Resta sintonizzato

Attualità

Coronavirus, Crisanti: “Picco superato. Avremo ancora tanti decessi”

Pubblicato

il

il virologo Andrea Crisanti, direttore del Laboratorio di Microbiologia dell’Università di Padova, intervistato su RaiNews24 nel corso della trasmissione ‘Studio24‘, ha parlato della situazione Coronavirus in Italia:

Il rapporto all’11,2% tra i tamponi positivi e quelli processati ci dice che la percentuale dei positivi sta scendendo ed è un fatto che è indipendente dal numero dei tamponi fatti. E quindi è un segno che la trasmissione sta calando, probabilmente abbiamo passato il picco. Anzi sicuramente.

Il numero dei morti di Covid-19, purtroppo, è destinato a rimanere stabile perlomeno per altre 2 o 3 settimane, magari con leggeri cali. Purtroppo i decessi riflettono le infezioni che si sono verificate 2-3 settimane fa, quando l’Italia stava nella fase esponenziale. Registreremo quotidianamente ancora tanti decessi, speriamo non a questi ritmi, ma saranno ancora numeri importanti.

Purtroppo la curva dei decessi non è parallela a quella dei contagi. Lo abbiamo imparato dalla prima ondata.

Scuola? È esclusivamente una questione di metodo. Abbiamo gli strumenti per verificare qual è l’impatto della riapertura delle scuole? Se sì riapriamo, se è no è chiaro che dobbiamo attrezzarci. 

Quanto agli impianti sciistici, il grafico dei morti ci fa riflettere che ci sono altri problemi di carattere sociale e morale, perché io, onestamente, non penserei di andare a sciare sapendo che ci sono ancora centinaia di morti al giorno. Sono scelte personali e sicuramente gli operatori sciistici hanno il diritto di lavorare, però sappiamo che come si allentano presa e attenzioni sull’emergenza, sicuramente si dà una possibilità al virus di trasmettersi. 

Penso ci debbano essere, e sicuramente ci saranno, delle misure di buonsenso da un lato per salvare la parte economica del Natale e dall’altro per fare sì che questo non si accompagni a una ripresa dei contagi. 

Vaccino? Credo che sul problema della trasparenza dei dati, trasparenza dei contratti, trasparenza sugli effetti collaterali, trasparenza relativa ai vaccini anti-Covid, tutti noi abbiamo il diritto di sapere. 

Purtroppo la comunicazione in televisione non si adatta ad articolare concetti complessi come questo relativo ai vaccini. Ho affidato la mia posizione a una lettera e ho spiegato esattamente qual era la mia visione su questo argomento. Non credo che ci sia da aggiungere altro.

Le agenzie regolatorie del farmaco danno un’autorizzazione che è diversa da un’approvazione. Quindi, quando c’è un’autorizzazione in caso eccezionale, secondo me è meglio se più persone guardano i dati. D’altronde, se facciamo riferimento alle stesse dichiarazioni rilasciate dal direttore generale di Moderna, vediamo che ha detto una cosa che già 2 settimane fa avevo detto io ovvero che non è detto che i vaccinati non siano contagiosi. Sono protetti dalla malattia, ma possono essere contagiosi. Vorrei ribadire che sul fatto che io sia favorevole ai vaccini non ci sono dubbi“.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Vaccini a Napoli. Da domani parte la campagna per i cittadini tra i 60 e i 69

Pubblicato

il

E’ stato un weekend sprint per i vaccini a Napoli e l’inizio della nuova settimana vedrà l’avvio della vaccinazione dei cittadini dai 60 ai 69 anni.

I primi vaccinati di questa categoria sono stati convocati alla Fagianeria al ritmo di 1.200 al giorno con AstraZeneca fino a venerdì prossimo.

Alla Mostra d’Oltremare c’è intanto domani e martedì un rallentamento in attesa delle nuove dosi di Pfizer in arrivo.

Ieri l’Asl Napoli 1 ha fatto in tutto a Napoli 7.700 dosi di vaccino e oggi si è arrivati a 6.000 circa, con un rallentamento che si registra sempre la domenica nell’afflusso dei convocati. 

Secondo la tabella del governo, la Campania alle 17 di oggi ha somministrato 1.286.700 dosi sulle 1.444.845 ricevute, quindi l’89,1%.

Domani si torna a un rallentamento ormai tipico di inizio settimana, da quando la spedizione delle dosi Pfizer è stata rimandata al mercoledì: alla Mostra d’Oltremare ci saranno mille fragili convocati al mattino e 2.064 anziani over 80 per il richiamo al pomeriggio, mentre al Madre si prosegue con 500 cittadini dai 70 ai 79 anni, stessa categoria che viene vaccinata alla Stazione Marittima dove domani ci saranno 1200 convocati.

Continua a leggere

Attualità

Coronavirus in Italia. Il bollettino: aumenta il tasso di positività

Pubblicato

il

Secondo l’ultimo bollettino della Protezione civile e del Ministero della Salute, pubblicato oggi, domenica 18 aprile, sono 12.694 i nuovi casi da Coronavirus rilevati in Italia nelle ultime 24 ore.

Continua a rimanere alto il numero delle vittime: sono 251 i decessi registrati nell’ultima giornata, ieri 310. Il totale delle morti dall’inizio del monitoraggio è così salito a 116.927.

Nei reparti non critici, sono 23.648 le persone ancora ricoverate con sintomi, (ieri 24.100). In terapia intensiva si trovano invece 3.311 persone (ieri 3.366). Mentre sono stati 163 i nuovi ingressi giornalieri nelle unità intensive (ieri 169).

Con 230.116 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore (ieri 331.734), il tasso di positività giornaliero è salito al 5.5%, ieri 4.6.

Continua a leggere

Attualità

Covid-19. La situazione in Campania: i dati del giorno

Pubblicato

il

Anche quest’oggi, domenica 18 aprile, l’Unità di Crisi della Regione Campania ha pubblicato il bollettino con i dati relativi alla situazione del Covid-19 nella nostra regione.

Questi i dati del giorno:

Positivi del giorno: 1.700 (*)

di cui Asintomatici: 1.080 (*)

Sintomatici: 620 (*)

* Positivi, Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai tamponi molecolari

Tamponi molecolari del giorno: 17.541

Tamponi antigenici del giorno: 6.259

Deceduti: 18 (16 deceduti nelle ultime 48 ore, 2 deceduti in precedenza ma registrati ieri)

Totale deceduti: 5.952

Guariti: 1.511

Totale guariti: 272.042

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656

Posti letto di terapia intensiva occupati: 146

Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (Posti letto Covid e Offerta privata)

Posti letto di degenza occupati: 1.529

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante