoli negativizzati al Covid-19. La bella notizia, che non può non emergere è che una nonnina classe 1920, 100 anni compiuti, è guarita!”. 

“Di San Pietro a Maida – ha proseguito il sindaco – se n’è parlato tanto nello scorso mese. Abbiamo avuto un boom di contagi, un picco di 60, che per un paese di poco più di 4mila anime significa molto. Da quel famoso 26 ottobre, furono prese immediate contromisure, in termini di ordinanze, ma soprattutto in termini di collaborazione con gli altri amministratori, la polizia municipale, le due associazioni di volontariato, la Chiesa, i carabinieri, il dottore, gli operatori sanitari. Un grandioso lavoro di squadra. Ecco – ha concluso – io vorrei che si parlasse di questo: di una comunità colpita improvvisamente da un’escalation di contagi, che facendo squadra è riuscita in meno di un mese ad arginare il tutto. Ovviamente non dobbiamo abbassare la guardia, ma anzi continuare in questo modo”. 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aversa

Operazione “Oro Rosso”: i controlli della Polizia sui furti di rame in ambito ferroviario

Pubblicato

il

Durante l’operazione “Oro Rosso” disposta ieri, lunedì 12 aprile, su scala nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria per il contrasto al fenomeno dei furti di rame in ambito ferroviario, ed attuata dal Compartimento Polizia Ferroviaria con verifiche amministrative e contabili presso 28 ditte di smaltimento, ritiro e trasporto di materiali ferrosi e  rottami dell’intero territorio regionale sono state controllate 165 persone, di cui 2 indagate e sono stati recuperati 780 kg di rame e 1.020 kg di batterie esauste.

 Nella provincia di Napoli,  nel corso dei controlli all’interno di un deposito in zona Grumo Nevano, sono stati ritrovati 780 Kg di cavi di rame appartenenti a Ferrovie dello Stato Italiane. Il rame è stato sottoposto a sequestro in attesa delle determinazioni dell’Autorità Giudiziaria.

In un altro deposito, a Sant’Anastasia sono state ritrovate 1.020 kg di batterie esauste. Il materiale è stato sequestrato e l’amministratore è stato denunciato per gestione illecita di rifiuti e ricettazione.

Infine ad Aversa un uomo è stato denunciato per furto aggravato perché, nei giorni precedenti, si era reso responsabile del furto di cavi di rame custoditi all’interno della stazione di Frattamaggiore.

Continua a leggere

Cronaca

Vomero. Custodia cautelare per un percettore del reddito di cittadinanza

Pubblicato

il

13 Aprile. Nella odierna mattinata, all’esito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli, carabinieri della compagnia di Napoli Vomero hanno dato esecuzione ad un’ordinanza emessa dal Gip del Tribunale di Napoli, applicativa della custodia cautelare nei confronti di 2 soggetti, gravemente indiziati del furto aggravato di uno scooter, avvenuto il 29 set 2020 sulla pubblica via nel quartiere Vomero, mediante l’effrazione del bloccasterzo.


L’episodio delittuoso è stato ricostruito incrociando l’analisi delle immagini di videosorveglianza con la conoscenza dei soggetti d’interesse operativo del territorio in possesso dei militari della Stazione Carabinieri Vomero Arenella.


Uno dei rei, percettore di reddito di cittadinanza di cui verrà richiesta la revoca, ha inoltre agito in violazione del regime di Sorveglianza Speciale di P.S. con obbligo di soggiorno.

Continua a leggere

Cronaca

Tenta di scappare con l’auto sequestrata e la patente ritirata: 41 enne in manette

Pubblicato

il

Notte movimentata per gli agenti del Commissariato di Nola, che durante un servizio di controllo sul territorio, hanno notato un uomo a bordo di un’auto che, alla loro vista, si è dato alla fuga per eludere il controllo nonostante gli fosse stato intimato l’alt. Il veicolo, ha proseguito la sua corsa effettuando manovre pericolose per la circolazione stradale e innescando un inseguimento terminato in via Parrocchia, dove il conducente, una volta abbandonato il mezzo, ha tentato di scappare a piedi, per poi essere prontamente bloccato dopo una colluttazione. I poliziotti, hanno accertato che l’uomo, fosse alla guida di un’auto sottoposta a sequestro amministrativo, privo anche della patente di guida poiché revocata.

Luciano Tafuri, 41 enne di San Giuseppe Vesuviano con precedenti di polizia,  è stato arrestato per resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale e denunciato per aver violato la misura dell’avviso orale, aggravato dal divieto di possedere o utilizzare apparati di comunicazione radiotrasmittente, cui è sottoposto, perché trovato in possesso di un cellulare.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante